base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Lingua Tonga (Zambia e Zimbabwe)

Tonga ( Chitonga ), noto anche come Zambezi , è una lingua bantu parlata principalmente dalle persone Tonga che vivono principalmente nelle province meridionali e occidentali dello Zambia e nello Zimbabwe settentrionale, con alcune in Mozambico. La lingua è parlata anche da Iwe, Toka e Leya, e forse dai Kafwe Twa (se non sono Ila), così come da molti Zambiani bilingue e Zimbabwe.

È una delle principali lingue franche dello Zambia, insieme a Bemba, Lozi e Nyanja. La Tonga del Malawi, classificata da Guthrie come appartenente alla zona N15, non è particolarmente vicina alla Tonga dello Zambia, classificata come zona M64, e può essere considerata una lingua separata.

Gli abitanti di lingua Tonga sono i più antichi coloni Bantu, con il Tumbuka, un piccolo gruppo etnico ad est, in quella che oggi è conosciuta come Zambia. Esistono due dialetti distintivi di Tonga; Valle Tonga e Plateau Tonga. La valle Tonga è parlata principalmente nella valle Zambezi e nelle aree meridionali della Batonga (popolo Tonga), mentre il Plateau Tonga è parlato maggiormente nel distretto di Monze e nelle aree settentrionali della Batonga.

Tonga (Chitonga o iciTonga) si è sviluppato come lingua parlata e non è stato messo in forma scritta fino all'arrivo dei missionari nell'area. La lingua non è standardizzata e chi parla lo stesso dialetto può avere ortografie diverse per le stesse parole una volta inserite nel testo scritto.

Almeno alcuni oratori hanno un clic nasale bilabiale in cui i dialetti vicini hanno / mw /, come in mwana "bambino" e kumwa "da bere".

Maho (2009) rimuove Shanjo come lingua separata e non strettamente correlata.

verbi

Tonga segue la struttura linguistica standard del Bantu. Una singola parola può incorporare un soggetto-marker, un tempo-marker, un oggetto diretto e persino un oggetto indiretto, combinato con la radice del verbo stesso.

Teso Pennarello teso Esempio
Oggetto- (marker del tempo) -verb root- (finale) La prima persona "ndi" sta facendo qualcosa che non dovrebbe fare "kuputa"
Presente semplice - (radice del verbo) Ndaputa
Presente perfetto -a- (radice del verbo) -ide Ndiputide
Presente Progressivo -la- Ndilaputa
Tempo presente abituale -la- (radice del verbo) -a Ndilaputa
Passato recente (passato di oggi) -ali- (radice del verbo) -ide ndaliputide
Passato semplice -aka- ndakaputa
Continuo recente recente -ali-ku- (radice del verbo) ndalikuputa
Passato abituale continuo -akali-ku- (radice del verbo) Ndakalikuputa
Passato remoto -aka- ndakaputa
Prossimo futuro -la- Ndilaputa
Futuro semplice -ya-ku- (radice del verbo) -a Ndiyakuputa
Future Habitual -niku- (radice del verbo) -a ndinikuputa
Futuro esteso (domani o dopo domani) -yaku- (verbo) -a ndiyakuputa

Sistema tonale

Tonga è un linguaggio tonale, con sillabe alte e basse. La collocazione dei toni è complessa e differisce da quella delle altre lingue bantu; per esempio, una sillaba che è bassa in Tonga può essere alta nella parola affine in altre lingue bantu e viceversa. Diversi studiosi, a partire da AE Meeussen nel 1963, hanno cercato di scoprire le regole su dove posizionare i toni.

Una caratteristica del sistema tonale è che i toni alti tendono a dissociarsi dal loro posto originale e spostarsi a sinistra, come è illustrato in questi esempi:

  • I B ú si 'fumo'
  • ibusu 'farina'

In queste parole, il tono alto originale della radice -sí si è spostato sul prefisso ibu- , mentre il tono basso di -su non ha influito sul prefisso.

L'esempio sopra di un sostantivo è relativamente facile da spiegare. Tuttavia, i toni del sistema verbale sono più complessi. Di seguito è riportato un esempio di uno dei puzzle discussi sia da Meeussen che da Goldsmith:

  • ndi-la-lang-a 'I look at'
  • ba-la-lang-a 'guardano'
  • ndi-la-bon-a 'Vedo'
  • ba-l á -bon-a 'loro vedono'

Il tono alto sulla tesa-marcatore la nel quarto verbo è sconcertante. Se deriva dal verbo root bon , è difficile capire perché non appare anche in 1 persona ndi-la-bon-a .

Alcuni studiosi, come Carter e Goldsmith, hanno analizzato Tonga come con entrambi i toni e gli accenti (gli accenti in Tonga sono principalmente su sillabe dai toni bassi). Altri, come Pulleyblank, analizzano gli stessi dati esclusivamente in termini di regole tonali, senza la necessità di introdurre accenti.