base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

La storia di Colditz

The Colditz Story è un film prigioniero di guerra britannico del 1955 interpretato da John Mills ed Eric Portman e diretto da Guy Hamilton. Si basa sul libro scritto da Pat Reid, un ufficiale dell'esercito britannico che fu imprigionato a Oflag IV-C, Castello di Colditz, in Germania durante la seconda guerra mondiale e che fu Ufficiale di fuga per i prigionieri di guerra britannici all'interno del castello.

Tracciare

Nella seconda guerra mondiale, i tedeschi trasformarono il castello di Colditz in un campo di prigionia di alta sicurezza chiamato Oflag IV-C. Il suo scopo era quello di frenare quei prigionieri alleati che avevano tentato di fuggire da altri Oflags e così Colditz ospitava varie nazionalità che erano principalmente britanniche, olandesi, francesi e polacche. Tra i prigionieri britannici ci sono Pat Reid (John Mills) e l'anziano colonnello Richmond, Eric Portman. Richmond è avvertito dal Kommandant (Frederick Valk) che "fuggire è verboten" ma Richmond non ha intenzione di seguire questo consiglio. Tutti i prigionieri sono diffidenti nei confronti di Priem (Denis Shaw), il capo della sicurezza, che è efficiente e tenace.

Reid e altri ufficiali britannici tentano di aprire un tombino una notte ma vengono sventati da un tentativo francese simultaneo che avvisa le guardie tedesche. Reid e La Tour (Eugene Deckers) discutono della mancanza di cooperazione, accusando entrambi l'altro. Più tardi, un tunnel britannico sta facendo progressi fino a quando non incontra un altro essere scavato dagli ufficiali olandesi e si verifica un crollo. Richmond decide di agire e propone la creazione da parte di ogni nazionalità di ufficiali di fuga che devono sempre collaborare per assicurarsi che i tentativi non interferiscano tra loro. Reid accetta l'incarico per il contingente britannico. Poco dopo, Winslow (Bryan Forbes) viene nascosto tra i palazzi che vengono portati fuori dal castello e non viene immediatamente catturato.

Richmond ottiene un accordo per il suo piano di fuga che dipende dalla sua imitazione di un feldwebel chiamato Franz Josef. Questo sembra riuscire fino a quando, nel momento chiave, le guardie tedesche emergono e arrestano tutti gli interessati. Tyler (Lionel Jeffries) viene colpito e ferito. Richmond, Reid e una dozzina di altri vengono messi in isolamento per un mese e viene discussa per la prima volta la probabilità di un informatore. Questo risulta essere il caso in cui uno degli ufficiali polacchi, la cui famiglia è stata minacciata dalla Gestapo, si trova a collaborare con le guardie e a tradire piani di fuga.

Dopo due settimane di fuga, Winslow viene riconquistato e restituito a Colditz. Mentre si trova nel complesso solitario, parla a La Tour durante una sessione di allenamento fisico e osserva La Tour, aiutato da un connazionale, che salta sopra il recinto di filo spinato. Winslow si imbatte in una guardia per impedirgli di sparare a La Tour che corre verso la libertà. Poco dopo, Richmond esprime il fastidio che nessun ufficiale britannico sia ancora riuscito a fuggire completamente.

L'amico di Reid McGill (Christopher Rhodes) si avvicina a Richmond con un nuovo piano ma dice che lo rivelerà solo se Richmond allevierà Reid dai suoi doveri di ufficiale di fuga in modo che McGill e Reid possano fare il tentativo insieme. Richmond è d'accordo e McGill convince Reid che il piano è fattibile. I fuggitivi saranno travestiti da ufficiali tedeschi ma si avvicineranno alle guardie dalla direzione del disordine tedesco. McGill sostiene che i precedenti tentativi sono falliti perché i fuggitivi venivano dalla direzione sbagliata. Il tentativo coinciderà con una messa in scena nel teatro del castello, a cui vengono invitati tutti gli alti ufficiali tedeschi.

McGill è molto alto e ha antagonizzato le guardie molte volte con comportamenti sconsiderati. Richmond si rende conto che sarà troppo evidente e gli chiede di dimettersi in modo che altri ufficiali, tra cui Reid, abbiano buone probabilità di far funzionare il piano. McGill accetta il ragionamento di Richmond ma è devastato. Il giorno successivo, tenta di scalare la recinzione metallica che circonda la palestra e viene colpito a morte dalle guardie. Reid, venendo a conoscenza della decisione di Richmond, afferma che non lascerà che il tentativo di fuga continui, ma Richmond lo convince a farlo per il bene di McGill. La fuga procede come previsto mentre la rivista è in scena. Quattro uomini escono dal castello ma due vengono presto riconquistati. Diversi giorni dopo, Richmond riceve una cartolina con un messaggio criptico. Annuncia ai prigionieri riuniti e incoraggianti che Reid e Winslow hanno attraversato con successo nella Svizzera neutrale.

lanciare

Informazioni provenienti dal sito BFI.

  • John Mills come Pat Reid
  • Eric Portman nel ruolo del colonnello Richmond
  • Frederick Valk nel ruolo di Kommandant
  • Denis Shaw nel ruolo di Priem
  • Lionel Jeffries nel ruolo di Harry Tyler
  • Christopher Rhodes nel ruolo di Mac McGill
  • Richard Wattis nel ruolo di Richard Gordon
  • Ian Carmichael nel ruolo di Robin Cartwright
  • Bryan Forbes nel ruolo di Jimmy Winslow
  • Theodore Bikel nel ruolo di "Vandy", Machiel van den Heuvel
  • Eugene Deckers come La Tour
  • Anton Diffring nel ruolo di Hauptmann Fischer
  • Guido Lorraine come ufficiale polacco
  • Witold Sikorski come ufficiale polacco
  • A. Blichewicz come ufficiale polacco
  • B. Dolinski come ufficiale polacco
  • Leo Bieber come interprete tedesco
  • Rudolph Offenbach nel ruolo del colonnello olandese
  • Keith Pyott nel ruolo del colonnello francese
  • Arthur Butcher nel ruolo del colonnello polacco
  • David Yates come Dick
  • Douglas Argent come ufficiale britannico
  • Terence Brook come ufficiale britannico
  • Frank Coburn come ufficiale britannico
  • Eric Corrie come ufficiale britannico
  • John Corrie come ufficiale britannico
  • Anthony Faramus come ufficiale britannico
  • Eric Lander come ufficiale britannico
  • Kenneth Midwood come ufficiale britannico
  • Peter Myers come ufficiale britannico
  • Claude Le Sache come interprete francese
  • Zygmunt Rewkowski come interprete polacco
  • Carl Duering nel ruolo di Hauptmann Wagner
  • Ludwik Lawinski nel ruolo di Franz Josef
  • Peter Swanwick (accreditato come "Swannick") come Lutyens
  • John Heller come guardia tedesca
  • Jean Driant come inserviente francese
  • Jean Bacon come inserviente francese
  • Frederick Schiller come soldato tedesco
  • Guy Deghy come soldato tedesco

Note di produzione

La rivista teatrale verso la fine del film, che i detenuti usano per mascherare la fuga di Reid e Winslow, inizia con una parodia della canzone di Will Fyffe I Belong a Glasgow , resa I Belong a Colditz . Ian Carmichael e Richard Wattis, nel ruolo di due ufficiali delle guardie granatiere, eseguono una routine di Flanagan e Allen, basata su Underneath the Arches .

Ricezione

Il film è stato il quarto film più popolare al botteghino britannico nel 1955.

Una serie televisiva della BBC, Colditz , era basata sul libro di Reid e trasmessa dal 1972 al 1974. Ha interpretato David McCallum, Robert Wagner, Jack Hedley ed Edward Hardwicke.