base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Sir William Fergusson, 1 ° baronetto

Sir William Fergusson, 1 ° baronetto

Sir William Fergusson, 1 ° Baronetto FRCS FRS FRSE (20 marzo 1808 - 10 febbraio 1877) era un chirurgo scozzese.

Biografia

William Fergusson figlio di James Fergusson di Lochmaben, nel Dumfriesshire, nacque a Prestonpans, East Lothian il 20 marzo 1808, e fu educato prima a Lochmaben e successivamente al liceo e all'Università di Edimburgo. All'età di quindici anni fu posto per suo desiderio nell'ufficio di un avvocato, ma il lavoro si rivelò non comune, e a diciassette anni si scambiò la legge con la medicina, secondo i desideri originali di suo padre. Divenne un allievo assiduo del dottor Robert Knox, anatomista, che era molto contento di un pezzo di meccanismo che Fergusson costruì, e lo nominò all'età di venti dimostranti nella sua classe di quattrocento alunni.

Nel 1828 Fergusson divenne una licenza, e nel 1829 un membro dell'Edinburgh College of Surgeons. Continuò zelante in anatomia, trascorrendo spesso dalle dodici alle sedici ore al giorno nella sala di dissezione. Due dei suoi preparativi, mirabilmente dissezionati, sono ancora conservati nel museo dell'Edinburgh College of Surgeons. Poco dopo le qualifiche, Fergusson iniziò a tenere una parte delle lezioni di anatomia generale, in associazione con Knox, e per dimostrare l'anatomia chirurgica. Nel 1831 fu eletto chirurgo al Royal Dispensary di Edimburgo, e in quell'anno legò l'arteria succlavia, che era stata poi eseguita in Scozia solo due volte. Il 10 ottobre 1833 sposò Helen, figlia ed erede di William Ranken di Spittlehaugh, Peeblesshire. Questo matrimonio lo pose in facili circostanze, ma non allentò i suoi sforzi dopo il successo nella chirurgia operativa, e nel 1836, quando fu eletto chirurgo alla Royal Infirmary di Edimburgo e membro della Royal Society of Edinburgh, condivideva con James Syme la migliore pratica chirurgica in Scozia.

Nel 1840 Fergusson accettò la cattedra di chirurgia presso il King's College di Londra, con l'ambulanza al King's College Hospital, e si stabilì a Dover Street, Piccadilly, da dove si trasferì nel 1847 a 16 George Street, ora St George's Street, Hanover Square. È diventato MRCS Engl. nel 1840, e compagni nel 1844. La sua pratica crebbe rapidamente e la fama della sua abilità operativa portò molti studenti e visitatori al King's College Hospital. Nel 1849 fu nominato chirurgo ordinario al principe consorte, e nel 1855 chirurgo straordinario, e nel 1867 sergente chirurgo alla regina.

Per molti anni Fergusson è stato il principale operatore a Londra. Fu eletto presidente per due anni della Pathological Society di Londra nel 1859. Fu eletto nel consiglio del College of Surgeons nel 1861, esaminatore nel 1867, e fu presidente del college nel 1870. Come professore di anatomia umana e chirurgia ha tenuto due corsi di lezioni prima del College of Surgeons nel 1864 e nel 1865, che sono stati successivamente pubblicati. Fu presidente della British Medical Association nel 1873. Nel 1875 ricevette il titolo onorario di LL.D. dell'Università di Edimburgo. Rinunciò alla cattedra di chirurgia presso il King's College nel 1870, ma fino alla sua morte fu professore clinico di chirurgia e chirurgo senior presso il King's College Hospital. Era anche un membro della Royal Society. Fu creato un baronetto il 23 gennaio 1866, un onore che lo portò a ricevere una presentazione da trecento vecchi allievi, consistente in un servizio da dessert in argento del valore di £ 400, alla cena annuale degli uomini del vecchio King's College il 21 giugno 1866.

Morì a Londra dopo una estenuante malattia, della malattia di Bright, il 10 febbraio 1877, e fu sepolto a West Linton, nel Peeblesshire, dove sua moglie era stata sepolta nel 1860.

Un ritratto di Fergusson di Lehmann, dipinto su abbonamento, è stato presentato al London College of Surgeons nel 1874, e una replica è al Edinburgh College of Surgeons.

Valutazione

La reputazione di Fergusson è quella di un geniale operatore e di un grande chirurgo "conservatore". Il termine chirurgia conservativa, applicato per la prima volta da Fergusson nel 1852 alle operazioni per la conservazione di parti del corpo che altrimenti sarebbero state sacrificate, non indica semplicemente operazioni da lui originate o migliorate, poiché James Syme aveva già avuto molto successo in questa linea di procedura. Ma Fergusson estese il principio dall'operazione di escissione dell'articolazione del gomito a molti altri. Nessuna parte del corpo che poteva essere utilmente conservata era troppo piccola per lui per fare sforzi per salvare. Tra le operazioni con le quali viene identificato in modo particolare il suo nome ci sono quelle per palpebra e palatoschisi, e operazioni sulle mascelle, l'asportazione delle articolazioni, in particolare anca, ginocchio e gomito, litotomia e litotrità e amputazioni degli arti. La sua abilità nella dissezione e il suo attento studio delle azioni dei muscoli che doveva tagliare, erano di fondamentale importanza per il suo successo. Nelle sue lezioni al College of Surgeons fu in grado di parlare di trecento operazioni di successo per harelip. L'operazione per il palatoschisi era stata in gran parte abbandonata fino a quando non l'ha ripresa di nuovo. La sua abilità manipolativa e meccanica è stata dimostrata sia nei suoi modi di operare, sia nei nuovi strumenti che ha ideato. La pinza del bulldog, il bavaglio per il palatoschisi e vari coltelli piegati attestano la sua ingegnosità. Un segno ancora più alto della sua abilità consisteva nella pianificazione perfetta di ogni dettaglio di un'operazione in anticipo; nessuna emergenza non è stata fornita. Quindi, quando è iniziata un'operazione, ha proceduto con notevole velocità e silenzio fino alla fine, applicando lui stesso ogni benda e cerotto e lasciando, per quanto possibile, nessuna traccia della sua operazione. Così silenziosamente furono condotte la maggior parte delle sue operazioni, che spesso si immaginava di essere in cattivo rapporto con i suoi assistenti. La sua puntualità e il suo odio per inutili perdite di tempo erano molto marcati.

Come docente, fuori dalla sala operatoria, Fergusson non brillava, a causa della sua reticenza e della sua imperfetta padronanza dei soggetti astratti; sebbene su punti di pratica ha dato un'istruzione eccellente. In sala operatoria le sue osservazioni sui casi davanti a lui erano preziose e istruttive. Per gli studenti era molto gentile e generoso. Doveva sostenere molta opposizione, soprattutto da parte di Syme, ma non imitava le modalità di controversia del suo avversario; e se in qualsiasi occasione avesse immaginato di aver detto o fatto qualcosa per ferire i sentimenti di un altro, non si sarebbe mai riposato fino a quando non avesse effettuato la riparazione in qualche forma.

Fergusson era un eccellente falegname, in grado di competere con abili artigiani. Quando era uno studente, si fece un caso di dissezione rilegato in ottone e nel 1834 completò un litotrite, con un nuovo pignone e cremagliera, che usò per tutta la vita. Era un buon violinista, un esperto pescatore a mosca e molto appassionato del dramma. La sua resistenza fu notevole; non sembrava mai stanco e non aveva quasi un giorno di malattia fino a quando non fu attaccato dalla malattia di Bright. Era alto, dignitoso e di buona presenza, con un'espressione geniale ma acuta, appassionato di uno scherzo e molto ospitale. Ha fornito aiuti gratuiti a un gran numero di sacerdoti, attori, autori e governanti. Aiutò molti dei suoi allievi a iniziare la vita, molti dei quali raggiunsero la fama di chirurghi. Non ha mai dimenticato il volto di un allievo.

In alcune espressioni di opinione, Fergusson era sconsiderato, specialmente nelle materie che richiedevano più conoscenze di fisiologia e igiene di quanto possedesse. Le sue prove davanti alla commissione reale sulla vivisezione e le sue relazioni con i praticanti omeopatici, che è stato portato a modificare, ne sono un esempio. Ma i suoi difetti erano difetti di simpatia, non di autocontrollo o intolleranza alla critica.

Famiglia

Il 10 ottobre 1833, Fergusson sposò Helen Hamilton Ranken, figlia ed erede di William Ranken di Spittlehaugh, Peeblesshire. Avevano due figli: Sir James Ranken Fergusson (figlio maggiore ed erede) e Charles Hamilton (che alla fine sarebbe salito al grado di maggiore nell'esercito), e tre figlie.

Bibliografia

L'opera principale di Fergusson è la sua

  • System of Practical Surgery , Londra, 1842; quinta edizione 1870. (https://archive.org/stream/5thsystemofpract00ferguoft#page/606/mode/2up), dove menziona l'incisione utilizzata per rimuovere i tumori mascellari (nota come incisione di Weber & Fergusson)

Ha anche scritto

  • Lezioni sul progresso dell'anatomia e della chirurgia nel presente secolo , 1867 (anche a Lancet, 1864–1867);

e le seguenti carte e opuscoli:

  • "On Lithotrity", nella rivista medica e chirurgica di Edimburgo , volume xliv .;
  • "Conto della dissezione di un paziente in cui l'arteria succlavia era stata legata per aneurisma ascellare", nel London Journal of Medical Science di Edimburgo , settembre 1841;
  • "Caso di aneurisma degli innominati, trattato dalla legatura dell'arteria carotide destra", a Londra e nel Edinburgh Journal Journal of Medical Science, novembre 1841;
  • Conferenza introduttiva al King's College di Londra , 1848;
  • Hunterian Oration , 1871;
  • "Osservazioni sul palatoschisi e sulla stafiloraphy", Med.-Chir. Trans. , volume xxviii .;
  • "Caso di escissione dell'estremità superiore del femore", Med.-Chir. Trans. , xxviii .;
  • "Caso di resezione della scapola", Med.-Chir. Trans. , xxxi .;
  • "Sul trattamento dell'aneurismo mediante manipolazione", Med.-Chir. Trans. , xl .;
  • vedi anche Lancet per molti anni per le segnalazioni di casi a lui affidati.