base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Peter Mathieson (nefrologo)

Peter Mathieson (nefrologo)

Peter William Mathieson (cinese: 馬斐森; nato il 18 aprile 1959) è un nefrologo inglese, attuale vice-cancelliere e preside dell'Università di Edimburgo. In precedenza, è stato vice-cancelliere e presidente dell'Università di Hong Kong (HKU). È stato preside della Facoltà di Medicina e Odontoiatria dell'Università di Bristol prima di assumere l'incarico presso l'HKU nell'aprile 2014, ed è stato in precedenza direttore degli studi presso il Christ's College di Cambridge.

Biografia

Peter Mathieson andò a scuola a Penzance, in Cornovaglia, poi si specializzò in medicina con il massimo dei voti presso il London Hospital Medical College nel 1983. Dopo aver frequentato il college nel West End di Londra, andò al Christ's College di Cambridge come Medical Research Tirocinante del Consiglio (MRC), studiando per un dottorato di ricerca conseguito nel 1992. La sua tesi era intitolata "Ruolo dei linfociti T nelle risposte autoimmuni". Mentre studiava per il suo dottorato di ricerca, Mathieson ha anche insegnato a Cambridge ed è stato nominato "Insegnante dell'anno" nel 1992 dagli studenti di medicina dell'università. Mathieson ha ricevuto una seconda borsa di studio MRC durante la quale ha lavorato sul complemento / immunologia con Doug Fearon e Peter Lachmann. È stato anche direttore degli studi di medicina clinica al Christ's College di Cambridge.

carriera

Università di Bristol

Mathieson è entrato all'Università di Bristol nel 1995 come professore di fondazione di medicina renale. È stato anche nefrologo consulente onorario presso il North Bristol NHS Trust. Nel 1999 è stato eletto membro dell'Accademia di Scienze mediche, Regno Unito. Mentre era all'università di Bristol, Mathieson gestiva il progetto di ricerca "Le basi cellulari dell'albuminuria", con un finanziamento di 585.000 sterline dall'MRC dal 2005 al 2008. Il progetto mirava a "sviluppare modi di rilevare e curare i primi reni e le malattie cardiache". Nel 2007 è stato eletto come il più giovane presidente della Renal Association ed è diventato capo del Dipartimento di Scienze Cliniche dell'Università di North Bristol. È stato anche nominato direttore della ricerca e sviluppo per il North Bristol NHS Trust. Tra il 2003 e il 2007 ha presieduto il Research Grants Committee di Kidney Research UK. È stato membro del comitato per le prove cliniche della Renal Association dal 1996 al 2007 e presidente tra il 2000 e il 2003. Nel 2008 è stato nominato preside della Facoltà di Medicina e Odontoiatria dell'Università di Bristol.

È stato nominato Preside della Facoltà di Medicina e Odontoiatria dell'università nel 2008. I medici della Fondazione degli ospedali universitari di Bristol hanno votato Mathieson come "Top Teacher" per il periodo 2011-12. Un ulteriore progetto di ricerca finanziato dall'MRC sul trattamento di pazienti con nefropatia membranosa (un tipo di malattia renale) ha trovato un trattamento che mitigava il deterioramento; i risultati sono stati pubblicati su The Lancet .

Università di Hong Kong

Nell'ottobre 2013, Mathieson è stato nominato vicecancelliere dell'Università di Hong Kong, in sostituzione di Lap-Chee Tsui. La sua nomina è stata controversa in quanto alcuni membri del personale ritengono che Mathieson non abbia esperienza di gestione e familiarità con la società cinese. Long Che-hung, che ha guidato il comitato che ha nominato Mathieson ha notato che aveva esperienza nella gestione di una facoltà all'Università di Bristol, mentre Mathieson stesso ha suggerito la sua la non familiarità con la Cina ha dato l'opportunità di ricominciare da capo.

Mathieson incontra studenti che protestano contro il rifiuto del consiglio della HKU di nominare Johannes Chan come vice-cancelliere. Mathieson ha sostenuto l'appuntamento.

Il suo mandato alla HKU è stato descritto come pieno di "tensioni e scontri tra l'organo di governo dell'università e gli studenti". Cinque mesi dopo il suo vice-cancelliere, un boicottaggio di classe guidato dagli studenti, che protestava contro la decisione del suffragio di Hong Kong da parte delle autorità di Pechino, si è evoluto in una protesta di occupazione di 79 giorni. Durante la crisi, ha affermato che l'indipendenza non era un'opzione politica realistica per Hong Kong, ma ha difeso il diritto degli studenti di protestare a favore dei valori democratici di Hong Kong.

Nel 2015, Mathieson è stato eletto membro onorario della Hughes Hall, Università di Cambridge. Quell'anno, un panel dell'Università di Hong Kong guidato da Mathieson scelse Johannes Chan come vice-cancelliere, tuttavia la nomina fu bloccata dal consiglio direttivo dell'università. Chan è a favore della democrazia, sostiene i diritti umani e nel 2014 aveva sostenuto gli studenti che occupavano proteste ed era impopolare con il governo. L'episodio è stato visto come un incidente in cui la libertà accademica dell'università era minacciata e, di conseguenza, l'autorità di Mathieson ha sofferto; in un sondaggio del personale, il 78% delle persone non riteneva che Mathieson avesse "efficacemente protetto la libertà accademica". Rivolgendosi ai risultati del sondaggio, Mathieson ha riconosciuto l'impopolarità di alcune delle sue azioni e ha messo in dubbio la metodologia del sondaggio.

Il 2 febbraio 2017, 2 anni prima della scadenza originale del suo contratto, Mathieson si è dimesso dalla carica di HKU. Mathieson ha affermato di essere stato espulso dalla posizione del presidente del consiglio direttivo della HKU, Arthur Li. Il presidente della Staff Association, William Cheung, dichiarò "ora puoi apprezzare perché ti ringraziamo così tante volte per aver ingaggiato il professor Mathieson" dopo aver sostenuto che Mathieson non è riuscito a sostenere la libertà accademica, ha scoraggiato il dibattito nel campus e non ha capito le esigenze degli studenti sono emerse da un sondaggio del personale. Rivolgendosi ai risultati del sondaggio, Mathieson ha descritto il sondaggio come difettoso nella sua metodologia.

Contrariamente ad alcuni dei punti di vista sopra, molti ad Hong Kong sentono di aver mostrato leadership e hanno diretto un corso molto diplomatico tra il governo di Hong Kong, la Cina, gli studenti, l'università e la cittadinanza in un momento complesso e difficile della storia di Hong Kong, quando il "movimento ombrello" degli studenti del 2014 è emerso e ha fermato il centro della città. La sua premura e preoccupazione erano per la sicurezza dei suoi studenti in un momento in cui il movimento divenne violento. Ha riconosciuto che l'indipendenza non era un'opzione politica realistica per Hong Kong, ma ha difeso il diritto degli studenti di protestare a favore dei valori democratici di Hong Kong.

Università di Edimburgo

Mathieson è diventato preside e vicecancelliere dell'Università di Edimburgo nel febbraio 2018. Sarà la figura più pagata nell'istruzione superiore scozzese con un pacchetto di benefici superiori a £ 400.000. Mentre l'università ha affermato che lo stipendio è stato fissato in relazione al pagamento del vice cancelliere in università di dimensioni simili, è stato criticato dall'università e dall'università durante la disputa nel Regno Unito tra il personale universitario e la gestione delle pensioni. Lo stipendio di £ 342.000 è inferiore a quello che Mathieson è stato pagato a HKU. Ha tenuto lezioni a studenti universitari di medicina sulla sua specializzazione in malattie renali a Edimburgo.

Ricerca

Secondo il profilo di Mathieson sul sito web dell'Università di Bristol:

il principale interesse clinico è nelle malattie renali autoimmuni, come glomerulonefrite, vasculite sistemica, lupus eritematoso sistemico. I suoi interessi di ricerca riguardano la biologia delle cellule glomerulari umane e la regolazione della permeabilità glomerulare, e guida il gruppo nell'Unità renale accademica che negli ultimi anni ha dato un contributo significativo allo studio dei podociti e delle cellule endoteliali glomerulari, interazioni tra loro e fattori nel causalità e trattamento della proteinuria. Il lavoro del gruppo ha attirato importanti finanziamenti per la ricerca di circa £ 5 milioni da fonti tra cui Medical Research Council, Wellcome Trust e Kidney Research UK.