base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Peter Fatialofa

Papali'itele Peter Momoe Fatialofa MNZM (Samoan: Pita Fatialofa ) (26 aprile 1959 - 6 novembre 2013) era un giocatore di rugby samoano che capitanava le Samoa nella loro prima apparizione in Coppa del Mondo di rugby nel 1991. Fu tra i primi della Nuova Zelanda- giocatori basati per rappresentare Samoa. Era soprannominato Fats .

Primi anni di vita

Il padre di Fatialofa è di Lepa Aleipata, Samoa e anche sua madre di Samoa, ma tutta la sua vita è stata allevata dalla parte della madre. Fatialofa è nato ad Auckland, ma è tornato alle Samoa quando era ancora alle elementari.

carriera

Fatialofa ha iniziato la sua carriera da rugby senior ad Auckland, giocando per il Grafton Club come 19enne nella competizione Auckland Senior B. Si trasferì nel club Ponsonby nel 1981, vincendo il Gallaher Shield otto volte con quella squadra tra il 1981 e il 1995. Giocò 72 partite rappresentative per Auckland e fece parte del loro regno di Ranfurly Shield dal 1985 al 1993.

Fatialofa ha debuttato per le Samoa contro l'Irlanda in una partita di prova del 29 ottobre nel tour del Galles e dell'Irlanda del 1988. Ha capitanato per la prima volta Samoa nel 1989 e li ha guidati ai Mondiali di rugby del 1991. Hanno perso contro la Scozia nei quarti di finale dal 28 al 6.

Fatialofa ha suonato l'ultima volta per Samoa contro Figi a Suva il 20 luglio 1996. Grassi: Peter Fatialofa e la storia di Manu Samoa è stata pubblicata e pubblicata un'autobiografia nello stesso anno. Successivamente ha lavorato come regista per la sua attività di trasloco di pianoforte e mobili di proprietà della famiglia.

Nel 1996, con il premio Queen's Birthday Honorors, Fatialofa è diventato membro dell'Ordine al merito della Nuova Zelanda, per i servizi al rugby.

Muore il 6 novembre 2013 a Samoa per infarto.

Onori

  • Nel 2019, il World Rugby induce Fatialofa nella sua Hall of Fame, insieme a Richie McCaw, Shiggy Konno, Os du Randt, Graham Henry e Diego Ormaechea.