base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Pat Phoenix

Patricia Frederika Phoenix (nata Manfield ; 26 novembre 1923 - 17 settembre 1986) era un'attrice inglese che divenne uno dei primi simboli sessuali della televisione britannica attraverso il suo ruolo di Elsie Tanner, un membro del cast originale di Coronation Street .

Primi anni di vita

Phoenix è nata al St Mary's Hospital di Fallowfield, Manchester, da Annie ( nata Noonan), originaria della contea di Galway, in Irlanda, e Thomas "Tom" Manfield. Phoenix ha affermato di essere nata anche a Galway, anche se in seguito ha affermato di essere semplicemente d'accordo con qualcosa che la sua anziana madre aveva già detto alla stampa.

Quando Phoenix aveva otto anni, suo padre fu coinvolto in un incidente d'auto; in tribunale, è stato rivelato che il suo matrimonio è stato grandioso in quanto non aveva mai divorziato dalla sua prima moglie, che viveva a qualche chilometro di distanza e per cui aveva pagato gli alimenti per molti anni. In seguito descrisse questo periodo della sua vita come un "incubo", dicendo che "ho perso il mio mondo sicuro, protetto e normale". Sua madre in seguito sposò Richard Pilkington.

Phoenix ha frequentato la Fallowfield Central School. Da bambina, ha nutrito le prime ambizioni teatrali, apparendo regolarmente alla radio in Children's Hour all'età di 11 anni, dopo aver presentato un monologo. Dopo aver lasciato la scuola, ha lavorato come archivista presso il dipartimento del gas della Manchester Corporation, esibendosi in film amatoriali nel suo tempo libero. Si è unita all'Arts Theatre di Manchester e ad altre compagnie di repertorio del Nord.

carriera

La grande occasione di Phoenix arrivò nel 1948, quando interpretò la moglie di Sandy Powell nel film Mancunian Film Studios Cup-tie Honeymoon , seguito da una stagione estiva a Blackpool con Thora Hird nello spettacolo Happy Days . L'esposizione ha portato a lavori più seri con il Workshop teatrale di Joan Littlewood al Theatre Royal, Stratford East. Ha anche lavorato come scrittrice per il ventriloquo Terry Hall e il comico Harry Worth. Nel 1958 ( Blood of the Vampire e Jack lo Squartatore ) seguirono alcune opere cinematografiche indistinte e, nel 1960, tornò a Manchester con la sua ambizione quasi spenta.

Le fortune di Phoenix sono migliorate quando le è stato dato il suo ruolo più noto come Elsie Tanner, la divorziata che può interessare al diavolo che viveva al n. 11 di Coronation Street . A questo punto, aveva cambiato il suo nome da Pilkington a Phoenix, dopo l'uccello mitologico che si levava dalle ceneri. Ha partecipato al programma dal 1960 al 1973 e di nuovo dal 1976 al 1984. Nel 1972 è stata invitata ad aprire una nuova pista di speedway a Ellesmere Port e il suo personaggio come Elsie Tanner ha contribuito a attirare una folla record di circa 10.000 sulla pista di Thornton Road, Ellesmere Port, sede dei "Gunners". Il suo personaggio è diventato noto per i suoi capelli rossi infuocati ed è stato descritto dal Primo Ministro James Callaghan come "la cosa più sexy in televisione". Durante i suoi periodi di assenza dalla serie, fallì nei suoi tentativi di trovare ruoli alternativi adatti. Ha lasciato la serie per l'ultima volta nel gennaio 1984. Nella storia, il suo personaggio si è trasferito in Portogallo per incontrare una vecchia fiamma fino al 2004, quando il personaggio è morto in un incidente d'auto (fuori dallo schermo).

La popolarità di Phoenix le è valsa una parte nel film britannico The L-Shaped Room (1962) in cui interpretava una prostituta e in cui interpretava anche il suo futuro marito Antony Booth in un piccolo ruolo. Dopo la sua ultima partenza da Coronation Street , è apparsa in una commedia televisiva in un atto, Hidden Talents , nel 1986. In quel momento, soffriva di un cancro polmonare avanzato; nella commedia, interpretava una donna che moriva di cancro. Ha anche recitato nella sitcom di breve durata Constant Hot Water nello stesso anno, interpretando una padrona di casa di Bridlington. È stata l'argomento di This Is Your Life nel 1972 quando è stata sorpresa da Eamonn Andrews sul set di Coronation Street . Nel 1985, è stata intervistata per una rivista da un fan di vecchia data, la cantante Morrissey, che l'ha anche interpretata sulla copertina di uno dei singoli degli Smiths, "Shakespeare's Sister".

Vita privata

La vita amorosa di Phoenix è stata spesso foraggio per storie di tabloid. Il suo primo matrimonio fu con l'attore Peter Marsh, che sposò nella Cattedrale di Bradford nel 1953; il matrimonio durò solo un anno e divorziarono nel 1961. Nel 1972, sposò la co-protagonista di Coronation Street Alan Browning, che aveva problemi di alcol e morì per insufficienza epatica nel 1979. In seguito sposò l'attore Anthony Booth, il padre suocera del futuro primo ministro Tony Blair.

Phoenix ha scritto due volumi di autobiografia: All My Burning Bridges (1974) e Love, Curiosity, Freckles and Doubt (1983). Era una cattolica romana praticante e una sostenitrice per tutta la vita del Partito Laburista, facendo una campagna per suo genero Tony Blair alle elezioni generali del 1983 e fece una campagna per fargli eleggere membro del Parlamento per Sedgefield a maggioranza schiacciante. Ha anche fatto una campagna con Booth per l'ex ministro della tecnologia Tony Benn, alle elezioni elettorali di Chesterfield nel 1984; che ha vinto Benn.

Possedeva anche il Navigation Inn, un pub a Buxworth.

Morte

Nel marzo 1986, a Phoenix, che fumava sessanta sigarette al giorno, fu diagnosticato un cancro ai polmoni dopo il collasso a casa. Ha continuato a lavorare dopo la diagnosi, nascondendo la sua malattia alla maggior parte delle persone, incluso il suo amante Anthony Booth. Nell'estate del 1986, le sue condizioni sono peggiorate, costringendola a sottoporsi a trattamenti più estesi e confermando lievi speculazioni sulla stampa che aveva problemi di salute. Più tardi trapelò che aveva solo poche settimane da vivere e le erano stati dati gli ultimi riti.

Phoenix ha sposato Booth a Stockport nel settembre 1986, attirando molta attenzione da parte dei media. Otto giorni dopo, morì nel sonno, all'età di 62 anni. Su sua richiesta, il suo funerale alla Holy Name Church di Manchester presentò una grande banda di ottoni; secondo le storie di Coronation Street scritte dallo storico dello spettacolo Daran Little, voleva che l'evento che ha segnato la sua morte fosse vivace come la sua vita. Il deputato laburista Tony Blair e sua moglie Cherie erano tra i partecipanti al lutto.

eredità

Dalla sua morte, Phoenix è stata interpretata da Kym Marsh, Denise Black, Debbie Rush e Sue Johnston (che sono anche apparsi in Coronation Street come, rispettivamente, Michelle Connor, Denise Osborne, Anna Windass e Gloria Price), Lynda Rooke e Jessie Wallace in vari drammi che descrivono la sua vita, sia sul palco che in televisione. È commemorata da una targa blu fuori dai Granada Studios, il luogo per la maggior parte dei suoi lavori in Coronation Street .