base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

nganga

nganga

Nganga è un termine in lingua Kikongo per erborista o guaritore spirituale in molte società africane e anche in molte società della diaspora africana come quelle di Haiti, in Brasile e Cuba. Deriva da * -ganga in proto-Njila, un primo ramo della famiglia Bantu. La forma del verbo ad essa correlata, -gang- si riferisce alla saggezza, conoscenza e abilità. Poiché questo termine è un riflesso multiplo di una radice proto-bantu, ci sono lievi variazioni sul termine in tutto il mondo di lingua bantu.

In Africa

Il proprietario e l'operatore di un nkisi , che affidava i suoi poteri ad altri, era il nganga .

Nel regno di Kongo il termine "nganga" era il nome di una persona che possedeva l'abilità di comunicare con l'altro mondo, oltre a dividere la causa della malattia, la sventura e lo stress sociale e preparare misure per affrontarle, spesso con soprannaturali significa ma a volte anche la medicina naturale. Erano anche responsabili di caricare nkisi, o oggetti fisici intesi come il ricettacolo delle forze spirituali. Quando Kongo si convertì al cristianesimo alla fine del XV secolo, il termine nganga fu usato per tradurre sacerdoti cristiani e mediatori spirituali tradizionali. Nel moderno Kikongo i sacerdoti cristiani sono spesso chiamati "Nganga a Nzambi" o "sacerdoti di Dio".

In Sudafrica, l' inyanga ha un ruolo medicinale, in contrasto con il sangoma , che si occupa della divinazione e degli spiriti ancestrali, tuttavia, la distinzione è diventata sfocata in alcune aree e molti guaritori tradizionali tendono a praticare entrambe le arti. In Swahili, mganga si riferisce a un medico qualificato o un guaritore tradizionale.

Shona N'anga / Zulu Nyanga

Tra gli Shona dello Zimbabwe, un n'anga è un guaritore tradizionale che usa una combinazione di erbe, consigli medico / religiosi e guida spirituale per curare le persone. Nello Zimbabwe, i N'angas sono riconosciuti e registrati sotto lo ZINATHA (Zimbabwe National Traditional Healer's Association).

Si ritiene che abbiano poteri religiosi per raccontare fortune e per cambiare, guarire, benedire o persino uccidere le persone. Tradizionalmente i N'anga erano la principale fonte di aiuto delle persone in tutte le questioni della vita. Sono esistiti per decenni molto prima dell'era coloniale britannica. Si dice che i leader della guerriglia si siano consultati con N'anga durante la guerra di Rodi a Bush.

Ancora oggi, i N'anga sono consultati dalle persone per consigli e guarigione da molte malattie. A volte i N'angas indirizzano i loro pazienti ai medici e agli ospedali occidentali in caso di emergenza o malattia che non possono curare con l'aiuto del loro spirito di guarigione.

Kongo nganga

Un missionario inglese descrive come appare un nganga durante la sua performance di guarigione:

Spessi cerchi di bianco intorno agli occhi, una macchia di rosso sulla fronte, ampie strisce di giallo sono disegnate lungo le guance, fasce di rosso, bianco o giallo scorrono lungo le braccia e attraverso il petto .... Il suo vestito è composto da le pelli ammorbidite di animali selvatici, interi o in strisce, piume di uccelli, fibre e foglie secche, ornamenti di leopardo, coccodrillo o denti di topo, piccole campane tintinnanti, sonagli rumorosi ...

Questo aspetto selvaggio aveva lo scopo di creare un effetto spaventoso, o kimbulua in lingua Kongo. Il costume del nganga era spesso modellato sulla sua nkisi. L'atto di indossare il costume faceva parte dello spettacolo; tutti i partecipanti sono stati contrassegnati con strisce rosse e bianche, chiamate makila , per protezione.

I "cerchi di bianco attorno agli occhi" si riferiscono a linee di mamoni (dal verbo mona , per vedere). Queste linee indicano la capacità di vedere fonti nascoste di malattia e male.

Yombe nganga indossava spesso maschere bianche, il cui colore rappresentava lo spirito di una persona deceduta. Il bianco era anche associato a giustizia, ordine, verità, invulnerabilità e intuizione: tutte le virtù associate al nganga .

Il nganga è istruito nella composizione del nkondi , forse in un sogno, da uno spirito particolare. In una descrizione del processo del banganga, il nganga quindi abbatte un albero per il legno che userà per costruire il nkondi . Quindi uccide un pollo, causando la morte di un cacciatore che ha avuto successo nell'uccidere il gioco e la cui anima prigioniera anima successivamente la figura di nkondi . Sulla base di questo processo, Gell scrive che il nkondi è una figura un indice di agenzia cumulativa, un "nodo visibile che lega insieme una matassa invisibile di relazioni spazio-temporali" di cui i partecipanti al rituale sono consapevoli.

Nelle Americhe

A Cuba, il termine nganga si riferisce a una certa creazione realizzata con un calderone di ferro in cui sono collocati diversi oggetti (come ossa e bastoncini). Si riferisce anche allo spirito dei morti che risiede lì. In Palo, si riferisce a un calderone di ferro usato per venerare il mpungo che può essere usato per magia e divinazione.

Nella cultura popolare

In SimCity Societies: Destinations , uno sciamano tribale si chiama "Nganga".