base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Navalram Pandya

Navalram Pandya

Navalram Laxmiram Pandya (Gujarati: નવલરામ) (9 marzo 1836 - 7 agosto 1888) era un critico gujarati, drammaturgo, poeta, saggista, editore, educatore e riformatore sociale. È considerato una figura molto importante nella moderna letteratura gujarati. Il primo umorista, il primo drammaturgo storico, il primo critico e il più notevole studioso della sua epoca, Navalram fu il primo ad annunciare la nuova generazione di scrittori come Manilal Dwivedi, Govardhanram Tripathi e Narsinhrao Divetia. I suoi scritti coprono numerose aree tra cui filosofia, patriottismo, riforma, educazione, giornalismo, grammatica e letteratura.

Vita

Navalram nacque il 9 marzo 1836 a Surat (ora nel Gujarat) da Nandkor e Lakshmiram Pandya. Fisicamente debole da bambino, non si interessava molto ai giochi ed era introverso nella natura. Ma era brillante nello studio e all'età di undici anni, superò l'esame finale in volgare e ottenne l'ammissione in una scuola inglese come studioso di merito gratuito. Ha superato l'esame di maturità nel 1853. Sebbene fosse un prodigio in matematica, non andò al college e si unì come insegnante supplementare alla High School inglese di Surat nel 1854. Da lì andò a Deesa e si unì alla Anglo Vernacular School . Quindi divenne assistente principale del Ahmedabad Training College e vi lavorò dal 1870 al 1876. Nel 1876 divenne il preside del Rajkot Training College e visse lì fino alla sua morte il 7 agosto 1888.

Nel 1847, all'età di 11 anni, sposò Shivagauri, che morì dopo 10 mesi di matrimonio. Il suo secondo matrimonio fu con Manigauri nel 1850. Suo figlio, Dhimatram, nacque nel 1867, mentre sua figlia, Kamla, nel 1871.

Govardhanram Tripathi e Vijayray Vaidya pubblicarono la sua biografia rispettivamente come Navalram Lakshmiram Ni Jivankatha (1940) e Shukra Tarak (1944).

Lavori

Oltre a scrivere saggi letterari e recensioni di libri, Navalram era un critico della distinzione. Ha iniziato la sua carriera di scrittore con un rapporto sul caso Maharaj Libel (1863).

Riproduce

Nel 1867, scrisse il Gujarati Bhatnu Bhopalu, basato su The Mock Doctor di Henry Fielding, un'opera teatrale che a sua volta era stata adattata dal drammaturgo francese Le Médecin malgré lui del molière . Ha scritto dramma storico Veermati nel 1869 sulla base della storia di Jagdev Parmar, pubblicato nel Alexander Kinloch Forbes' Rasmala.

Critica

Nel 1867 rivedeva il primo romanzo gujarati, Karan Ghelo nel Gujarat Mitra , aprendo la strada alla critica della letteratura gujarati.

Prosa

Navalram era un editore di Gujarat Shala Patra , un periodico di educazione. Scrisse un commento seriale sulla poesia con umorismo intitolato Akbarshah ane Birbal Nimitte Hindi Hasyatarang nel periodico dal 1860 al 1870. Un'altra sua scrittura serializzata nel periodico Engrej Lok no Sankshipt Itihas (Concise History of Englishmen, 1880-1887) fu successivamente pubblicata e pubblicata da Balwantray Thakore nel 1924. Tradusse il Meghadūta di Kalidasa (1870) in Gujarati e discusse anche la metodologia della traduzione in esso. Kavijivan (1888) è un lavoro biografico sul poeta gujarati e riformatore sociale Narmad basato sulla sua autobiografia, Mari Hakikat .

Altri

Le sue raccolte di poesie Balalagnabatrisi (1876) hanno criticato il matrimonio infantile mentre Balagarbavali (1877) parla degli ideali di vita delle donne. Ha curato Kunwarbai nu Mameru di Premanand Bhatt (1871). Il suo Vyutpattipatha (1887) fu un saggio pionieristico sulla filologia in Gujarati, mentre Nibandh-riti era un saggio sulla scrittura di saggi.

Le sue opere complete sono pubblicate sotto Navalgranthavali (1891), a cura di Govardhanram Tripathi.