base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Descrizione linguistica

Nello studio del linguaggio, la descrizione o la linguistica descrittiva è il lavoro di analisi obiettiva e della descrizione di come il linguaggio è effettivamente usato (o come è stato usato in passato) da un gruppo di persone in una comunità linguistica.

Tutta la ricerca accademica in linguistica è descrittiva; come tutte le altre discipline scientifiche, il suo scopo è quello di descrivere la realtà così com'è, senza il pregiudizio delle idee preconcette su come dovrebbe essere. La moderna linguistica descrittiva si basa su un approccio strutturale al linguaggio, come esemplificato nel lavoro di Leonard Bloomfield e altri.

La descrizione linguistica è spesso in contrasto con la prescrizione linguistica, che si trova soprattutto nell'educazione e nell'editoria. La prescrizione cerca di definire norme linguistiche standard e di fornire consigli su un uso efficace del linguaggio e può essere considerata come una presentazione dei frutti della ricerca descrittiva in una forma apprendibile, sebbene si basi anche su aspetti più soggettivi dell'estetica del linguaggio. La prescrizione e la descrizione sono complementari, ma hanno priorità diverse e talvolta sono considerate in conflitto. La descrizione viene talvolta distinta dal "descrittivismo", che viene quindi definito come la convinzione che la descrizione sia più significativa o importante per insegnare, studiare e praticare rispetto alla prescrizione.

Descrizione

Come lo descrive il linguista inglese Larry Andrews, la grammatica descrittiva è l'approccio linguistico che studia come è una lingua, al contrario di quella prescrittiva, che dichiara come dovrebbe essere una lingua. In altre parole, i grammatici descrittivi focalizzano l'analisi su come comunicano tutti i tipi di persone in tutti i tipi di ambienti, di solito in contesti più casuali e quotidiani, mentre i grammatici prescrittivi si concentrano sulle regole grammaticali e sulle strutture predeterminate dai registri linguistici e dalle figure di potere per quelli che sono sotto il controllo di dette autorità da utilizzare. Un esempio che Andrews usa nel suo libro è meno di vs meno di . Un grammatico descrittivo affermerebbe che entrambe le affermazioni sono ugualmente valide, purché il destinatario del messaggio sia in grado di comprenderne il significato. Un grammatico prescrittivo, d'altra parte, analizzerebbe le regole e le convenzioni alla base delle dichiarazioni fatte e determinerebbe quale affermazione è corretta o altrimenti preferibile in base a tali regole. Andrews ritiene inoltre che, sebbene la maggior parte dei linguisti sarebbe grammaticali descrittivi, la maggior parte degli insegnanti delle scuole pubbliche tende ad essere prescrittiva.

Le sfide

La descrizione accurata del linguaggio reale è un problema difficile e i linguisti sono stati spesso ridotti ad approssimazioni. Quasi tutta la teoria linguistica ha la sua origine in problemi pratici di linguistica descrittiva. La fonologia (e i suoi sviluppi teorici, come il fonema) si occupa della funzione e dell'interpretazione del suono nel linguaggio. La sintassi si è sviluppata per descrivere le regole relative al modo in cui le parole si relazionano tra loro per formare frasi. La lessicologia raccoglie "parole" e loro derivazioni e trasformazioni: non ha dato origine a molte teorie generalizzate.

Un punto di vista "mentalista" estremo nega che la descrizione linguistica di una lingua possa essere fatta da chiunque, tranne un oratore competente. Tali oratori hanno interiorizzato qualcosa chiamato "competenza linguistica", che dà loro la possibilità di estrapolare correttamente dalla loro esperienza espressioni nuove ma corrette e di rifiutare espressioni che non trasmettono significato nel modo in cui l'oratore intende. Ad esempio, un'espressione potrebbe essere ambigua, portando probabilmente a diverse interpretazioni da parte dell'ascoltatore. A seconda dell'intenzione di chi parla, l'ambiguità può essere desiderabile (come negli scherzi e nell'umorismo) oppure no.

Una descrizione linguistica è considerata descrittivamente adeguata se raggiunge uno o più dei seguenti obiettivi di linguistica descrittiva:

  1. Una descrizione della fonologia della lingua in questione.
  2. Una descrizione della morfologia delle parole appartenenti a quella lingua.
  3. Una descrizione della sintassi di frasi ben formate di quella lingua.
  4. Una descrizione della derivazione lessicale.
  5. Una documentazione del vocabolario, che comprende almeno mille voci.
  6. Una riproduzione di alcuni testi autentici.