base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Kozloduy

Kozloduy

Kozloduy (bulgaro: Козлодуй) è una città di 13.771 abitanti nel nord-ovest della Bulgaria, situata nella provincia di Vratsa, sul fiume Danubio. La città fu liberata dal dominio ottomano il 23 novembre 1877 dall'esercito rumeno sotto il comando dell'esercito russo imperiale. Kozloduy è meglio noto per la centrale nucleare di Kozloduy, l'unica centrale nucleare della Bulgaria (a gennaio 2018), che si trova nelle vicinanze, così come la seconda più grande isola bulgara del Danubio, Kozloduy Island. La città è anche conosciuta per la nave Radetski , la barca in cui il poeta e rivoluzionario Hristo Botev e con altre 200 persone attraversarono il Danubio nel tentativo finale di radunare un esercito e liberare la Bulgaria dall'Impero ottomano.

Storia

I primi dati ufficiali mostrano che Kozloduy fu popolato nel XVI secolo. È nei tumuli dove rimangono le tracce di un centro di dimora tracia che esisteva nel primo millennio a.C. In seguito la grande carreggiata romana lungo il Danubio attraversò questi luoghi. Ne sono testimonianza i resti della castella romana (cioè dei castelli) Magura piatra (o Regianum ), Camistrum e Augusta. In questa regione ci sono tre trincee storiche che in seguito furono chiamate Lomski, Ostrovski e Kozloduiski dove fu collocato un presidio militare di Khan Asparukh.

Nel 18 ° secolo l'insediamento fu segnato come Kotozluk e Kozludere ("una bassa coomb") e successivamente Kozloduy ("un angolo di blocchi di ghiaccio").

Il 17 maggio 1876 il distacco di Hristo Botev sbarcò a Kozloduy sul piroscafo Radetski. Il 23 novembre 1877 l'8 ° reggimento di cavalleria sotto il comandante Alexandru Perets liberò Kozloduy dagli ottomani. Questa cavalleria faceva parte delle forze rumene sotto il comando dell'esercito imperiale russo. La costruzione di Kozloduy iniziò effettivamente con la costruzione della prima centrale nucleare, che iniziò il 6 aprile 1970.

Posizione

La città è situata sul fiume Danubio, che è il corridoio di trasporto europeo n. 7. Si trova a 80 km dal centro della provincia di Vratsa e 200 km dalla capitale Sofia. Il comune è composto da 5 centri abitati. La città e 4 villaggi - Butan, Harlets, Glojene e Kriva Bara.

Economia e affari

Il comune è uno dei più ricchi della provincia di Vratsa (dopo il comune di Vratsa) e ha uno standard di vita superiore alla media per la Bulgaria. La città è uno dei posti migliori in Bulgaria per l'imprenditorialità e l'avvio di attività, poiché molti personale qualificato proveniente da altre parti della Bulgaria vengono a Kozloduy a causa della centrale nucleare. Kozloduy ha una posizione strategica vicino ai corridoi di trasporto N.7, N.5, N.8 e N.9. Due grandi aziende, ognuna nel settore dell'edilizia e dell'elettronica, hanno sede in città.

Città gemelle e città sorelle

  • Bechet, Romania
  • Bosilegrad, Serbia
  • Kalofer, Bulgaria
  • Putivl, Ucraina
  • Whitehaven, Regno Unito

Popolazione

Nonostante un costante declino della popolazione, Kozloduy è attualmente la seconda città più popolosa della provincia di Vratsa (Vratsa è la prima) con circa 13.800 residenti. I bulgari costituiscono il più grande gruppo etnico, seguito da residenti di origine turca, rom, russa e rumena. Kozloduy ha anche attirato visitatori stranieri, poiché molti seminari sull'energia nucleare si svolgono nella città.

Onori

Kozloduy Cove a Robert Island, Isole Shetland Meridionali, prende il nome da Kozloduy.