base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Ian Deary

Ian Deary

Ian John Deary OBE, FBA, FRSE, FMedSci (nato nel 1954) è uno psicologo scozzese noto per il lavoro nei campi dell'intelligenza, dell'invecchiamento cognitivo, dell'epidemiologia cognitiva e della personalità.

Deary è professore di psicologia differenziale all'Università di Edimburgo. È ex direttore del Centro per l'invecchiamento cognitivo e l'epidemiologia cognitiva e condirettore del Centro di ricerca sulla demenza di Alzheimer in Scozia.

Ricerca

Ian Deary ha contribuito a numerosi argomenti nella ricerca di intelligence. Ad esempio, ha condotto numerosi studi sulla relazione tra intelligenza e compiti cognitivi elementari come il tempo di reazione e il tempo di ispezione, e ha studiato la sovrapposizione tra intelligenza e rendimento scolastico.

Deary è stata una delle fondatrici del campo dell'epidemiologia cognitiva, che studia il rapporto tra intelligenza e risultati sulla salute. Ha descritto e discusso dell'epidemiologia cognitiva in un articolo del 2010 per la rivista Psychological Science in the Public Interest.

Una recensione del 2010 su Nature Reviews Neuroscience, scritta da Deary, ha descritto la ricerca sulla neuroscienza delle differenze di intelligenza. Nel 2012, la rivista Annual Review of Psychology ha pubblicato una panoramica del campo della ricerca sull'intelligence, creata da Deary.

Studi di coorte di nascita di Lothian

Deary fu uno dei co-fondatori degli studi sulla coorte di nascita di Lothian del 1921 e del 1936. Questi studi raccolgono dati da individui scozzesi più anziani che, a 11 anni, furono sottoposti a test di intelligenza nell'ambito dei sondaggi mentali scozzesi del 1932 e del 1947. Dal dal 2000 in poi, Deary e colleghi hanno contattato i membri sopravvissuti di questi sondaggi che vivevano nelle aree di Edimburgo e Lothian e li hanno invitati a ripetere lo stesso test di intelligenza, insieme a ulteriori batterie di test cognitivi. I membri delle coorti nati nel 1921 furono seguiti all'età di 79 anni e quelli nati nel 1936 all'età di 70 anni. Anche i membri dell'intervista e i dati biomedici furono raccolti dai membri della coorte per consentire un'ampia indagine sulle cause e le conseguenze delle differenze cognitive per tutta la durata della vita.

Utilizzando i dati degli studi sulla coorte di nascita di Lothian, Deary e colleghi hanno studiato gli effetti dell'invecchiamento sulla cognizione. Ad esempio, gli studi hanno dimostrato che l'intelligenza tra 11 e 79 anni è altamente stabile (correlazione intorno a r = .66) e che l'intelligenza dell'infanzia e della vecchiaia ha una correlazione genetica di .62. Numerosi articoli tratti dagli studi sulla coorte di nascita di Lothian, scritti da Deary, hanno riferito che punteggi più elevati di intelligenza infantile predicono negativamente la mortalità precedente; cioè, le persone più intelligenti vivono più a lungo.

I dati degli studi sulla coorte di nascita di Lothian continuano ad essere utilizzati per studi sulla relazione dell'intelligenza con un'ampia varietà di risultati sanitari, educativi e socioeconomici. Inoltre, i dati di imaging genetico e cerebrale dei membri delle Coorti consentono di studiare le cause biologiche delle differenze nell'intelligenza e nell'invecchiamento cognitivo.

Premi e riconoscimenti

Ian Deary è membro del Royal College of Physicians di Edimburgo, della Royal Society of Edinburgh, della British Academy, della Academy of Medical Sciences, del Royal College of Psychiatrists e della Association for Psychological Science. È stato un ex presidente dell'International Society for the Study of Individual Differences e ha conseguito un premio al merito di ricerca della Royal Society-Wolfson Research (2003-2007) per la ricerca sull'invecchiamento cognitivo. Nel 2003 ha ricevuto il primo dei Cancellieri alla University of Edinburgh, e nel 2010 è stato nominato Distinguished Psychological Personality European dall'associazione europea di psicologia della personalità. Nel 2014, Deary ha ricevuto il Lifetime Achievement Award dall'International Society for Intelligence Research, e ha ricevuto il James McKeen Cattell Fellow Award dall'Association for Psychological Science nel 2015. In occasione del nuovo anno 2019, Deary ha ricevuto un OBE per i servizi al Scienze sociali.

Vita privata

Deary è cantante, sassofonista e paroliere con la band di Edinburgo Dancing Mice.

Bibliografia

Deary ha oltre 2000 articoli elencati su Web of Science che sono stati citati più di 49.000 volte dandogli un indice h (dal 2019) di 108. Un elenco completo di pubblicazioni scientifiche per Ian Deary è disponibile su Google Scholar.

Libri

  • Deary, IJ (2000). Guardare all'intelligenza umana: dalla psicometria al cervello. Oxford, Regno Unito: Oxford University Press.
  • Deary, IJ (2001). Intelligenza: una breve introduzione. Oxford, Regno Unito: Oxford University Press.
  • Matthews, G., Deary, IJ e Whiteman, MC (2009). Tratti della personalità (3a edizione). Cambridge, Regno Unito: Cambridge University Press.
  • Deary, IJ, Whalley, LJ, & Starr, JM (2009). Una vita di intelligenza . Washington, DC: American Psychological Association.