base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Greta Keller

Greta Keller

Margaretha "Greta" Keller (8 febbraio 1903 - 11 novembre 1977) era una cantante e attrice americana di cabaret.

Biografia

Nei primi anni

Nata Margaretha Keller a Vienna, in Austria, ha studiato danza dall'età di otto anni, seguita da recitazione. Il suo debutto fu nel Pavillon, a Vienna. È anche apparsa sul palco con Marlene Dietrich a Broadway, in cui ha cantato e ballato.

Un contratto discografico con Ultraphon nel 1929 la portò da Vienna a Praga e Berlino, dove ebbe un grande successo con Peter Igelhoff e Peter Kreuder. Per oltre 45 anni la sua voce è stata familiare in tutto il mondo, in programmi radiofonici, film, riviste, concerti e musical, ma soprattutto nelle registrazioni. Chiamata per la prima volta The Great Lady Of Chanson nella sua nativa Vienna, il soprannome la seguì a Londra e in America.

Vita privata

Il primo matrimonio di Greta Keller con il cantante Joe Sargent (1928) non durò. Si è rivelato essere un alcolizzato. Il suo secondo matrimonio iniziò e terminò a Hollywood, dove conobbe e sposò Gaspar Griswold Bacon, Jr. figlio di Gaspar G. Bacon di un'importante famiglia "Boston Brahmin". L'anziano Bacon era un membro del consiglio dell'Università di Harvard, era stato uno stretto collaboratore di JP Morgan e in seguito era stato segretario di stato sotto Teodoro Roosevelt e ambasciatore in Francia sotto William Howard Taft.

Suo marito, noto nel cinema e nel teatro come David Bacon, fu assassinato nel 1943, due settimane dopo aver terminato un ruolo importante nel serial della Repubblica The Masked Marvel . La speculazione riguardava questioni con Howard Hughes e un altro attore, ma le indagini sull'omicidio cessarono senza risultato e i file in seguito scomparvero. A causa di quello shock e di una dose controindicata di morfheina somministrata dal fratello di Bacon, un medico, il figlio di Greta con Bacon era nato morto. Le ci è voluto del tempo per riprendersi da questi eventi, ma ha ricominciato la sua carriera in Svizzera, poi a Vienna, Berlino e di nuovo a New York City.

Dal 1973 fino alla sua morte, nel novembre 1977, Keller visse, lavorò e viaggiò con il suo ultimo compagno, Wolfgang Nebmaier.

carriera

La sua voce più lieta portava il fascino delle donne parigine, ma non perse mai il cuore della ragazza di Vienna. Il canto di Greta in quello che alcuni chiamano "uno stile che ricorda Marlene Dietrich" deriva dal fatto che era la modella per il modo in cui Marlene Dietrich sviluppava la propria voce. Greta Keller registrò in tutto il mondo e dagli anni '20 agli anni '70. Ha trascorso molti anni negli Stati Uniti, in particolare nelle sale club dell'hotel al Waldorf e (successivamente) allo Stanhope a New York, dove il suo spettacolo includeva sempre "My Way", con testi composti da Paul Anka e un certo numero di Noël Coward numeri. Un "cantante da cantante", Keller attirava spesso altri artisti nella stanza, tra cui Nordstrom Sisters, Beverly Sills e Hildegarde.

Altri clienti abituali hanno prenotato gli stessi tavoli quasi tutte le sere che stava esibendo, incluso il fotografo Edgar de Evia. I favoriti della folla di Stanhope erano le canzoni di Cole Porter e Noël Coward, per la loro intuizione sessuale e doppi sensi. Tra questi "Miss Otis Regrets" e "I'm the Other Woman in His Life" della sua cara amica Elisse Boyd. Torna regolarmente a Vienna. Il poeta e cantante Rod McKuen è stato presentato da lei a un pubblico di Vienna. McKuen, a sua volta, ha ospitato un concerto presentandola al Lincoln Center negli anni '70, e ha scritto la lirica inglese "Se vai via" al "Ne Me Quitte Pas" di Jacques Brel, che cantava sempre.

Il suo repertorio includeva canzoni degli anni '30 durante gli anni della guerra e canzoni popolari del giorno. Qualche anno prima della sua morte, la sua voce fu ascoltata nel film vincitore del premio Oscar Cabaret (1972), che cantò la canzone "Heirat" (Married).

Keller fu sepolto nella salciccia Zentralfriedhof.

Filmografia

  • L'uomo alla ricerca del suo assassino (1931)
  • Lied vom Leben, Das (1931) nel ruolo di Singer, aka Song of Life (US)
  • Melody of Love (1932) nel ruolo di Singer, aka Right to Happiness (US)
  • Abenteurer von Paris, Der (1936) nel ruolo di Cabaret Singer, aka The Paris Adventure (US)
  • Reunion in Francia (1942) come Baronessa von Steinkamp, ​​alias Mademoiselle France (Regno Unito) e Reunion
  • Herz spielt falsch, Ein (1953) nel ruolo di Chansonniere / Cabaret Singer, aka A Heart's Foul Play
  • Blaue Stunde (1967) come cantante
  • Cabaret (1972), la sua voce è stata ascoltata in un disco come cantante di "Heirat"

Filmografia come: Attore, Se stessa, Apparizioni televisive degne di nota

Se stessa - filmografia

  • Underground and Emigrants (1976)

Apparizioni TV notevoli

  • Five Fingers , nel ruolo di Micheline nell'episodio "Station Break" (episodio n. 1.1), 3 ottobre 1959
  • Drehscheibe, Die , che suona il cantante, 6 novembre 1968
  • VIP-Schaukel , interpretando se stessa (episodio n. 4.3), 15 dicembre 1974

link esterno

  • Greta Keller su IMDb
  • Keller Discografia su Folkways
Controllo dell'autorità
  • BNE: XX1662241
  • GND: 118721623
  • ISNI: 0000 0001 1794 7135
  • LCCN: n96007957
  • MusicBrainz: a2cbe154-926d-4d69-925d-01547699c0f3
  • VIAF: 207687
  • Identità WorldCat (tramite VIAF): 207687