base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

George Ryga

George Ryga (27 luglio 1932-18 novembre 1987) è stato un drammaturgo e romanziere canadese.

Nei primi anni

Ryga è nata a Deep Creek (54 ° 57'N, 113 ° 13'O) vicino ad Athabasca, in Alberta, da poveri genitori immigrati ucraini. Incapace di continuare gli studi dopo il sesto anno, ha lavorato in una varietà di lavori, tra cui radio copywriter. Ryga continuò a studiare, frequentando corsi di corrispondenza e vincendo una borsa di studio alla Banff School of Fine Arts. Nel 1955, ha viaggiato in Europa, dove ha partecipato all'Assemblea mondiale per la pace di Helsinki e ha lavorato per la BBC. L'anno seguente tornò in Canada.

carriera

Mentre viveva a Edmonton, ha pubblicato il suo primo libro, Song of My Hands (1956), una raccolta di poesie.

La prima opera teatrale di Ryga, Indian , è stata eseguita in televisione nel 1961. Ha raggiunto l'esposizione nazionale con The Ecstasy of Rita Joe nel 1967. L'opera, considerata da molti come la più importante opera teatrale in lingua inglese da un drammaturgo canadese, è la storia di una giovane donna nativa che arriva in città e scopre di non avere un posto né con la sua stessa gente né con il bianco. È stato eseguito a Vancouver, presso il National Arts Centre di Ottawa e nello stato di Washington. Nel 1971, il lavoro fu eseguito come balletto dal Royal Winnipeg Ballet.

Altre opere di Ryga includono:

  • Captives of the Faceless Drummer - 1971
  • Sunrise on Sarah - 1972
  • Ritratto di Angelica - 1973
  • Ploughmen of the Glacier - 1977
  • In the Shadow of the Vulture - 1985
  • Paracelso - 1986
  • Summerland - 1992

Ha dato un contributo significativo alla musica popolare quando ha scritto testi per una serie di canzoni composte dai membri della band di Vancouver The Collectors per la colonna sonora della sua opera del 1969 Grass and Wild Strawberries . Early Morning , il singolo uscito dal risultante album Grass & Wild Strawberries , divenne un piccolo successo locale e la traccia dell'album show Sevente Seventeenth Summer fu ri-registrata dalla band dopo aver subito un cambio di appartenenza e cambiato il suo nome in Chilliwack. La traccia distintiva, fortemente influenzata dalle forme musicali di First Nations, divenne per molti anni una melodia caratteristica negli spettacoli dal vivo di Chilliwack.

Morte

Morì a Summerland, nella Columbia Britannica nel 1987. La sua casa è stata trasformata nel George Ryga Centre, un centro di arte e cultura.

Riconoscimento

Nel 1995 è stata pubblicata una biografia, The Ecstasy of Resistance , di James Hoffman.

Dal 2004, il premio George Ryga per la consapevolezza sociale nella letteratura è stato consegnato a uno scrittore colombiano britannico che ha pubblicato un libro con importanti temi sociali.

Una targa murale per commemorare George Ryga è stata installata nella Biblioteca Summerland di recente apertura nell'ottobre 2015.

Bibliografia

  • Canzone delle mie mani . 1956
  • Hungry Hills . 1963
  • Ballata di un selettore di pietre . 1966
  • L'estasi di Rita Joe . 1970
  • L'estasi di Rita Joe e altri spettacoli . 1971
  • Sunrise on Sarah - 1973
  • Scrivania notturna . 1976
  • Plowman of the Glacier . 1977
  • Sette ore al tramonto . 1977
  • Oltre la Crimson Morning . 1979
  • Due opere teatrali: Paracelso e Prometeo legato . 1982
  • Un ritratto di Angelica e una lettera a mio figlio . 1984
  • All'ombra del avvoltoio . 1985
  • Athabasca Ryga - 1990
  • Summerland . 1992
  • George Ryga: The Other Plays . 2004 (a cura di James Hoffman)
  • George Ryga: The Prairie Novels . 2004 (a cura di James Hoffman)

Ulteriori letture

  • Subhash Chander: nazionalismo canadese e George Ryga, una prospettiva postcoloniale. Critica al nazionalismo canadese nei drammi di George Ryga. Lambert Academic Publishing LAP, Saarbrücken 2011

Film

  • 2009 - Hungry Hills
  • 2018 - Just a Ploughboy: un film su George Ryga , scritto e diretto da Gina Payzant

Reel Mensch Studios, Edmonton, AB, Canada