base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Pipit di roccia eurasiatica

Pipit di roccia eurasiatica

Anthus spinoletta petrosus (Montagu, 1798)

Il pipit di roccia euroasiatica ( Anthus petrosus ), o semplicemente pipit di roccia , è una specie di piccolo uccello passeriforme che si riproduce nell'Europa occidentale sulle coste rocciose. Ha le parti superiori marroni grigiastre striate e le parti inferiori buff, e ha un aspetto simile ad altre pipit europee. Esistono tre sottospecie, di cui solo la forma Fennoscandiana è migratrice, svernando in habitat costieri più a sud in Europa. Il pipit di roccia eurasiatico è territoriale almeno nella stagione riproduttiva e per tutto l'anno in cui è residente. I maschi a volte entrano in un territorio adiacente per aiutare il residente a respingere un intruso, comportamento noto solo diversamente dal granchio violinista africano.

I pipit di roccia eurasiatici costruiscono un nido a coppa sotto la vegetazione costiera o nelle fessure della scogliera e depongono da quattro a sei uova grigio chiaro maculate che si schiudono in circa due settimane con altri 16 giorni a fuggire. Sebbene gli insetti vengano occasionalmente catturati in volo, i pipit si nutrono principalmente di piccoli invertebrati raccolti dalle rocce o da acque poco profonde.

La pipa di roccia eurasiatica può essere cacciata da uccelli rapaci, infestata da parassiti come le pulci, o fungere da ospite involontario del comune cuculo, ma nel complesso la sua popolazione è grande e stabile, e quindi viene valutata come una specie di minore preoccupazione dall'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN).

Tassonomia e sistematica

La famiglia Motacillidae è composta da wagtails, pipit e longclaws. Il più grande di questi gruppi sono i pipit nel genere Anthus , che sono in genere insettivori terrestri piumati di marrone. Le loro apparenze simili hanno portato a problemi tassonomici; il pipit d'acqua e il pipit dal ventre buffo erano considerati sottospecie del pipit di roccia eurasiatico fino a quando non furono separati dall'Unione ornitologi britannici nel 1998. Il pipit di roccia eurasiatico è strettamente correlato al prato, alla gola rossa e alle tubature rosate, nonché le sue sottospecie precedenti.

La prima descrizione formale che nominò questa specie fu del naturalista inglese George Montagu nel 1798. Era stata precedentemente descritta nel 1766 da Thomas Pennant, nella prima edizione di British Zoology , sebbene non la distinguesse dal comune titolo (pipit di prato). Fu mostrato per la prima volta diverso da quella specie da John Walcott nell'edizione del 1789 della sua Sinossi degli uccelli britannici , in cui la chiamava l'allodola del mare. John Latham fu il primo a dare alla pipa di roccia eurasiatica un nome scientifico, Alauda obscura nel 1790, ma l'esemplare da lui esaminato era stato erroneamente identificato in merito alla specie ed era in realtà un'allodola oscura . Nello stesso anno, Montagu, che Latham aveva consultato sull'uccello, scoprì la pipa di roccia eurasiatica sulla costa del Galles del sud, dove alcuni pescatori nella regione erano noti come "allodola di roccia". Adottò quel nome per la specie e le diede il nome scientifico Alauda petrosus .

Il nome scientifico del pipit di roccia euroasiatico deriva dal latino. Anthus è il nome dato da Plinio il Vecchio a un piccolo uccello di praterie, e lo specifico petrosus significa "roccioso", da petrus , "roccia".

Esistono tre sottospecie riconosciute del pipit rock euroasiatico:

  • Anthus petrosus petrosus (Montagu, 1798) - la sottospecie nominata, razze in Irlanda, Gran Bretagna, Francia nord-occidentale e Isole del Canale
  • Anthus petrosus kleinschmidti (Hartert, 1905) - razze sulle Isole Faroe, Shetland, Orkney, Fair Isle e St. Kilda
  • Anthus petrosus littoralis Brehm, 1823 - razze a Fennoscandia e nella Russia nordoccidentale e inverni sulla costa occidentale dell'Europa dal sud al nord-ovest dell'Africa.

A. p. kleinschmidti viene talvolta unito alla forma nominata, A. p. petrosus . La sottospecie suggerita A. p. meinertzhageni su South Uist, A. p. hexperianus sull'isola di Arran e A. p. i ponens nella Francia nordoccidentale non possono essere separati in modo affidabile dalla forma designata. C'è una tendenza geografica in apparenza, con uccelli più scuri, più scuri all'estremità occidentale della gamma e individui più pallidi e più pallidi a est.

Descrizione

La pipa di roccia eurasiatica è lunga 16,5-17 cm (6,5–6,7 pollici) e pesa 18–32,5 grammi (0,63–1,15 once). La razza nominata ha parti superiori di oliva fumosa, debolmente striate di marrone scuro, e parti inferiori lucide, fortemente marcate con strisce marroni mal definite. Le gambe, il becco e l'iride sono marrone scuro o nerastri e c'è un anello pallido. I sessi sono simili; sebbene i maschi siano in media leggermente più luminosi delle femmine, la sovrapposizione è completa e gli uccelli non possono essere sessati sull'aspetto o sulle misurazioni. Gli uccelli immaturi assomigliano all'adulto, sebbene a volte possano essere più marroni e più striati sopra, sembrando superficialmente simili ai pipit di prato.

Rispetto alla forma nominata, A. p. kleinschmidti ha un colore leggermente più giallo, meno oliva, parti superiori e parti più chiare e più gialle tra il seno che striscia. A. p. il littoralis può presentare parti inferiori rosate e un supercilium pallido (sopracciglio) in estate, in modo simile al pipit d'acqua. I pipit rock eurasiatici vaghi in inverno sono facilmente distinguibili dai pipit d'acqua, ma molto difficili da assegnare alla sottospecie per aspetto o misurazioni. Le popolazioni occidentali sono note per essere quasi sedentarie, quindi a est del bacino dell'Elba i vaganti pipuri di roccia eurasiatica sono presumibilmente per lo più littorali .

I pipit rocciosi eurasiatici adulti hanno una muta completa tra agosto e settembre, momento in cui i giovani sostituiscono il loro corpo e alcune piume nascoste delle ali, dando loro un aspetto molto simile agli adulti. Da fine gennaio a inizio marzo vi è una muta parziale e una muta variabile individualmente di alcune piume nascoste del corpo e delle ali, e talvolta le piume della coda centrale.

La pipa di roccia eurasiatica è strettamente correlata alla pipa d'acqua e alla pipa da prato ed è piuttosto simile nell'aspetto. Rispetto alla pipit prato, la pipit roccia eurasiatica è più scura, più grande e con le ali più lunghe rispetto al suo parente, e ha gambe scure, piuttosto che rosso-rosate. Anche la pipa d'acqua nel piumaggio invernale è confusa con la pipa di roccia eurasiatica, ma ha un forte supercilium e parti superiori più grigie; è anche in genere molto più cauto. Anche le penne della coda esterna della pipa eurasiatica, piuttosto che bianche, sono una distinzione da tutti i suoi parenti. Gli habitat utilizzati dalla roccia eurasiatica e dalle tubature dell'acqua sono completamente separati durante la stagione riproduttiva, e c'è poca sovrapposizione anche quando gli uccelli non nidificano.

La canzone eurasiatica del pipit rock è una sequenza di una ventina di note cheepa tintinnanti seguite da una serie crescente di chiamate gee sottili, e terminando con un breve trillo. Il richiamo del volo pseep acuto è intermedio tra il sorso morbido sorso sorso del pipit prato e il pugno corto e sottile del tubo dell'acqua.

Distribuzione e habitat

La pipa di roccia eurasiatica è quasi interamente costiera, frequentando aree rocciose in genere inferiori a 100 metri (330 piedi), sebbene a St Kilda si riproduca fino a 400 metri (1.300 piedi). La pipa di roccia eurasiatica non è turbata dal vento o dalla pioggia, anche se evita situazioni molto esposte. Può verificarsi più all'interno nell'inverno o durante la migrazione.

La gamma riproduttiva è l'Europa temperata e artica sulle coste occidentali e del Mar Baltico, con un numero molto piccolo a volte nidificante in Islanda. La razza nominata è in gran parte residente, con solo movimenti limitati. A. p. kleinschmidti , che nidifica sulle isole Faerøer e sulle isole scozzesi, in inverno può spostarsi su spiagge sabbiose o nell'entroterra verso fiumi e laghi. A. p. il littoralis è in gran parte migratorio, svernando sulle coste dalla Scandinavia meridionale all'Europa sud-occidentale, con alcuni che raggiungono il Marocco. I vagabondi hanno raggiunto Spitsbergen e le Isole Canarie, ma i record in Europa lontano dalla costa sono rari. Ad esempio, un maschio sparato a Dresda nel 1894, ora nella collezione del Museo Statale di Zoologia locale, è l'unico esemplare per la Sassonia.

Le popolazioni migratrici lasciano i loro terreni di riproduzione a settembre e ottobre, tornando da marzo in poi, anche se nell'estremo nord potrebbero non arrivare prima di maggio.

Comportamento

La pipa di roccia eurasiatica è un uccello molto più accessibile rispetto alla pipa d'acqua. Se sorpreso, vola a una distanza abbastanza breve, vicino al suolo, prima che si posi, mentre il suo parente è più attento e vola a una certa distanza prima di atterrare di nuovo. I pipit di roccia eurasiatici sono generalmente solitari, solo occasionalmente formano piccoli stormi.

Allevamento

Il pipit rock eurasiatico è altamente territoriale nella stagione riproduttiva e durante tutto l'anno in cui è residente. I maschi riproduttori hanno un'esibizione di canzoni in cui volano a 15-30 metri (49–98 piedi) dal suolo, quindi girano o scendono a terra con un volo svolazzante a "paracadute". I maschi territoriali a volte entrano nel territorio di un maschio adiacente per cooperare allo sfratto di un intruso. Questo comportamento, che richiede la capacità di distinguere il residente dall'intruso, è altrimenti noto solo dal granchio violinista africano.

Le uova vengono deposte da inizio a metà aprile in Gran Bretagna e Irlanda, da metà maggio nella Scandinavia meridionale e da giugno a nord. Il nido è sempre vicino alla riva, in una fessura o buca di scogliera, o sotto la copertura della vegetazione. È costruito dalla femmina con alghe ed erba morta e foderato con fibre o capelli più fini.

La pochette ha 4-6 uova, grigio chiaro lucido con grigi più scuri o macchioline olivastre principalmente all'estremità più ampia. Misurano 21,6 per 16,0 millimetri (0,85 pollici × 0,63 pollici) e pesano 2,7 grammi (0,095 once), di cui il 5% è shell. Sono incubati per 14-16 giorni alla schiusa, quasi interamente dalla femmina, sebbene i maschi siano stati registrati come occasionalmente aiutanti. I pulcini altrui nudi sono covati dalla femmina e si abbracciano in circa 16 giorni. Entrambi i genitori possono nutrire i pulcini per diversi giorni dopo l'invio. Potrebbero esserci due nidiate in un anno a sud della gamma del pipit e solo un'altra più a nord.

In un sondaggio britannico, un tasso di schiusa dell'82% e un tasso iniziale del 78% hanno dato un successo globale di nidificazione del 58%, con una media di 2,5 giovani sopravvissuti per coppia. Al contrario, uno studio nella Francia nordoccidentale ha rilevato che la mortalità giovanile era quasi del 70%. La durata media della vita non viene registrata, sebbene l'età massima registrata sia di 10,9 anni.

Alimentazione

L'habitat di alimentazione della pipa di roccia eurasiatica è costituito da coste rocciose, anziché dalla prateria umida favorita dalla pipa d'acqua. La pipa di roccia eurasiatica si nutre principalmente di invertebrati, cercando la maggior parte delle sue prede a piedi, volando solo occasionalmente per catturare insetti. Si avventurerà in acque poco profonde mentre segue le onde che si ritirano e può trarre vantaggio dall'attività umana che espone doghe marine o altre specie che si nascondono sotto le pietre.

I prodotti alimentari includono lumache, vermi, piccoli crostacei, mosche e scarafaggi. Le proporzioni di ogni specie di preda variano con la stagione e la località. Le larve di anfipodi sono importanti in Irlanda e Scozia, i crostacei in Norvegia e il mollusco Assiminea grayana nei Paesi Bassi. Di tanto in tanto si mangiano piccoli pesci e, in caso di maltempo, i pipit possono cercare altri alimenti, compresi i rifiuti umani. Vi è poca competizione con altre specie per il cibo, poiché gli specialisti delle spiagge rocciose come il piovanello viola prendono alimenti leggermente più grandi e possono guadare in acque più profonde. Quando il cibo è abbondante, i pipit prati possono anche nutrirsi sulla riva, ma vengono scacciati dai pipit in roccia eurasiatici quando ci sono meno prede disponibili.

Predatori e parassiti

La pipa di roccia eurasiatica è cacciata da uccelli rapaci tra cui lo sparviero eurasiatico. Come con altri membri del suo genere, è un ospite del cuculo comune, un parassita della covata. Le uova deposte dai cucù specializzati nell'uso di pipit come ospiti hanno un aspetto simile a quelli del pipit.

Il pipit di roccia eurasiatica ospita anche la pulce Ceratophyllus borealis e diverse altre specie di pulci nei generi Ceratophyllus e Dasypsyllus . La pipa di roccia eurasiatica può beneficiare del parassitismo della comune pervinca Littorina littoria dal trematode castrante Parorchis acanthus . Le spiagge possono diventare attraenti dove il declino della pervinca si traduce in alghe più non pascolate, con corrispondenti aumenti di invertebrati e una maggiore diversità di piccole lumache Littorina come cibo per le pipitelle.

Stato

Le stime della popolazione riproduttiva del pipit di roccia eurasiatico variano, ma possono raggiungere le 408.000 coppie, di cui circa 300.000 in Norvegia. Nonostante lievi cali nella popolazione britannica e una certa espansione della gamma in Finlandia, la popolazione è considerata complessivamente ampia e stabile, e per questo motivo è valutata come una delle specie meno preoccupanti dalla IUCN.

Le densità di riproduzione variano da 0,9 a 6 paia / km (1,4-9,7 paia / mi) di costa a seconda della qualità dell'habitat. Esistono poche minacce, sebbene le fuoriuscite di petrolio possano ridurre temporaneamente la popolazione di invertebrati delle coste rocciose interessate.

Appunti

  1. ^ Per A. p. petrosus e A. p. Littoralis . A. p. kleinschmidti è leggermente più grande di 22,2 per 16,1 millimetri (0,87 pollici × 0,63 pollici).