base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Enterocolite

L'enterocolite è un'infiammazione del tratto digestivo, che coinvolge l'enterite dell'intestino tenue e la colite del colon. Può essere causato da varie infezioni, con batteri, virus, funghi, parassiti o altre cause. Le manifestazioni cliniche comuni di enterocolite sono frequenti defecazioni diarroiche, con o senza nausea, vomito, dolore addominale, febbre, brividi, alterazione delle condizioni generali. Le manifestazioni generali sono date dalla diffusione dell'agente infettivo o delle sue tossine in tutto il corpo o, più frequentemente, da significative perdite di acqua e minerali, conseguenza di diarrea e vomito.

Causa

Tra gli agenti causali di enterocolite acuta ci sono:

  • batteri: Salmonella , Shigella , Escherichia coli , Campylobacter ecc .;
  • virus: enterovirus, rotavirus, virus Norwalk, adenovirus;
  • funghi: candidosi, specialmente nei pazienti immunodepressi o che hanno precedentemente ricevuto un trattamento antibiotico prolungato;
  • parassiti: Giardia lamblia (con alta frequenza di infestazione nella popolazione, ma non sempre con manifestazioni cliniche), Balantidium coli , Blastocystis homnis , Cryptosporidium (diarrea nelle persone con immunosoppressione), Entamoeba histolytica (produce dissenteria amebiana, comune nelle aree tropicali) .

Diagnosi

tipi

Tipi specifici di enterocolite includono:

  • enterocolite necrotizzante (più frequente nei neonati prematuri)
  • enterocolite pseudomembranosa (detta anche "colite pseudomembranosa")

Trattamento