base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Eruzione di droga

Eruzione di droga

In medicina, un'eruzione di droga è una reazione avversa alla pelle della droga. La maggior parte delle reazioni cutanee indotte da farmaci sono lievi e scompaiono quando il farmaco offensivo viene ritirato. Queste sono chiamate "semplici" eruzioni di droga. Tuttavia, eruzioni farmacologiche più gravi possono essere associate a lesioni d'organo come danni al fegato o ai reni e sono classificate come "complesse". I farmaci possono anche causare alterazioni dei capelli e delle unghie, influire sulle mucose o causare prurito senza alterazioni della pelle esterna.

L'uso di farmaci sintetici e biofarmaci in medicina ha rivoluzionato la salute umana, permettendoci di vivere vite più lunghe. Di conseguenza, l'adulto umano medio è esposto a molti farmaci per periodi di trattamento più lunghi per tutta la vita. Questo aumento senza precedenti dell'uso farmaceutico ha portato a un numero crescente di reazioni avverse al farmaco osservate.

Esistono due grandi categorie di reazioni avverse ai farmaci. Le reazioni di tipo A sono effetti collaterali noti di un farmaco che sono ampiamente prevedibili e sono chiamati, farmaco-tossicologici . Considerando che le reazioni di tipo B o di ipersensibilità , sono spesso immuno-mediate e riproducibili con esposizione ripetuta a dosaggi normali di un dato farmaco. A differenza delle reazioni di tipo A, il meccanismo delle reazioni farmacologiche di tipo B o di ipersensibilità non è completamente chiarito. Tuttavia, esiste una complessa interazione tra la genetica ereditata da un paziente, la farmacotossicologia del farmaco e la risposta immunitaria che alla fine danno origine alla manifestazione di un'eruzione di droga.

Poiché la manifestazione di un'eruzione di droga è complessa e altamente individuale, ci sono molti sottocampi in medicina che stanno studiando questo fenomeno. Ad esempio, il campo della farmacogenomica mira a prevenire l'insorgenza di gravi reazioni avverse ai farmaci analizzando il rischio genetico ereditario di una persona. Pertanto, esistono esempi clinici di alleli genetici ereditari che sono noti per prevedere le ipersensibilità ai farmaci e per i quali sono disponibili test diagnostici.

Classificazione

Alcuni degli esempi più gravi e potenzialmente letali di eruzioni farmacologiche sono l'eritema multiforme, la sindrome di Stevens-Johnson (SJS), la necrolisi epidermica tossica (TEN), la vasculite da ipersensibilità, la sindrome da ipersensibilità indotta da farmaci (DIHS), l'eritroderma e la pustolosi esantematica acuta generalizzata ( AGEP). Queste gravi eruzioni cutanee di farmaci sono classificate come reazioni di ipersensibilità e sono immuno-mediate. Esistono quattro tipi di reazioni di ipersensibilità e molti farmaci possono indurre una o più reazioni di ipersensibilità.

Descrizione della reazione Meccanismo mediatore Fenotipo clinico Tipo I L'antigene IgE immediato si lega ai mastociti /

recettori di superficie basofili

Orticaria, anafilassi,

angioedema

IgII IgM mediata da anticorpi, l'anticorpo IgG si lega all'antigene portando a

lisi cellulare guidata dal complemento

trombocitopenia indotta da farmaci,

anemia emolitica, Goodpasture, vasculite ANCA

Depositi di complesso antigene-anticorpo IgM, IgG, IgA complessi di tipo III

nei tessuti scatena il reclutamento di leucociti

Malattia da siero, Henoch-Schonlein Purpura Tipo IV Linfociti T di tipo ritardato Le cellule T attivate producono citochine che causano

infiammazione che porta alla distruzione dei tessuti

Reazione farmacologica con eosinofilia e sintomi sistemici (es. Sindrome DRESS o DIHS), sindrome di Steven-Johnson, necrolisi epidermica tossica, pustolosi esantematica acuta generalizzata

Per aspetto

Il tipo più comune di eruzione è un'eruzione morbilliforme (simile al morbillo) o eritematosa (circa il 90% dei casi). Meno comunemente, l'aspetto può anche essere orticario, papulosquamico, pustoloso, purpurico, bolloso (con vesciche) o lichenoide; l'angioedema può anche essere indotto da farmaci (in particolare, dagli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina).

Per meccanismo

Il meccanismo sottostante può essere immunologico (come nelle allergie ai farmaci) o non immunologico (ad esempio, nella fotodermite o come effetto collaterale degli anticoagulanti). Un'eruzione di droga fissa è il termine per un'eruzione di droga che si verifica nella stessa area della pelle ogni volta che la persona è esposta al farmaco. Le eruzioni possono verificarsi frequentemente con un determinato farmaco (ad esempio con fenitoina) o essere molto rare (ad esempio la sindrome di Sweet in seguito alla somministrazione di fattori stimolanti le colonie).

Di droga

Il colpevole può essere sia un farmaco da prescrizione che un farmaco da banco.

Esempi di farmaci comuni che causano eruzioni di farmaci sono antibiotici e altri farmaci antimicrobici, farmaci sulfa, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), biofarmaci, agenti chemioterapici, anticonvulsivanti e psicofarmaci. Esempi comuni includono fotodermatite da FANS locali (come piroxicam) o da antibiotici (come la minociclina), eruzione fissa di farmaci dovuta a paracetamolo o FANS (ibuprofene) e l'eruzione cutanea dopo ampicillina in caso di mononucleosi.

Alcuni farmaci hanno meno probabilità di causare eruzioni di farmaci (tassi stimati in ≤3 per 1000 pazienti esposti). Questi includono: digossina, idrossido di alluminio, multivitaminici, acetaminofene, bisacodile, aspirina, tiamina, prednisone, atropina, codeina, idroclorotiazide, morfina, insulina, warfarin e spironolattone.

Diagnosi e test di screening

Le eruzioni farmacologiche sono diagnosticate principalmente dall'anamnesi e dall'esame clinico. Tuttavia, possono imitare varie altre condizioni, ritardando così la diagnosi (ad esempio, nel lupus eritematoso indotto da farmaci o nell'eruzione simile all'acne causata da erlotinib). Può anche essere utile una biopsia cutanea, esami del sangue o test immunologici.

Le reazioni ai farmaci hanno un tempismo caratteristico. La tipica quantità di tempo necessaria per la comparsa di un'eruzione cutanea dopo l'esposizione a un farmaco può aiutare a classificare il tipo di reazione. Ad esempio, la pustulosi esantematica generalizzata acuta di solito si verifica entro 4 giorni dall'inizio del farmaco colpevole. La reazione farmacologica con eosinofilia e sintomi sistemici di solito si verifica tra 15 e 40 giorni dopo l'esposizione. La necrolisi epidermica tossica e la sindrome di Stevens-Johnson si verificano in genere 7-21 giorni dopo l'esposizione. L'anafilassi si verifica in pochi minuti. Le eruzioni esantematiche semplici si verificano tra 4 e 14 giorni dopo l'esposizione.

TEN e SJS sono gravi reazioni farmacologiche cutanee che coinvolgono la pelle e le mucose. Per diagnosticare con precisione questa condizione, una storia dettagliata dei farmaci è cruciale. Spesso, diversi farmaci possono essere causali e possono essere utili i test allergologici. I farmaci sulfa sono noti per indurre TEN o SJS in alcune persone. Ad esempio, i pazienti con HIV hanno una maggiore incidenza di SJS o TEN rispetto alla popolazione generale e sono stati trovati per esprimere bassi livelli dell'enzima metabolizzante i farmaci responsabili della disintossicazione dei farmaci sulfa. La genetica svolge un ruolo importante nel predisporre determinate popolazioni a TEN e SJS. Come tale, ci sono alcuni test di screening genetico raccomandati dalla FDA disponibili per alcuni farmaci e popolazioni etniche per prevenire il verificarsi di un'eruzione di droga. L'esempio più noto è l'ipersensibilità alla carbamezepina (un anti-convulsivo usato per il trattamento delle convulsioni) associata alla presenza dell'allele genetico HLA-B * 5801 nelle popolazioni asiatiche.

Popolazione di alleli farmacologici Sindrome clinica raccomandata dalla FDA Test di farmacogenetica Abacavir HLA-B * 5701 Stati Uniti d'America

Africano americano

australiano

DIHS Sì Allopurinol HLA-B * 5801 Han, coreano,

Tailandese, europeo

SJS, TEN, DIHS No Carbamezepine HLA-B * 1502 Han, tailandese,

Malese, coreano

SJS, TEN Sì Dapsone HLA-B * 1301 DIHS cinese No Lamotrigine HLA-B * 38

HLA-B * 1502

Europeo,

Han

SJS, TEN nessuna raccomandazione disponibile Methazolamide HLA-B * 5901 coreano SJS, TEN No fenitoina HLA-B * 1502 Thai, Han SJS, TEN Attenzione

DIHS è un'eruzione farmacologica ad esordio ritardato, che si verifica spesso da alcune settimane a 3 mesi dopo l'inizio di un farmaco. Il peggioramento dei sintomi sistemici si verifica 3-4 giorni dopo l'interruzione del farmaco offensivo. Esistono alleli di rischio genetico che sono predittivi dello sviluppo di DIHS per particolari farmaci e popolazioni etniche. Il più importante dei quali è l'ipersensibilità all'abacavir (un antivirale usato nel trattamento dell'HIV) associato alla presenza dell'allele HLA-B * 5701 nella popolazione europea e africana negli Stati Uniti e negli australiani.

L'AGEP è spesso causata da farmaci antimicrobici, antimicotici o antimalarici. La diagnosi viene spesso effettuata mediante patch test. Questo test deve essere eseguito entro un mese dalla risoluzione dei risultati di rash e patch test in diversi punti temporali: 48 ore, 72 ore e anche più tardi a 96 ore e 120 ore al fine di migliorare la sensibilità.