base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Denti decidui

Denti decidui

I denti decidui , comunemente noti come denti da latte , denti da latte , denti temporanei e denti primari , sono la prima serie di denti nello sviluppo della crescita nell'uomo e in altri mammiferi di diphyodont. Si sviluppano durante lo stadio embrionale di sviluppo ed esplodono - cioè diventano visibili in bocca - durante l'infanzia. Di solito vengono persi e sostituiti da denti permanenti, ma in assenza di sostituzioni permanenti, possono rimanere funzionali per molti anni.

Sviluppo

Denti inferiori di un bambino di sette anni, che mostra i denti primari (a sinistra) , un dente primario perso e l'incavo visibile (al centro) e un dente permanente completamente erotto (a destra)

I denti primari iniziano a formarsi durante la fase embrionale della vita umana. Lo sviluppo dei denti primari inizia alla sesta settimana di sviluppo dei denti come lamina dentale. Questo processo inizia alla linea mediana e poi si diffonde nella regione posteriore. Quando l'embrione ha otto settimane, ci sono dieci gemme sugli archi superiore e inferiore che diventeranno la dentizione primaria (decidua). Questi denti continueranno a formarsi fino a quando non esplodono in bocca. Nella dentizione primaria ci sono un totale di venti denti: cinque per quadrante e dieci per arco. L'eruzione di questi denti ("dentizione") inizia all'età di sei mesi e continua fino ai venticinque o trentatré mesi durante il periodo di dentizione primaria. Di solito, i primi denti visti nella bocca sono i centri mandibolari e gli ultimi sono i secondi molari mascellari.

I denti primari sono costituiti da incisivi centrali, incisivi laterali, canini, primi molari e molari secondari; ce n'è uno in ciascun quadrante, per un totale di quattro di ciascun dente. Tutti questi vengono gradualmente sostituiti con una controparte permanente ad eccezione del primo e del secondo molare primari; sono sostituiti da premolari.

La sostituzione dei denti primari inizia intorno all'età di sei anni, quando i denti permanenti iniziano ad apparire in bocca, con conseguente dentizione mista. I denti permanenti in eruzione causano il riassorbimento delle radici, in cui i denti permanenti spingono sulle radici dei denti primari, causando la dissoluzione delle radici da parte degli odontoclasti (così come l'osso alveolare circostante da parte degli osteoclasti) e l'assorbimento da parte dei denti permanenti in formazione. Il processo di perdita dei denti primari e la loro sostituzione con denti permanenti si chiama esfoliazione. Questo può durare dai sei ai dodici anni. All'età di dodici anni di solito rimangono solo denti permanenti. Tuttavia, non è estremamente raro che uno o più denti primari vengano mantenuti oltre questa età, a volte anche nell'età adulta, spesso perché il dente secondario non riesce a svilupparsi.

Età di dentizione dei denti primari:

  • Incisivi centrali: 6-12 mesi
  • Incisivi laterali: 9–16 mesi
  • Primi molari: 13-19 mesi
  • Denti canini: 16–23 mesi
  • Secondo molare: 22–33 mesi

Funzione

I denti primari sono essenziali nello sviluppo della bocca. I denti primari mantengono la lunghezza dell'arco all'interno della mascella, l'osso e la sostituzione permanente dei denti si sviluppano dagli stessi germi dei denti primari. I denti primari forniscono guide per il percorso di eruzione dei denti permanenti. Anche i muscoli della mascella e la formazione delle ossa della mascella dipendono dai denti primari per mantenere una corretta spaziatura per i denti permanenti. Le radici dei denti primari forniscono un'apertura alla eruzione dei denti permanenti. I denti primari sono importanti per lo sviluppo del linguaggio del bambino, per il sorriso del bambino e svolgono un ruolo nella masticazione del cibo, anche se i bambini a cui sono stati rimossi i denti primari (di solito a causa della carie dentale) possono ancora mangiare e masticare una certa misura.

Società e cultura

In quasi tutte le lingue europee i denti primari sono chiamati "denti da latte" o "denti da latte". Negli Stati Uniti e in Canada, il termine "denti da latte" è comune. In alcuni paesi asiatici vengono definiti "denti da caduta" poiché alla fine cadranno.

Sebbene lo spargimento di un dente da latte sia principalmente associato ad emozioni positive come l'orgoglio e la gioia da parte della maggioranza dei bambini, i fattori socio-culturali (come l'educazione dei genitori, la religione o il paese di origine) influenzano le varie emozioni che i bambini provano durante la perdita di il loro primo dente primario.

Varie culture hanno usanze relative alla perdita di denti decidui. Nei paesi di lingua inglese, la fata dei denti è una finzione infantile popolare che una fata premia i bambini quando i loro denti da latte cadono. I bambini di solito mettono un dente sotto il cuscino di notte. Si dice che la fata prenda il dente e lo sostituisca con denaro o piccoli doni mentre dormono. In alcune parti dell'Australia, della Svezia e della Norvegia, i bambini mettono il dente in un bicchiere d'acqua. Nella Scandinavia medievale esisteva una tradizione simile, sopravvissuta fino ai giorni nostri in Islanda, del tannfé ("denaro contante"), un dono per un bambino che gli taglia il primo dente. In Nigeria, l'Igbo in un'usanza simile si aspetta che un parente o un ospite in visita faccia un regalo o una donazione a un bambino all'avvistamento del visitatore dei denti decidui del bambino. La cultura di Hausa dice che un bambino con un dente caduto non dovrebbe permettere a una lucertola di vedere la sua gomma senza denti perché se una lucertola la vede, nessun dente crescerà al suo posto.

Altre tradizioni sono associate a topi o altri roditori a causa dei loro denti affilati ed eterni. Il personaggio Ratón Pérez appare nel racconto di Il piccolo topo vanitoso. Un Ratoncito Pérez è stato utilizzato da Colgate nella commercializzazione di dentifrici in Venezuela e Spagna. In Italia, la Fatina dei denti ( Fatina ) viene spesso sostituita da un topo piccolo ( topino ). In Francia e nel Belgio francofono, questo personaggio si chiama la petite souris ("Il topolino"). Da parti della pianura scozzese proviene una tradizione simile al topo delle fate: un topo bianco che acquista i denti con le monete.

Diverse tradizioni riguardano il lancio dei denti. In Turchia, Cipro e Grecia, i bambini tradizionalmente gettano i loro denti da latte caduti sul tetto della loro casa mentre esprimono un desiderio. Allo stesso modo, in alcuni paesi asiatici, come India, Corea, Nepal, Filippine e Vietnam, quando un bambino perde un dente, la consuetudine è che lo debba gettare sul tetto se proviene dalla mascella inferiore, o nello spazio sotto il pavimento se proveniva dalla mascella superiore. Mentre lo fa, il bambino grida una richiesta di sostituzione del dente con il dente di un topo. Questa tradizione si basa sul fatto che i denti dei topi crescono per tutta la vita, caratteristica di tutti i roditori.

In Giappone, una diversa variazione richiede che i denti superiori persi vengano gettati direttamente a terra e i denti inferiori dritti in aria o sul tetto di una casa; l'idea è che i denti in arrivo crescano dritti. Alcune parti della Cina seguono una tradizione simile lanciando i denti dalla mascella inferiore sul tetto e seppellendo i denti dalla mascella superiore sottoterra, come simbolo di sollecitare i denti permanenti a crescere più velocemente nella giusta direzione.

La tradizione dello Sri Lanka è quella di gettare i denti da latte sul tetto o su un albero in presenza di uno scoiattolo ( Funambulus palmarum ). Il bambino quindi dice allo scoiattolo di prendere il vecchio dente in cambio di uno nuovo.

In alcune parti dell'India, i bambini piccoli offrono i loro denti da latte scartati al sole, a volte avvolti in un piccolo straccio di erba di cotone. Nello stato indiano dell'Assam, i bambini lanciano i loro denti da latte sul tetto della loro casa e sollecitano un topo a prenderlo, a scambiarsi con i suoi denti (quelli permanenti).

La tradizione di gettare un dente da latte nel cielo al sole o ad Allah e chiedere un dente migliore per sostituirlo è comune nei paesi del Medio Oriente (tra cui Iraq, Giordania, Egitto e Sudan). Potrebbe provenire da un'offerta pre-islamica e certamente risale almeno al 13 ° secolo, quando Izz bin Hibat Allah Al Hadid lo menziona.

Nella Gran Bretagna premoderna, i denti persi venivano comunemente bruciati per distruggerli. Ciò è stato in parte per motivi religiosi legati al Giudizio Universale e in parte per paura di ciò che potrebbe accadere se un animale li avesse ottenuti. Una rima potrebbe essere definita una benedizione:

Vecchio dente, nuovo dente
Prega che Dio mi mandi un nuovo dente