base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

David Brinkley

David Brinkley

David McClure Brinkley (10 luglio 1920 - 11 giugno 2003) era un giornalista americano per NBC e ABC in una carriera che durò dal 1943 al 1997.

Dal 1956 al 1970, ha co-ancorato il programma di notizie notturne più votato della NBC, The Huntley – Brinkley Report, con Chet Huntley e in seguito apparso come co-ancoraggio o commentatore sul suo successore, NBC Nightly News, negli anni '70. Negli anni '80 e '90, Brinkley ha ospitato il popolare Sunday This Week con il programma David Brinkley e un commentatore di spicco sulla copertura delle elezioni notturne per ABC News. Nel corso della sua carriera, Brinkley ha ricevuto dieci Emmy Awards, tre George Foster Peabody Awards e la Presidential Medal of Freedom.

Ha scritto tre libri, tra cui il bestseller del 1988 Washington Goes to War , su come la seconda guerra mondiale abbia trasformato la capitale della nazione. Questa storia sociale si basava in gran parte sulle sue stesse osservazioni di giovane reporter in città.

Primi anni di vita

Brinkley è nato a Wilmington, nella Carolina del Nord, il più giovane di cinque figli nato da William Graham Brinkley e Mary MacDonald (nata a ovest) Brinkley. Ha iniziato a scrivere per un giornale locale, la Wilmington Morning Star , mentre ancora frequentava la New Hanover High School. Ha frequentato la University of North Carolina a Chapel Hill, la Emory University e la Vanderbilt University, prima di entrare in servizio nell'esercito degli Stati Uniti nel 1940. Dopo una dimissione medica, ha lavorato per la United Press International in diversi uffici del sud. Nel 1943, si trasferì a Washington, DC, alla ricerca di un lavoro radiofonico alla CBS News. Invece, ha preso un lavoro alla NBC News, è diventato il suo corrispondente della Casa Bianca e con il tempo ha iniziato ad apparire in televisione.

carriera

Nel 1952, Brinkley iniziò a fornire rapporti a Washington sul programma televisivo serale della NBC Television, The Camel News Caravan (il nome cambiò nel tempo), ospitato da John Cameron Swayze. Nel 1956, i dirigenti della NBC News considerarono varie possibilità per ancorare la copertura della rete delle convenzioni politiche democratiche e repubblicane e quando l'esecutivo J. Davidson Taylor suggerì di accoppiare due giornalisti (aveva in mente Bill Henry e Ray Scherer), il produttore Reuven Frank, che favorì Brinkley per il lavoro, e il direttore delle notizie della NBC, Joseph Meyers, che favorì Chet Huntley, propose di combinare Huntley e Brinkley. I migliori ottoni della NBC acconsentirono, ma avevano così poca fiducia nella squadra che si ritirarono annunciandolo per due mesi. La loro preoccupazione si è rivelata infondata.

L'abbinamento funzionò così bene che il 29 ottobre 1956 i due presero il telegiornale notturno di punta della NBC, con Huntley a New York City e Brinkley a Washington, DC, per il nuovo battezzato Huntley – Brinkley Report . L'umorismo secco di Brinkley ha compensato il tono serio impostato da Huntley, e il programma si è rivelato popolare con il pubblico spento dal tono incessantemente serio delle trasmissioni di notizie della CBS di quell'epoca. La capacità di Brinkley di scrivere per l'orecchio con frasi semplici e dichiarative gli è valso la reputazione di uno degli scrittori più talentuosi del medium, e le sue connessioni a Washington hanno portato Roger Mudd della CBS ad osservare: "Brinkley, di tutti i ragazzi della TV qui, probabilmente ha il miglior senso della città - capisce meglio i suoi umori e la sua mentalità. Conosce Washington e conosce le persone ". Più spesso descritto come "ironico", Brinkley una volta ha suggerito in onda che il modo migliore per risolvere la controversia sull'opportunità di cambiare il nome di Boulder Dam in "Hoover Dam" è stato quello di far sì che l'ex presidente Herbert Hoover cambi il suo nome in "Herbert Boulder ".

Un altro esempio di ironia di Brinkley è stato dimostrato nella terza notte della famigerata Convenzione democratica di Chicago del 1968. Dopo continui abusi dei corrispondenti della NBC fatti sul pavimento della convenzione - vale a dire, interferenze e oscuramento dello staff mediatico da parte dei sostenitori di Hubert Humphrey, presumibilmente con connessioni con il capo politico Richard J. Daley - Brinkley ha criticato la presunta interferenza di Daley con la libertà di stampa a seguito della tempestosa nomina del senatore Abraham Ribicoff a George McGovern. Forse in risposta a una richiesta della sala di controllo per l'obiettività e alludendo al rifiuto di Daley di essere intervistato dal cancelliere John della NBC la sera prima, Brinkley è stato ascoltato dal rumore della dimostrazione della McGovern che diceva: "Il sindaco Daley ha avuto la sua occasione!" ( vale a dire , "ora dai ai McGovern il loro").

Intervista di note di libri con Brinkley su A Memoir , 10 dicembre 1995, C-SPAN

L'uscita serale di Huntley e Brinkley - "Buona notte, Chet" avrebbe intonato Brinkley; "Buona notte, David", avrebbe risposto Huntley - è entrato nell'uso popolare ed è stato seguito dall'inizio del secondo movimento della nona sinfonia di Beethoven mentre i titoli del programma scendevano. Il Rapporto Huntley-Brinkley fu il più popolare telegiornale televisivo americano fino a quando, alla fine degli anni '60, fu superato dal CBS Evening News , ancorato da Walter Cronkite. Brinkley e il suo co-anchor hanno guadagnato tale celebrità che Brinkley è stato costretto a interrompere la sua relazione su Hubert Humphrey nelle primarie della West Virginia del 1960, perché i Virginiani occidentali erano più interessati a incontrare Brinkley che il candidato. Dal 1961 al 1963, Brinkley ha ancorato una rivista di notizie in prima serata, il David Brinkley's Journal . Prodotto da Ted Yates, il programma ha vinto un George Foster Peabody Award e due Emmy Awards.

Quando Huntley si ritirò dalla sedia dell'ancora nel 1970, il notiziario serale venne ribattezzato NBC Nightly News (non impiegando in modo insignificante i suffissi dei cognomi di Huntley e Brinkley per motivi di continuità), e Brinkley co-ancorò la trasmissione con John Chancellor e Frank McGee . Nel 1971, il Cancelliere fu nominato unica ancora, e Brinkley divenne il commentatore del programma, offrendo prospettive di tre minuti più volte a settimana sotto una ripresa del titolo precedente, David Brinkley's Journal . Nel 1976, tuttavia, la NBC aveva deciso di rilanciare il formato dual-anchor e Brinkley ancora una volta ha ancorato la scrivania di Washington per la rete fino all'ottobre 1979. Ma i primi anni di Nightly News non hanno mai raggiunto la popolarità del Rapporto Huntley-Brinkley , e nessuno di diversi spettacoli di riviste ancorate da Brinkley durante gli anni '70 sono riusciti. Un infelice Brinkley lasciò la NBC nel 1981; NBC Magazine è stato il suo ultimo spettacolo per quella rete.

Quasi immediatamente, a Brinkley fu offerto un lavoro alla ABC. Il presidente della ABC News Roone Arledge era ansioso di sostituire il programma di notizie della domenica mattina della ABC, Issues and Answers , che era sempre rimasto indietro rispetto a Face the Nation della CBS e Meet the Press della NBC. Brinkley è stato scelto per il lavoro e nel 1981 ha iniziato a ospitare questa settimana con David Brinkley . Questa settimana ha rivoluzionato il format del programma di notizie della domenica mattina, presentando non solo diversi corrispondenti che intervistano i giornalisti ospiti, ma concludendo con una tavola rotonda. Il formato si dimostrò di grande successo e fu presto imitato dai rivali della ABC NBC e CBS, oltre a generare nuovi programmi provenienti sia da stazioni nazionali che da stazioni locali.

Per un breve periodo dopo l'ancoraggio del World News Tonight a Washington, Frank Reynolds è stata diagnosticata l'epatite che alla fine ha rivendicato la sua vita il 20 luglio 1983, Brinkley è tornato al banco di ancoraggio della rete come sostituto di Reynolds da Washington. Questo accordo è durato fino al 4 luglio; quando l'eventuale successore di Reynolds come ancoraggio della rete, Peter Jennings, fu portato dal suo incarico a Londra.

Come parte della commemorazione della Seconda Guerra Mondiale della ABC, Brinkley e la divisione News produssero lo speciale, La battaglia del rigonfiamento: 50 anni dopo , con Brinkley che ospitava e intervistava i sopravvissuti alla battaglia, Allied e Axis. Lo speciale, andato in onda a Natale del 1994, è stato acclamato dalla critica e ampiamente visto.

La pensione

Giorni prima di annunciare il suo ritiro dalla regolare copertura giornalistica, Brinkley fece un raro errore in onda durante la copertura serale delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 1996 in un momento in cui pensava di essere in pausa commerciale. Uno dei suoi colleghi gli ha chiesto cosa ne pensasse delle prospettive per la rielezione di Bill Clinton. Chiamò Clinton "una noia" e aggiunse: "I prossimi quattro anni saranno pieni di belle parole, bella musica e molte dannate assurdità!" Uno del suo team ha sottolineato che erano ancora in onda. Brinkley disse: "Davvero? Beh, me ne vado comunque!" Brinkley ha offerto delle scuse a Clinton durante un'intervista individuale una settimana circa.

L'ultima trasmissione di Brinkley come conduttore di This Week è stata il 10 novembre 1996, ma ha continuato a fornire brevi commenti per lo show fino al 1997. Poi si è ritirato completamente dalla televisione. Era stato un giornalista elettronico per oltre cinquant'anni ed era stato ancora conduttore o conduttore di un programma televisivo nazionale giornaliero o settimanale per poco più di quarant'anni. La sua carriera si è estesa dalla fine dell'era radio all'era di Internet.

Oltre ai suoi dieci Emmy e tre Peabodys, Brinkley ricevette anche il premio Alfred I. duPont nel 1958. Nel 1982, ricevette il Paul White Award per il successo a vita dalla Radio Television Digital News Association. Nel 1988, è stato inserito nella Television Hall of Fame. Nel 1992, il presidente George HW Bush gli ha conferito la medaglia presidenziale per la libertà, il più alto onore civile della nazione. Bush lo ha definito "il più anziano statista del giornalismo televisivo", ma Brinkley era molto più umile. In un'intervista del 1992, ha dichiarato: "Per la maggior parte della mia vita, sono stato semplicemente un giornalista che trattava cose, scriveva e ne parlava".

Brinkley è il padre del defunto storico ed ex direttore della Columbia University Alan Brinkley e dello scrittore vincitore del premio Pulitzer e professore di giornalismo di Stanford il compianto Joel Brinkley.

Morte

Brinkley è morto nel 2003 nella sua casa di Houston a causa delle complicazioni di una caduta subita nella sua casa di vacanza a Jackson Hole, nel Wyoming, secondo suo figlio John Brinkley. Il suo corpo è sepolto al cimitero di Oakdale, Wilmington, nella Carolina del Nord.

Carriera televisiva

  • 1951–1956 Camel News Caravan (corrispondente)
  • 1956-1970 NBC News / The Huntley – Brinkley Report
  • 1961–1963 Il diario di David Brinkley, prodotto da Ted Yates, trasmesso il mercoledì sera dalle 10:30 alle 11:00
  • 1971–1976 NBC Nightly News (solo commentatore)
  • 1976–1979 NBC Nightly News (co-anchor)
  • 1980-1981 Rivista NBC con David Brinkley
  • 1981–1996 Questa settimana con David Brinkley
  • 1981–1998 ABC World News Tonight (commentatore)
  • 1991 Pearl Harbor: due ore che hanno cambiato il mondo con David Brinkley (50 ° anniversario)
  • 1994 David Brinkley: La battaglia del rigonfiamento; 50 anni dopo