base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Combretum indicum

Combretum indicum

Quisqualis indica L.

Il combretum indicum , noto anche come rampicante Rangoon o caprifoglio cinese , è una vite con grappoli di fiori rossi e originaria dell'Asia tropicale. Non è strettamente correlato alla vera specie di caprifoglio Lonicera tragophylla che è anche chiamata il caprifoglio cinese.

Descrizione

Il rampicante Rangoon è un vitigno legnoso che può raggiungere da 2,5 a 8 metri. Le foglie sono ellittiche con una punta di acuminato e una base arrotondata. Crescono da 7 a 15 centimetri e la loro disposizione è opposta. I fiori sono fragranti e tubolari e il loro colore varia dal bianco al rosa al rosso. Il frutto lungo da 30 a 35 mm è ellissoidale e ha cinque ali prominenti. Il frutto sa di mandorle quando è maturo. Il niyog-niyogan è di solito disperso dall'acqua.

Il rampicante di Rangoon si trova in boschetti o foreste secondarie di Filippine, India e Malesia. Da allora è stato coltivato e naturalizzato in aree tropicali come la Birmania, il Vietnam e la Tailandia.

I fiori cambiano colore con l'età e si pensa che questa sia una strategia per raccogliere più impollinatori. Il fiore è inizialmente bianco e si apre al crepuscolo. Questo attira falchi di falco con lunghe lingue per l'impollinazione. Il secondo giorno diventa rosa e il terzo diventa rosso attirando giorno volanti api e uccelli. Il fiore cambia anche da un orientamento orizzontale a una posa pendente.

usi

La pianta viene utilizzata come fitoterapia. I decotti di radice, seme o frutto possono essere usati come antielmintici per espellere i vermi parassiti o per alleviare la diarrea. Il decotto di frutta può anche essere usato per gargarismi. I frutti sono anche usati per combattere la nefrite. Le foglie possono essere utilizzate per alleviare il dolore causato dalla febbre. Le radici sono usate per trattare i reumatismi.

I semi di questa e delle specie correlate, Quisqualis fructus e Q. chinensis , contengono l'acido quisqualico chimico, che è un agonista del recettore AMPA, una sorta di recettore del glutammato nel cervello. La sostanza chimica è collegata all'eccitotossicità (morte cellulare). I semi del baccello sono utili per il trattamento di nematode e ossiuri. È tossico per il parassita e lo uccide nel tratto digestivo.

Storia

Il dott. John Ivor Murray inviò un campione di "noci" al Museo di Botanica Economica di Edimburgo nel 1861, con una nota che erano "usate dai cinesi per i vermi" e una descrizione dei mezzi di preparazione e dosaggio.