base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Chandravadan Mehta

Chandravadan Chimanlal Mehta (6 aprile 1901 - 4 maggio 1991), popolarmente noto come CC Mehta o Chan. Chi. Mehta , era un drammaturgo gujarati, critico teatrale, bibliografo, poeta, scrittore di storie, autobiografo, scrittore di viaggi ed emittente di Vadodara, Gujarat, India.

Vita

Chandravadan Mehta è nato il 6 aprile 1901 a Surat. La sua istruzione primaria era a Vadodara e l'istruzione secondaria a Surat. Si è immatricolato nel 1919 e ha completato la laurea in Gujarati presso l'Elphinstone College di Bombay (ora Mumbai) nel 1924. Nel 1928, si unì al Mahatma Gandhi nel Bardoli Satyagraha. Si unì inoltre al quotidiano Navbharat come editore nel 1928. Dal 1933 al 1936 insegnò alla New Era High School di Mumbai.

È entrato a far parte di All India Radio (AIR) -Bombay nel 1938 e nel 1954 è diventato direttore di AIR-Ahmedabad. Durante il suo mandato, ha sviluppato la cultura della trasmissione in Gujarat, ha scritto e prodotto numerosi spettacoli radiofonici e documentari con registi come Adi Marzban e altri. Dopo la pensione, è stato associato con i dipartimenti di arti dello spettacolo dell'Università Maharaja Sayajirao di Baroda e del Gujarat Vidyapith. Ha aperto la strada all'istruzione teatrale in India e ha iniziato corsi di diploma e di laurea in teatro presso l'Università Maharaja Sayajirao di Baroda. Ha rappresentato l'India nei consessi teatrali internazionali.

Sposò Vilas nel 1925. Si separarono per divorzio nel 1938. Morì il 4 maggio 1991.

Lavori

Mehta è considerato il pioniere del moderno teatro gujarati. Le sue opere sono incentrate sull'artigianato, che presenta una varietà di soggetti tra cui tragedia, commedia, satira, nonché spettacoli storici, sociali, mitologici e biografici.

Teatro e spettacoli teatrali

All'inizio del 1920, presentò due soliloqui non scritti che crearono scalpore. Ha criticato e guidato una protesta contro la rappresentazione di donne nel College Kanya (College Girl, 1925), opera teatrale prodotta dal Mumbai Gujarati Natak Mandali.

Mehta ha scritto oltre 25 spettacoli teatrali, numerosi spettacoli in un atto e spettacoli radiofonici. Insieme ai suoi amici, scrisse e produsse diverse opere realistiche come Akho (1927), Agagadi (1933, tradotto come Iron Road nel 1970), Narmad (1937) e Dhara Gurjari (Land of Gujarat, 1944, pubblicato nel 1968). Aagagadi , su un pompiere malato, segnò l'ascesa del movimento teatrale amatoriale nel teatro gujarati. Altre sue opere pubblicate includono Mungi Stree (1927), Akho, Varvahu ane Bija Natako (1933), Ramakadani Dukan (1934), Nagabava (1937), Premnu Moti Ane Bija Natako (1937), Sita (1943), Mazamrat (Dark Mindnight , 1955), Hololika (1956, pubblicato nel 1957) e Savitri - una drammatizzazione del Savitri di Sri Aurobindo. Hololika era nel formato di Bhavai, un teatro tradizionale gujarati. Ha anche pubblicato le seguenti opere teatrali: Shikharini (1946), Panjarapol (1947), Mena Popat Athva Hathighoda (1951), Rangbhandar (1953), Sonavatakdi (1955), Madira (Media) (1955), Kishor Natako Part 1-2 (1956 ), Kapoorno Deevo (1960), Param Maheshwar (1960), Sati (1960), Karoliyanu Jalu (1961), Shakuntala Athva Kanyaviday (1966), Andar Andar (1969), Abola Rani (1972), Santakukadi (1972), Chandravadan Mehtana Pratinidhi Ekankio (1974), Antar-Bahir Ane Bija Natako (1975). Ha ampiamente scritto sulla storia del teatro gujarati e sulle tecniche di produzione.

Critiche teatrali

La sua esperienza nel teatro e gli spettacoli teatrali e la sua vasta conoscenza del teatro internazionale sono visibili nelle sue opere di critica teatrale. Aveva scritto undici opere di critica teatrale: Kavishri Nanalalna Natako Ane Akbarshahni Rangbhumi Par Rajuat (1959), Natak Bhajavata (1962), Lyric (1962), Lyric Ane Lagarik (1965), Natyarang (1973), American Theater (1974), Europa na Deshoni Natyashrishti (1974), Japannu Theater (1975), Vak (1975), Ekanki: Kyare Kya Ane Keva Uprant Bija Natyavishayak Lekho .

Bibliografia teatrale

La sua bibliografia di rappresentazioni stagabili in lingue indiane, parte 1-2 (1964, 1965) è il suo lavoro di ricerca teatrale che gli è stato acclamato nel teatro d'Europa. Ha un vasto elenco di opere teatrali scritte e messe in scena in India nel XIX e XX secolo, organizzate secondo anni, scrittori e personaggi. Ci sono voluti dieci anni per preparare questa bibliografia.

Poesia

Yamal (1926) è una collezione di 14 sonetti. Elakavyo (1933) ha 35 sonetti tra cui una ristampa di Yamal e una serie di sonetti di Kanchanjangha . Chandarana (1935) è una raccolta di poesie per bambini. Ratan (1937) è una poesia narrativa lunga stanza del 1636 nel metro di Prithvi . Il poema raffigura il sacrificio e la morte di una sorella di nome Ratan. Rudo Rabari (1940) è il suo altro poema narrativo. Chado Re Shikhar Raja Ramna (1975) ha 20 poesie tra cui poesie uniche come "O New York" e "Colloquial Gujarati Kavita".

Storie

Khamma Bapu (1950) e Vatchakaravo (1967) sono le sue raccolte di racconti. Mangalmayi (1975) ha tre storie vere. scrisse un romanzo Jeevati Putalio .

Prosa

I suoi scritti in prosa includono i suoi dodici volumi autobiografici e scritti di viaggio, Gathariyan (Borse da viaggio) che erano in prosa insolita e un linguaggio semplice. Questi volumi sono Bandh Gathariyan Part 1-2 (1954), Chhod Gathariyan (1956), Safar Gathariyan (1956), Bhamiye Gujarat Na Relpate Na Vate (1962), Rang Gathariyan (1965), Roop Gathariyan (1965), Natya Gathariyan ( in teatro, 1971), Antar Gathariyan Parte 1-2 (1973), Dhruv Gathariyan (1976) e Ganth Gathariyan (1976).

Altre opere

Altre sue opere includono Radio Roopako , Premno Tant , Navbharatna Bhagyavidhata Sardar Vallabhbhaina Jeevan Par Bar Roopako . Mehta aveva composto l'inno dell'Università Maharaja Sayajirao di Baroda.

eredità

Nel 1960, alla conferenza di Vienna presso l'International Theatre Institute sotto l'egida dell'UNESCO, ha spostato una risoluzione per celebrare il 27 marzo, come Giornata mondiale del teatro. Lo scrittore gujarati Raghuveer Chaudhari ha scritto un'opera teatrale, Trijo Purush , basata sulla sua vita.

Premi

Ha ricevuto il Ranjitram Suvarna Chandrak nel 1936 e il Narmad Suvarna Chandrak nel 1942. Ha respinto il Kumar Chandrak assegnatogli nel 1950. Nel 1962, gli è stato assegnato il Padma Shri dal governo indiano.

Ha vinto il Sahitya Akademi Award del 1971 per la lingua gujarati per il suo diario di viaggio autobiografico Natya Gathariyan . Ha anche ricevuto il Sangeet Natak Akademi Award per la sceneggiatura in Gujarati nel 1971. Nel 1984, gli è stata assegnata la Sangeet Natak Akademi Fellowship, il più alto riconoscimento conferito dal Sangeet Natak Akademi. Ha ricevuto Sahitya Gaurav Puraskar per l'anno 1991.