base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Continua il Khyber

Carry On Up the Khyber è una commedia britannica e la sedicesima della serie di film di Carry On da realizzare, pubblicata nel novembre 1968. E 'interpretata da Carry On clienti abituali Sid James, Kenneth Williams, Charles Hawtrey, Joan Sims, Bernard Bresslaw e Peter Butterworth . È la finale di due apparizioni cinematografiche di Carry On di Wanda Ventham e Roy Castle fa la sua unica apparizione in Carry On nella romantica protagonista maschile di solito interpretata da Jim Dale, mentre Angela Douglas fa la sua quarta e ultima apparizione nella serie. Terry Scott è tornato alla serie dopo il suo ruolo minore nel primo film della serie, Carry On Sergeant, un decennio prima. Il film è, in parte, una parodia dei film e delle serie televisive kiplingesche sulla vita nel Raj britannico, sia contemporanea che dei precedenti periodi di Hollywood. Il titolo è un gioco di parole nel risqué della tradizione Carry On, con "Khyber" (abbreviazione di "Khyber Pass") in gergo in rima per "culo".

Tracciare

Sir Sidney Ruff-Diamond (Sid James) è il governatore della regina Vittoria nella provincia indiana indiana di Kalabar, vicino al Passo Khyber. La provincia è difesa dal temuto 3 ° reggimento di afta epizootica (I diavoli in gonne), che si dice non indossi nulla sotto i loro kilt. Quando un soldato, l'inetto e decisamente non militare Private Widdle (Charles Hawtrey) viene trovato in mutande dopo un incontro con il signore della guerra Bungdit Din (Bernard Bresslaw), capo della tribù bellicosa Burpa, il Khasi di Kalabar (Kenneth Williams) usare queste informazioni per incitare una ribellione anti-britannica. Ha lo scopo di dissipare l'immagine "dura" dei diavoli in gonne rivelando che contrariamente alla credenza popolare, indossano davvero mutande sotto i loro kilt.

Segue un'operazione diplomatica da parte degli inglesi, che non riescono in modo spettacolare a dimostrare che l'incidente è stato un'aberrazione. La moglie del governatore (Joan Sims), nella speranza di attirare la Khasi a letto con lei, scatta una fotografia di un'ispezione in cui vengono trovati molti dei soldati che indossano mutande e gliela porta. Con queste prove concrete in mano, i Khasi sarebbero stati in grado di radunare una feroce forza di invasione afgana, prendere d'assalto il Khyber Pass e reclamare l'India dal dominio britannico; ma Lady Ruff-Diamond insiste sul fatto che lui dorme con lei prima che si separi con la fotografia. Ritarda a causa della sua mancanza di attrattiva, alla fine portandola via con sé nel palazzo di Bungdit Din.

Nel frattempo, la figlia del Khasi, la Principessa Jelhi (Angela Douglas), rivela al Capitano britannico Keene (Roy Castle), di cui si è innamorata, che la moglie del Governatore è fuggita e una squadra viene inviata per restituire lei e la foto alle mani britanniche. Travestiti da generali afgani, gli intrusi vengono portati nel palazzo e, su suggerimento di Khasi, vengono introdotti nelle sensuali concubine di Bungdit Din. Mentre si godono le donne nell'harem, vengono smascherate in una scena di un'orgia farsesca, imprigionate e programmate per essere giustiziate al tramonto insieme alla moglie del Governatore. La figlia del Khasi aiuta la loro fuga sotto mentite spoglie come ragazze danzanti, ma durante l'intrattenimento dei generali afgani, il Khasi, sprezzante per la fastidiosa esibizione di un fachiro, esige invece di vedere le ragazze danzanti. Dopo che i loro travestimenti sono stati visti, gli inglesi e la principessa fuggono, ma Lady Ruff-Diamond lascia cadere la fotografia lasciando il palazzo attraverso i giardini. Il gruppo ritorna sul Passo Khyber per trovare le sue guardie massacrate e le loro armi comicamente mutilate, in un raro momento di intensa (seppure contaminata). Tutti i tentativi di trattenere le orde che avanzano falliscono miseramente e una ritirata frettolosa viene sconfitta nella Residenza.

Il Governatore, nel frattempo, ha intrattenuto, in ordine numerico, le cinquantuno mogli del Khasi, ognuna delle quali desiderava "correggere il torto" che la sua stessa moglie e il Khasi stesso avrebbero commesso contro di lui (anche se nessuno di questi errori ha preso posto). Dopo un pestaggio da parte di sua moglie, Sir Sidney convoca una riunione di crisi riguardante l'invasione, in cui decide di "non fare nulla". Una cena di cravatta nera è organizzata per quella sera.

La cena si svolge durante una penultima scena prolungata, con frammenti contrappuntistici dell'esercito di Khasi che demoliscono l'esterno della residenza e gli ufficiali e le donne ignorano la devastazione mentre cenano. Le conchiglie che scuotono l'edificio e l'intonaco che cade nella zuppa non interrompono la cena, anche quando il fachiro è reciso - ma continua a parlare - la testa viene servita, per gentile concessione del Khasi. Solo il fratello Belcher non riesce a mostrare un labbro superiore rigido e il panico come una persona normale. Alla fine, su suggerimento del capitano Keene, i signori camminano fuori per essere accolti da una sanguinosa battaglia scatenata nel cortile. Ancora vestito con una cravatta nera, Sir Sidney ordina al reggimento di formare una linea e sollevare i loro kilt, questa volta esponendo la loro (implicita) mancanza di biancheria intima. L'esercito invasore è terrorizzato e si ritira immediatamente. I signori rientrano per riprendere la cena, mentre il fratello Belcher riconosce la bandiera britannica deturpata.

lanciare

  • Sid James nel ruolo di Sir Sidney Ruff-Diamond
  • Kenneth Williams nel ruolo di Khasi of Kalabar
  • Charles Hawtrey nel ruolo del privato James Widdle
  • Roy Castle nel ruolo del Capitano Keene
  • Joan Sims nel ruolo di Lady Joan Ruff-Diamond
  • Bernard Bresslaw nel ruolo di Bungdit Din
  • Peter Butterworth come Fratello Belcher
  • Terry Scott nel ruolo del sergente maggiore MacNutt
  • Angela Douglas nel ruolo della Principessa Jelhi
  • Cardew Robinson nel ruolo di The Fakir
  • Peter Gilmore nel ruolo di Private Ginger Hale
  • Julian Holloway come maggiore Shorthouse
  • Leon Thau nel ruolo di Stinghi
  • Michael Mellinger come Chindi
  • Wanda Ventham nel ruolo della prima moglie di Khasi
  • Alexandra Dane nel ruolo di Busti

Il reggimento

Il 3o reggimento di afta epizootica è il reggimento di fanteria immaginaria delle Highland dell'esercito britannico raffigurato nel film. È un reggimento di Highlanders, conosciuto localmente come "i diavoli in gonne" per la loro tradizione di non indossare nulla sotto il kilt. Il distacco a Kalabar è sotto il comando del capitano Keene (interpretato da Roy Castle), con il sergente maggiore MacNutt (interpretato da Terry Scott) come suo secondo in comando.

I tartan e i distintivi del cofano del reggimento disegnati per il reggimento delle Highland nel film Tunes of Glory del 1960 furono riutilizzati dal dipartimento guardaroba di Pinewood per equipaggiare Carry On Up the 3rd Foot and Mouth Regiment di Khyber .

Riprese e location

  • Date delle riprese - 8 aprile-31 maggio 1968

Interni :

  • Pinewood Studios, Buckinghamshire

Esterni :

  • Scene sulla frontiera nord-occidentale sono state girate sotto la cima di Snowdon nel Galles del Nord. La parte inferiore del Watkin Path era utilizzata come Khyber Pass con presidio e cancello di confine. Nel settembre 2005, una placca è stata svelata a Snowdonia per indicare il punto in cui è stato girato il film.
  • La residenza del governatore Sir Sidney Ruff-Diamond era in realtà Heatherden Hall, nella cui tenuta si trovano gli studi.

Squadra di produzione

  • Produttore: Peter Rogers
  • Direttore - Gerald Thomas
  • Direttore artistico - Alex Vetchinsky
  • Sceneggiatura - Talbot Rothwell
  • Musica - Eric Rogers

Ricezione

Il film è stato il secondo film più popolare al botteghino del Regno Unito nel 1969.

Carry On ... Up the Khyber è spesso citato come la migliore voce della serie. Colin McCabe, professore di inglese all'Università di Exeter, ha etichettato questo film (insieme a Carry On Cleo ) come uno dei migliori film di tutti i tempi.

Nel 1999, è stato classificato al 99 ° posto nella lista dei più grandi film britannici mai realizzati.