base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Boogie (film 2009)

Boogie (spagnolo: Boogie, el aceitoso ) è un film thriller d'azione animato da flash 3D argentino per adulti del 2009, basato sul personaggio argentino Boogie, l'oleoso di Roberto Fontanarrosa, e diretto da Gustavo Cova. Le voci dei personaggi principali Boogie e Marcia sono state eseguite da Pablo Echarri e Nancy Dupláa. È stato il primo film d'animazione 3D realizzato in Argentina e in America Latina.

Tracciare

Boogie incontra Marcia in un bar, la fidanzata del boss mafioso Sonny Calabria, che gli chiede se la trova attraente. Boogie indica che è grassa in modo molto scortese e se ne va. Qualche tempo dopo la Calabria viene mandata in giudizio, minacciata dall'esistenza di un misterioso testimone che potrebbe incriminarlo. I calabresi cercano di assumere Boogie per uccidere quel testimone, ma mentre chiede troppi soldi decidono invece di assumere Blackburn, un killer concorrente. Arrabbiato dalla situazione, Boogie decide di rapire il testimone per costringere la Calabria a pagarlo. Il testimone fu Marcia, che si era trasformato in una figura magra dopo le critiche di Boogie, facendo sì che la Calabria la lasciasse e si riunisse con un'altra donna grassa, come preferiva le donne grasse. Marcia si innamora di questo apparente eroe, nonostante la sua costante violenza e mancanza di sentimenti, fino a quando non scopre i suoi veri piani. Cerca di fuggire da lui, ma Boogie la cattura e negozia la sua rinuncia alla Calabria.

Tuttavia, dopo averla scambiata, Boogie inizia a sentirsi in colpa e decide di tornare indietro e salvare Marcia. Decide di portarla al processo, che stava aspettando la sua testimonianza, e attraversa il paese ad alta velocità. Durante il processo, l'avvocato della Calabria cerca di uccidere Marcia, ma Boogie gli spara invece. Sonny evoca un gran numero di sicari che si sono infiltrati nella scena, ma il boogie inizia a ucciderli tutti. Marcia, che finora era stata riluttante alla violenza di Boogie, prende due delle sue pistole e inizia anche a uccidere, e finisce con l'uccidere la Calabria per averla lasciata. Boogie vede Marcia, armata di pistole e tutta coperta di sangue, e si innamora di lei.

Tre mesi dopo l'evento, Marcia dichiara in un diario che da allora non sa nulla di Boogie e ha deciso che probabilmente era il meglio, e inizia a pensare che Boogie potrebbe essere in una zona di guerra a fare ciò che fa meglio . Più tardi possiamo vedere Boogie in un campo di battaglia come un mercenario, solo per vederlo puntare il suo fucile di servizio M16 proprio verso la telecamera per dire "Ce n'è anche per te".

lanciare

  • Pablo Echarri nel ruolo di Boogie
  • Nancy Dupláa nel ruolo di Marcia
  • Nicolás Frías nel ruolo di Blackburn
  • Marcelo Armand nel ruolo di Jones
  • Rufino Gallo nel ruolo di Sony Calabria

Produzione

Gustavo Cova è stato contattato da José Luis Masa, proprietario degli Illusion Studios, che stavano lavorando a un progetto del film. Roberto Fontanarrosa, creatore del personaggio dei fumetti, aveva letto e curato una sceneggiatura provvisoria. Fontanarrosa è morto poco dopo, ma è stato deciso di proseguire con il progetto. Cova ha ritenuto in seguito che sarebbero riusciti a rendere il passaggio dai fumetti al film fedele allo stile del personaggio e allo stile di Fontanarrosa stesso. Ha ritenuto che il film sarebbe stato grottesco se fosse stato fatto con attori, ma essendo umoristico ha funzionato meglio.

Il film aveva un costo di due milioni e mezzo di dollari.

A differenza dei fumetti, realizzati con battute brevi, il film non è realizzato con una serie di brevi tiri ma con una trama grande. Tuttavia, molti dei fumetti creati da Fontanarrosa sono stati inclusi come parte della trama. A Boogie manca anche nei fumetti una spalla femminile: sebbene Marcia esista in tali media, è solo uno dei tanti altri personaggi secondari abusati o insultati da Boogie. Il personaggio di Marcia nel film raccoglie in un personaggio situazioni di molti altri. È stata anche progettata come una femme fatale, nonostante la mancanza di tali personaggi nel lavoro di Fontanarrosa.

Botteghino

In Argentina, questo film è stato aperto al terzo posto dietro a Surrogates e El secreto de sus ojos , guadagnando $ 661.954 pesos ($ 125.370 USD).

Ricezione