base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Bluestone

Bluestone
Nome culturale o commerciale per una serie di dimensioni o varietà di pietre da costruzione

Bluestone è un nome culturale o commerciale per una serie di dimensioni o varietà di pietre da costruzione, tra cui:

  • basalto a Victoria, in Australia e in Nuova Zelanda
  • doleriti in Tasmania, Australia; e in Gran Bretagna (incluso Stonehenge)
  • arenaria feldspatica negli Stati Uniti e in Canada
  • calcare nella valle di Shenandoah negli Stati Uniti, dalle cave di Hainaut a Soignies, in Belgio, e dalle cave nella contea di Carlow, nella contea di Galway e nella contea di Kilkenny in Irlanda
  • ardesia nell'Australia Meridionale

Stonehenge

Il termine "pietra blu" in Gran Bretagna è usato in senso lato per coprire tutte le pietre "estranee", non intrinseche, a Stonehenge. È un'etichetta di "convenienza" piuttosto che un termine geologico, poiché sono rappresentati almeno 20 diversi tipi di roccia. Una delle rocce più comuni nell'assemblaggio è conosciuta come Preseli Spotted Dolerite, una roccia ignea alterata chimicamente contenente macchie o ammassi di minerali secondari che sostituiscono il feldspato di plagioclasio. È una roccia scura e pesante a grana media, più dura del granito. Gli strumenti bluetooth di Preseli, come gli assi, sono stati scoperti altrove nelle Isole britanniche. Molti di loro sembrano essere stati realizzati a Stonehenge o nelle vicinanze, dal momento che vi sono somiglianze petrografiche con alcune delle doleriti maculate lì. Le pietre blu di Stonehenge furono poste lì durante la terza fase di costruzione a Stonehenge intorno al 2300 a.C. Si presume che in origine ce ne fossero circa 80, ma ciò non è mai stato dimostrato poiché ne rimangono solo 43. Si stima che le pietre pesino tra 2 e 4 tonnellate ciascuna. Si ritiene che la maggior parte di essi sia stata portata dalle colline di Preseli, a circa 250 chilometri (150 miglia) di distanza nel Galles, attraverso la glaciazione (teoria erratica glaciale) o attraverso gli esseri umani che organizzano il loro trasporto.

Teoria erratica glaciale

Nel 2008 è stato pubblicato un riassunto dei principali aspetti del "dilemma bluestone" di Stonehenge. Nello stesso anno un libro dedicato specificamente al problema della provenienza e dei trasporti della pietra blu ha concluso che le pietre blu di Stonehenge sono essenzialmente un insieme mal sistemato di errori glaciali. Ulteriori ricerche sull'origine delle pietre blu sono state pubblicate nel 2012. Se un ghiacciaio trasportava le pietre, allora doveva essere il ghiacciaio del Mare d'Irlanda. A sostegno della teoria erratica glaciale, i ricercatori che hanno riferito nel 2015 non hanno trovato prove certe di estrazione a Rhosyfelin nei Preselis. Tuttavia, in tal caso, ci si potrebbe aspettare di trovare altri massi o lastre di pietra blu vicino al sito di Stonehenge, ma non sono stati trovati tali pietre blu (a parte i frammenti).

Teoria del trasporto umano

La scoperta archeologica del Boscombe Bowmen è stata citata a sostegno della teoria del trasporto umano. Intorno alle colline di Preseli sono state rinvenute anche teste di ascia di dolerite Bluestone di Preseli, indicando che c'era una popolazione che sapeva come lavorare con le pietre. Nel 2015, i ricercatori hanno riferito di aver confermato che le pietre di dolerite maculata Preseli a Stonehenge provenivano da due cave neolitiche a Carn Goedog e Craig Rhos-y-felin nelle colline di Preseli. Usando la datazione al radiocarbonio, i ricercatori hanno datato le attività della cava intorno al 3400 a.C. per Craig Rhos-y-felin e al 3200 a.C. per Carn Goedog. Il direttore del progetto Mike Parker Pearson dell'UCL Institute of Archaeology ha notato che la scoperta è stata "intrigante perché i bluestones non sono stati montati a Stonehenge fino al 2900 aC circa ... Ci sarebbero voluti quei dragonieri neolitici in pietra per circa 500 anni per portarli a Stonehenge , ma a mio avviso è abbastanza improbabile. È più probabile che le pietre siano state utilizzate per la prima volta in un monumento locale, da qualche parte vicino alle cave, che è stato poi smantellato e trascinato nel Wiltshire. " Nel 2018 due delle cave - Carn Goedog e Craig Rhos-y-felin - furono sottoposte a ulteriori scavi per rivelare le prove di una cava di megaliti intorno al 3000 a.C. Se vero, questo accorcia il periodo tra lo scavo e il trasporto al sito di Stonehenge.

Australia

Ci sono tre materiali da costruzione distinti chiamati "bluestone" in Australia.

Vittoria

Nel Victoria, ciò che è noto come bluestone è un basalto o basalto olivina. Fu uno dei materiali da costruzione preferiti durante il periodo vittoriano della corsa all'oro del 1850. A Melbourne fu estratto dalle cave di tutto il sobborgo settentrionale interno, come Clifton Hill, Brunswick e Coburgo, dove la cava utilizzata per procurarsi la pietra per la prigione di Pentridge è ora il lago Coburg. Bluestone è stato anche acquistato in molte altre regioni delle pianure vulcaniche vittoriane e utilizzato in città e regioni delle regioni centrali e occidentali, tra cui Ballarat, Geelong, Kyneton, Port Fairy e Portland. È ancora estratto in diversi punti dello stato.

Bluestone è molto duro e quindi difficile da lavorare, quindi è stato utilizzato principalmente per magazzini, pareti varie e fondamenta di edifici. Tuttavia, esistono numerosi importanti edifici in pietra blu, tra cui la Vecchia Melbourne Gaol, la prigione di Pentridge, la Cattedrale di San Patrizio, la Victoria Barracks, la Melbourne Grammar School, i Sordi Bambini in Australia e il Victorian College for the Deaf, Vision Australia, i magazzini Goldsbrough Mort (Bourke Street ) e la Timeball Tower, nonché la Basilica di Santa Maria a Geelong. Alcuni esempi di altre importanti strutture che usano il bluestone includono Princes Bridge, l'adiacente Federation Wharf e Hawthorn Bridge. A causa delle sue qualità distintive, gli edifici post-moderni di Melbourne hanno anche usato la pietra blu per ragioni nostalgiche. Questi includono il complesso di Southgate e il lungomare di Southbank, Victoria.

Bluestone è stato anche ampiamente utilizzato come ciottoli e per cordoli e grondaie, molti esempi che esistono ancora in alcune delle stradine cittadine più piccole di Melbourne e nelle corsie suburbane interne del XIX secolo. L'aggregato bluestone schiacciato, noto come "blue metal" (o "bluemetal"), è ancora ampiamente utilizzato in Victoria come zavorra ferroviaria, base stradale e, combinato con bitume, come materiale per pavimentazioni stradali, nonché nella produzione di calcestruzzo.

sud dell'Australia

Nell'Australia meridionale, il nome bluestone è dato a una forma di ardesia che è molto meno resistente del bluestone vittoriano, ma è stato apprezzato per il suo aspetto decorativo. L'interno della pietra è di solito di colore grigio chiaro o beige, ma presenta superfici colorate in modo attraente da ossido ferrico e altri minerali depositati in giunti e piani di lettiere. L'ardesia è posata in muratura con le superfici mineralizzate esposte. Il Bluestone era molto popolare tra il 1850 e il 1920 circa, estratto nelle Adelaide Hills a Dry Creek, O'Halloran Hill (precedentemente Tapley's Hill) e Glen Osmond, e in numerosi altri luoghi nelle aree rurali.

Tasmania

In Tasmania, il nome bluestone viene dato alla dolerite (diabase), che è una varietà di pietra dominante nel paesaggio e utilizzata in una varietà di ruoli di costruzione.

Nuova Zelanda

La pietra blu di Timaru è un materiale da costruzione attraente, usato sia storicamente che oggi. È un basalto grigio simile al bluestone vittoriano, estratto nei pressi di Timaru nell'Isola del Sud. Anche il bluestone proveniente da Kokonga vicino a Otago centrale è ampiamente utilizzato ed è il principale materiale da costruzione (spesso con il rivestimento della pietra di Oamaru, un calcare compatto locale) in molti dei notevoli edifici storici nell'isola meridionale del sud, molti dei quali sono stati costruiti durante il boom finanziario a seguito della corsa all'oro del Central Otago. Strutture di spicco per utilizzare questa combinazione includono l'edificio del registro dell'Università di Otago, i tribunali di Dunedin e la stazione ferroviaria di Dunedin. Costruzione simile usando la pietra blu di Timaru è stata usata per il Christchurch Arts Centre.

Stati Uniti e Canada

Esistono due materiali da costruzione distinti chiamati "bluestone" negli Stati Uniti, uno si trova anche in Canada.

Bluestone viene estratto nel New Jersey occidentale, in Pennsylvania e nella parte orientale di New York. Viene anche estratto negli Appalachi canadesi vicino a Deer Lake nella Terranova occidentale. La Pennsylvania Bluestone Association ha 105 membri, la maggior parte dei quali quartieri. Il bluestone della Pennsylvania e di New York è l'arenaria definita come feldspatico greywacke. I grani granulosi sabbiosi da cui è costituita la pietra blu sono stati depositati nel delta di Catskill durante il periodo medio-alto devoniano dell'era paleozoica, circa 370-455 milioni di anni fa. Il delta di Catskill è stato creato dal deflusso delle montagne Acadian ("Appalachi ancestrali"). Questo delta correva in una fascia stretta da sud-ovest a nord-est e oggi fornisce il bluestone estratto dalle Catskill Mountains e dalla Pennsylvania nord-orientale. Il termine "pietra blu" deriva da un'arenaria di colore blu intenso trovata per la prima volta nella contea di Ulster, New York. Può, tuttavia, apparire in molte altre tonalità, principalmente tonalità di grigi e marroni. La cava Bluestone ha un valore particolare per l'economia della Contea di Susquehanna, in Pennsylvania. Il viadotto Starrucca, terminato nel 1848, è un esempio di pietra blu della Pennsylvania come materiale da costruzione.

L'altro, meno conosciuto, tipo di "bluestone" americano è un calcare colorato di blu abbondante nella Shenandoah Valley della Virginia. È un calcare formato durante il periodo Ordoviciano circa 450-500 milioni di anni fa, sul fondo di un oceano relativamente poco profondo che copriva quella che oggi è la Contea di Rockingham, in Virginia. Il calcare che si accumulava lì era di colore più scuro rispetto alla maggior parte degli altri depositi di calcare perché era in acque più profonde esposte a meno luce. Il colore blu più scuro ha portato il calcare di questa regione a essere chiamato bluestone e con due sequenze che misurano circa 10.000 piedi di spessore, conferisce all'area uno dei più grandi depositi di calcare al mondo. Alla fine la pietra sfuma da un blu intenso a un grigio chiaro dopo una prolungata esposizione al sole e alla pioggia. Data l'abbondanza della pietra nella zona della contea di Rockingham, i primi coloni la usarono come fondamenta e camini per le loro case. Quando fu costruita la James Madison University, la pietra blu locale fu utilizzata per costruire gli edifici grazie alla sua alta qualità e al suo patrimonio culturale.