base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Betula papyrifera

Betula papyrifera

Betula papyrifera ( betulla di carta , conosciuta anche come betulla bianca (americana) e betulla di canoa ) è una specie di betulla di breve durata originaria del Nord America settentrionale. La betulla di carta prende il nome dalla sottile corteccia bianca dell'albero, che spesso si stacca nella carta come strati dal tronco. La betulla di carta è spesso una delle prime specie a colonizzare un'area bruciata nelle latitudini settentrionali ed è una specie importante per la navigazione delle alci. Il legno viene spesso utilizzato per pasta di legno e legna da ardere.

Descrizione

Le foglie sono doppiamente dentellate con denti aguzzi

È un albero a foglie decidue di medie dimensioni che raggiunge in genere 20 metri di altezza, ed eccezionalmente a 40 metri di altezza con un tronco di 76 cm di diametro. All'interno delle foreste, cresce spesso con un singolo tronco ma quando viene cresciuto come un albero di paesaggio può sviluppare più tronchi o rami vicino al suolo.

La betulla di carta è una specie tipicamente di breve durata. Gestisce male il calore e l'umidità e può vivere solo 30 anni nelle zone a partire da sei, mentre gli alberi nelle regioni a clima più freddo possono crescere per più di 100 anni. B. papyrifera crescerà in molti tipi di terreno, dai ripidi affioramenti rocciosi ai muskeg piatti della foresta boreale. La migliore crescita si verifica in terreni più profondi, ben drenati e asciutti, a seconda della posizione.

  • Negli alberi più vecchi, la corteccia è bianca, comunemente brillantemente, quindi si sfalda in sottili strisce orizzontali per rivelare una corteccia interna rosata o color salmone. Ha spesso piccoli segni neri e cicatrici. Negli individui di età inferiore ai cinque anni, la corteccia appare di colore rosso bruno con lenticchie bianche, rendendo l'albero molto più difficile da distinguere dalle altre betulle. La corteccia è altamente resistente agli agenti atmosferici. Ha un alto contenuto di olio e questo gli conferisce le sue caratteristiche di impermeabilità e resistenza agli agenti atmosferici. Spesso, il legno di una betulla di carta abbattuta marcirà, lasciando intatta la corteccia vuota.
  • Le foglie sono verde scuro e lisce sulla superficie superiore; la superficie inferiore è spesso pubescente sulle vene. Sono disposti alternativamente sullo stelo, di forma ovale-triangolare, lunghi 5-10 cm (2-4 pollici) e larghi circa 2⁄3. La foglia è arrotondata alla base e si assottiglia verso una punta acutamente appuntita. Le foglie hanno un margine doppiamente dentellato con denti relativamente affilati. Ogni foglia ha un picciolo lungo circa 2,5 cm (1 in) che lo collega agli steli.
  • Il colore autunnale è un colore giallo brillante che contribuisce ai colori brillanti all'interno della foresta decidua settentrionale.
  • I germogli delle foglie sono conici e piccoli e di colore verde con bordi marroni.
  • Gli steli sono di colore bruno-rossastro e possono essere un po 'pelosi da giovani.
  • I fiori sono gattini impollinati dal vento; i fiori femminili sono verdastri e lunghi 3,8 cm (1,5 pollici) dalle punte dei ramoscelli. I fiori maschili (staminati) sono lunghi 2-10 pollici (5-10 cm) e di colore marrone. L'albero fiorisce da metà aprile a giugno a seconda della posizione. La betulla di carta è monoica, nel senso che una pianta ha sia fiori maschili che femminili.
  • Il frutto matura in autunno. Il frutto maturo è composto da numerosi piccoli semi alati confezionati tra le brattee amenti. Cadono tra settembre e primavera. All'età di 15 anni, l'albero inizierà a produrre semi ma avrà un picco di produzione di semi tra i 40 e i 70 anni. La produzione di semi è irregolare, con un raccolto di semi pesante prodotto in genere ogni due anni e con almeno alcuni semi prodotti ogni anno. In anni di semi medi, vengono prodotti 1 milione di semi per acro, ma in anni eccezionali possono essere prodotti 35 milioni di acri per acro. I semi sono leggeri e soffiano nel vento verso nuove aree; possono anche soffiare lungo la superficie della neve.
  • Le radici sono generalmente poco profonde e occupano i 60 cm (24 pollici) superiori del terreno e non formano i fittoni. I venti forti hanno maggiori probabilità di rompere il tronco che sradicare l'albero.

Genetica e tassonomia

B. papyrifera si ibrida con altre specie del genere Betula .

Sono riconosciute diverse varietà:

  • B. p. var papyrifera la tipica betulla di carta
  • B. p. var cordifolia la betulla di carta occidentale (ora una specie separata); vedi Betula cordifolia
  • B. p. var kenaica Betulla di carta dell'Alaska (anche trattata come una specie separata da alcuni autori); vedi Betula kenaica
  • B. p. var subcordata Betulla di carta nordoccidentale
  • B. p . var. neoalaskana Alaska paper betch (anche se questa viene spesso trattata come una specie separata); vedi Betula neoalaskana

Distribuzione

Betula papyrifera è principalmente confinata in Canada e negli Stati Uniti settentrionali. Si trova nell'Alaska interna (var. Humilus ) e centro-meridionale (var. Kenaica ) e in tutte le province e i territori del Canada, tranne Nunavut, nonché negli Stati Uniti continentali settentrionali. Macchie isolate si trovano fino a sud della Hudson Valley di New York e della Pennsylvania, così come a Washington, DC Gli stand di alta quota si trovano anche nelle montagne della Carolina del Nord, del New Mexico e del Colorado. Lo stand più a sud degli Stati Uniti occidentali si trova a Long Canyon, nello spazio aperto della città di Boulder e nei parchi di montagna. Questo è un relitto isolato del Pleistocene che molto probabilmente riflette la portata meridionale della vegetazione boreale nell'area durante l'ultima era glaciale.

Ecologia

In Alaska, la betulla di carta cresce spesso in modo naturale da sola o con abete bianco o nero. Nelle regioni orientali e centrali della sua gamma, è spesso associato all'abete rosso e all'abete di balsamo. Può anche essere associato con aspen dai denti grandi, betulla gialla, Betula populifolia e aceri.

Gli arbusti spesso associati alla betulla di carta nella parte orientale della sua gamma includono nocciola dal becco ( Corylus cornuta ), mirtillo comune ( Arctostaphylos uva-ursi ), cespuglio di caprifoglio nano ( Diervilla lonicera ), verde invernale ( Gaultheria procumbens ), sarsaparilla selvatica ( Aralia nudicaulis ), mirtilli ( Vaccinium spp. ), lamponi e more ( Rubus spp. ), sambuco ( Sambucus spp. ) e hobblebush ( Viburnum alnifolium ).

Relazioni successive

Prescriveva il fuoco in una comunità di pioppi tremuli neri di betulla tremolante nell'Alaska boreale

Betula papyrifera è una specie pioniera, il che significa che spesso è uno dei primi alberi a crescere in un'area dopo che altri alberi sono stati rimossi da una sorta di disturbo. Disturbi tipici colonizzati dalla betulla di carta sono le aree di incendi, valanghe o venti di vento dove il vento ha abbattuto tutti gli alberi. Quando cresce in questi boschi pionieristici, o primi successori, spesso forma dei banchi di alberi dove è l'unica specie.

La betulla di carta è considerata ben adattata ai fuochi perché si ripristina rapidamente per mezzo di riseminare l'area o la ricrescita dall'albero bruciato. I semi leggeri vengono facilmente trasportati dal vento nelle aree bruciate, dove germogliano rapidamente e crescono in nuovi alberi. La betulla di carta è adattata agli ecosistemi in cui si verificano incendi ogni 50-150 anni Ad esempio, è spesso un invasore precoce dopo l'incendio nelle foreste boreali di abete nero. Poiché la betulla di carta è una specie pioniera, trovarla all'interno di foreste mature o climax è rara perché sarà superata da alberi che sono più tolleranti all'ombra man mano che procede la successione secondaria.

Ad esempio, nelle foreste boreali dell'Alaska, una betulla di carta in piedi 20 anni dopo un incendio può avere 3.000-6.000 alberi per acro (7.400-14.800 / ha), ma dopo 60 a 90 anni, il numero di alberi diminuirà a 500-800 alberi per acro (1.200–2.000 / ha) in quanto l'abete sostituisce la betulla. Dopo circa 75 anni, la betulla inizierà a morire e dopo 125 anni, la maggior parte della betulla di carta sarà scomparsa a meno che un altro incendio non bruci l'area.

Gli stessi alberi di betulla hanno varie reazioni agli incendi. Un gruppo, o supporto, di betulla di carta non è particolarmente infiammabile. Il baldacchino ha spesso un alto contenuto di umidità e la sottovalutazione è spesso verde lussureggiante. Pertanto, i fuochi della corona di conifere spesso si fermano quando raggiungono una bancarella di betulla di carta o diventano incendi a terra più lenti. Poiché questi stand sono resistenti al fuoco, possono diventare alberi da seme per ridimensionare l'area intorno a loro che è stata bruciata. Tuttavia, nei periodi asciutti, la betulla di carta è infiammabile e brucia rapidamente. Poiché la corteccia è infiammabile, spesso brucia e può cingere l'albero.

natura

La corteccia di betulla è un alimento base invernale per le alci. La qualità nutrizionale è scarsa a causa delle grandi quantità di lignina, che rendono difficile la digestione, ma è importante per le alci svernanti a causa della sua pura abbondanza. Le alci preferiscono la betulla di carta rispetto a pioppo tremulo, ontano e balsamo, ma preferiscono il salice ( Salix spp.) Rispetto alla betulla e alle altre specie elencate. Sebbene le alci consumino grandi quantità di betulla di carta in inverno, se dovessero mangiare solo betulla di carta, potrebbero morire.

Sebbene i cervi dalla coda bianca considerino la betulla un "alimento di scelta secondaria", è un componente dietetico importante. Nel Minnesota, i cervi dalla coda bianca mangiano notevoli quantità di foglie di betulla in autunno. Le lepri delle racchette da neve sfogliano le piantine di betulla di carta, i pellegrini si nutrono della corteccia interna dell'albero e anche i castori si nutrono dell'albero. I semi di betulla di carta sono una parte importante della dieta di molti uccelli e piccoli mammiferi, tra cui ceci, redpoll, arvicole e galli cedroni. I sapsucker dal ventre giallo praticano dei buchi nella corteccia della betulla di carta per arrivare alla linfa; questo è uno dei loro alberi preferiti per nutrirsi.

Conservazione

La specie è considerata vulnerabile in Indiana, messa in pericolo in Illinois, Virginia, Virginia Occidentale e Wyoming e criticamente messa in pericolo in Colorado e Tennessee.

usi

Betula papyrifera ha un legno bianco moderatamente pesante. Produce legna da ardere ad alto rendimento eccellente se stagionata correttamente. Il legno essiccato ha una densità di 0,599 g / cm3 (37,4 lb / cu ft) e una densità di energia di 20.300.000 btu / cavo. Sebbene la betulla di carta non abbia un valore economico complessivo molto elevato, viene utilizzata in mobili, pavimenti, bastoncini di ghiacciolo, pasta di legno (per la carta), compensato e pannelli orientati. Il legno può anche essere trasformato in lance, fiocchi, frecce, racchette da neve, slitte e altri oggetti. Se usati come pasta di legno per la carta, gli steli e altri legni non tronchi hanno una quantità e qualità delle fibre inferiori e, di conseguenza, le fibre hanno una resistenza meccanica inferiore; tuttavia, questo legno è ancora adatto per l'uso nella carta.

La linfa viene bollita per produrre lo sciroppo di betulla. La linfa grezza contiene lo 0,9% di carboidrati (glucosio, fruttosio, saccarosio) rispetto al 2 percento al 3 percento nella linfa di acero di zucchero. La linfa scorre più tardi nella stagione rispetto agli aceri. Attualmente, solo alcune operazioni su piccola scala in Alaska e Yukon producono sciroppo di betulla da questa specie.

Abbaiare

Corteccia scrostata

La sua corteccia è un eccellente antipasto; si accende alle alte temperature anche se bagnato. La corteccia ha una densità energetica di 5740 cal / ge 3209 cal / cm3, il più alto per unità di peso di 24 specie testate.

I pannelli di corteccia possono essere montati o cuciti insieme per creare cartoni e scatole. (Una scatola di corteccia di betulla è chiamata un wiigwaasi-makak in lingua Anishinaabe.) La corteccia viene anche utilizzata per creare uno strato impermeabile durevole nella costruzione di case con tetto in zolle. Molti gruppi indigeni (cioè i popoli Wabanaki) usano il legno di betulla per produrre vari oggetti, come canoe, container e wigwam. È anche usato come supporto per quillwork istrice e ricami alci. I fogli sottili possono essere impiegati come mezzo per l'arte del mordere la corteccia di betulla.

impianti

La betulla di carta viene piantata per recuperare vecchie miniere e altri siti disturbati, spesso quando vengono piantati piccoli alberelli a radice nuda o piccoli. Poiché la betulla di carta è una specie pioniera adattabile, è un candidato privilegiato per il rimboschimento di aree fortemente disturbate.

Se usato nella piantagione di paesaggi, non dovrebbe essere piantato vicino alla noce nera, poiché la sostanza chimica juglone, trasudata dalle radici della noce nera, è molto tossica per la betulla di carta.

La betulla di carta viene spesso piantata come ornamentale a causa della sua forma aggraziata e della corteccia attraente. La corteccia cambia al colore bianco a circa 3 anni di crescita. La betulla di carta cresce meglio nelle zone USDA 2-6, a causa dell'intolleranza alle alte temperature. Betula nigra , o betulla di fiume, è consigliata per le zone a clima caldo più calde della zona 6, dove la betulla di carta ha raramente successo. B. papyrifera è più resistente alla trivellatrice di betulla di bronzo di Betula pendula , che è piantata in modo simile come un albero di paesaggio.

parassiti

Lo scheletro della betulla è una piccola larva che si nutre delle foglie e provoca la doratura.

Il leafminer di betulla è un parassita comune che si nutre dall'interno della foglia e fa diventare marrone la foglia. La prima generazione appare a maggio ma ci saranno diverse generazioni all'anno. Gravi infestazioni possono stressare l'albero e renderlo più vulnerabile alla trivellatrice di betulla di bronzo.

Quando un albero è stressato, i trivellatori di betulla di bronzo possono uccidere l'albero. L'insetto si annoia nell'alburno, iniziando dalla cima dell'albero e causando la morte della corona dell'albero. L'insetto ha un foro di emergenza a forma di D dove mastica dall'albero. Gli alberi sani sono resistenti alla trivella, ma se coltivati ​​in condizioni non ideali, i meccanismi di difesa dell'albero potrebbero non funzionare correttamente. Esistono controlli chimici.

Nella cultura

È l'albero provinciale del Saskatchewan e l'albero statale del New Hampshire.

Le persone a volte vandalizzano la corteccia di questo albero tagliandolo con un coltello o staccando strati della corteccia. Entrambe le forme di vandalismo possono causare sgradevoli cicatrici sull'albero.