base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Ann Jellicoe

Patricia Ann Jellicoe (15 luglio 1927 - 31 agosto 2017) è stata una drammaturga, regista e attrice britannica. Sebbene il suo lavoro riguardasse molte aree del teatro e del cinema, è nota soprattutto per "spingere la busta" della rappresentazione teatrale, inventando nuove forme che sfidano e deliziano il pubblico non convenzionale. Di conseguenza, la sua drammatica carriera è, per molti versi, unica nel ventesimo secolo.

Biografia

Jellicoe è nato a Middlesbrough, nello Yorkshire, in Inghilterra, nel 1927 e fin dall'infanzia ha mostrato interesse e attitudine per il teatro. Ha frequentato la Polam Hall School e la Queen Margaret's School di York e ha studiato arti performative presso la Central School of Speech and Drama. A ciò è seguita l'esperienza nel repertorio e nel teatro marginale.

Nel 1949 le fu commissionato uno studio investigativo sul rapporto tra recitazione e architettura teatrale; la scoperta di questo studio l'ha portata sul palco aperto. Jellicoe fondò un Sunday Theatre Club (Cockpit Theatre Club) dove produsse e diresse una serie di opere teatrali che esploravano le possibilità di questa forma di teatro a palcoscenico all'aperto, incluso un suo atto.

Successivamente, Jellicoe ha usato molte delle sue opere teatrali per esplorare ulteriormente le sue idee innovative sul teatro. Nel 1956, The Observer istituì una competizione di drammaturgo per trovare nuovi talenti. Jellicoe ha presentato The Sport of My Mad Mother , che ha vinto un premio al concorso. Nello scrivere questo dramma Jellicoe ha applicato molte delle idee che aveva imparato nei suoi primi anni alla Central School. Lo spettacolo è stato successivamente messo in scena dal Royal Court Theatre e diretto da George Devine e Jellicoe. Sebbene originariamente un fallimento commerciale, la rappresentazione fu successivamente eseguita a livello internazionale in molte lingue. Situato in un quartiere di Cockney a Londra, combina realismo, misticismo, musica, danza e rituali per creare un mito potente e femminista sulla civiltà moderna. Jellicoe ha rivisto la versione originale del 1958 nel 1962 per creare un gioco migliore.

Il titolo dell'opera deriva da un religioso indù che dice: "Tutta la creazione è lo sport di mia pazza madre Kali" (una dea indù). Tuttavia, come molti londinesi sanno, "lo sport di me madre pazza" è anche un'espressione di Cockney che implica qualcosa di molto insolito.

La commedia più nota di Jellicoe è The Knack, eseguita per la prima volta alla Royal Court nel 1962. Un grande successo, la commedia fu successivamente adattata in una versione cinematografica che vinse la Palma d'oro a Cannes. Diretto da Richard Lester; il cast del film includeva Michael Crawford e Rita Tushingham. In esso un gruppo di giovani, adulti di Londra si scontrano e commiserano su come ottenere "il talento" con il sesso opposto. Jellicoe ha anche scritto opere teatrali per bambini.

Una delle opere più interessanti di Jellicoe è un breve saggio intitolato "Alcune influenze inconsce nel teatro". In uno spazio di circa trenta pagine, escogita una serie di teorie complesse ma di buon senso che spiegano le ragioni per cui il pubblico reagisce al palcoscenico e allo schermo mentre lo fanno.

The Colway Theatre Trust

Nel 1978, Jellicoe istituì il Colway Theatre Trust per esplorare il concetto di Community Plays: lavoro pioneristico che continuò a sviluppare nei successivi dieci anni. Jon Oram è diventato direttore artistico del Colway Theatre nel 1985 - ora chiamato Claque Theater.

I Colway Theatre Trust sono i fondatori del genere Community Play. Una commedia comunitaria praticata da Colway è il risultato di non meno di 18 mesi di lavoro. Sono opere originali scritte per e su una specifica comunità. Lo scrittore lavora generalmente con un gruppo di ricerca della comunità. Gli spettacoli sono tradizionalmente eseguiti in uno stile promenade in cui il pubblico e il cast condividono lo stesso spazio con l'azione che si svolge su palcoscenici attorno al bordo di quello spazio e nel corpo del pubblico in piedi. Nel 2000, il Colway Theatre si è trasferito nel Kent nel sud est dell'Inghilterra e ha cambiato il suo nome in Claque. La società è di livello internazionale, gestita da Jon Oram che ha scritto, prodotto o diretto oltre 30 produzioni.

Nel 1962, Jellicoe sposò il fotografo Roger Mayne. Si trasferirono a Lyme Regis nel Dorset nel 1975, e vissero a Colway Manor (da qui il nome del Colway Theatre Trust). Dopo la morte di Mayne nel 2014, Jellicoe si trasferì a West Bay nel Dorset. La stessa Jellicoe è morta alla fine di agosto 2017.

Opere selezionate

Elenco seguente da Who's Who

  • The Knack: A Comedy in Three Acts. Londra: Encore, 1962; New York: francese, 1962.
  • Lo sport di mia madre pazza . Versione corretta. Londra: Faber, 1964; New York: Dell, 1964. Originariamente pubblicato in The Observer Plays, Londra: Faber & Faber, 1958.
  • Shelley; o, l'idealista . Londra: Faber & Faber, 1966; New York: Grove Press, 1966.
  • Alcune influenze inconsce nel teatro . Cambridge: Cambridge University Press, 1967. Judith Wilson Lecture, 1967.
  • The Giveaway: A Comedy . Londra: Faber & Faber, 1970.
  • Il gabbiano di Anton Chekhov, tradotto da Jellicoe e Adriadne Nicolaeff. New York: Avon, 1975.
  • Tre Jelliplays . Londra: Faber & Faber, 1975. Contiene che non indovinerai mai; Clemente Elsie, Smiling John, Silent Peter e A Good Thing o a Bad Thing.
  • Devon, di Jellicoe e Roger Mayne. Londra: Faber & Faber, 1975. A Shell Guide.
  • Giochi della comunità: come indossarli . Londra: Methuer, 1987.

Giochi della comunità: scrittore, regista e produttore:

  • The Reckoning , Lyme Regis, 1978
  • The Tide , Ax Valley, 1980
  • Mark og Mont , (Money & Land) Holbaek, Danimarca 1989
  • Sotto il dio , Dorchester, 1989
  • Luoghi cambianti , Woking, 1992

Commedie comunitarie di altri scrittori: regista e / o produttore tra cui: Howard Barker, David Edgar, Charles Wood, John Downie, Sheila Yeger, Andrew Dickson, Arnold Wesker, David Cregan, Nick Darke, Peter Terson e Jon Oram

National Life Stories ha condotto un'intervista di storia orale (C1316 / 04) con Ann Jellicoe nel 2008 per The Legacy of the English Stage Company, tenuta dalla British Library.

Appunti

  1. ^ a b c d e f g h i JELLICOE, (Patricia) Ann, (Mrs Roger Mayne) ', Who's Who 2011, A & C Black, 2011; online edn, Oxford University Press, dicembre 2010; Who's Who 2016, A & C Black, 2016
  2. ^ a b Kate Dorney. Intervista a Jellicoe, depositato presso la British Library.
  3. ^ a b Elenco di basi di dati di film su Internet. IMDB.com
  4. ^ Coveney, Michael; Edgar, David (1 settembre 2017). "Necrologio di Ann Jellicoe". The Guardian . Estratto il 1 settembre 2017.
  5. ^ National Life Stories, 'Jellicoe, Ann (1 di 13) National Life Stories Collection: The Legacy of the English Stage Company', The British Library Board, 2008. Estratto il 21 febbraio 2018