base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Anjem Choudary

Anjem Choudary

Anjem Choudary (Urdu: انجم چودهرى; nato il 18 gennaio 1967) è un islamista britannico e un attivista sociale e politico condannato per aver invitato il sostegno a un'organizzazione vietata, vale a dire lo Stato islamico dell'Iraq e il Levante, ai sensi del Terrorism Act 2000. Era precedentemente avvocato e ha prestato servizio, fino a quando non è stato vietato, come portavoce di Islam4UK.

Con Omar Bakri Muhammad, Choudary ha contribuito a formare un'organizzazione islamista, al-Muhajiroun. Il gruppo ha organizzato diverse manifestazioni anti-occidentali, tra cui una marcia di protesta vietata a Londra per la quale Choudary è stato convocato per comparire in tribunale. Il governo britannico ha vietato Al-Muhajiroun. Choudary era presente al lancio del suo successore previsto, Ahlus Sunnah wal Jamaah. In seguito ha contribuito a formare Al Ghurabaa, anch'esso vietato. Choudary divenne quindi il portavoce di Islam4UK. È stato denunciato dai principali gruppi musulmani ed è stato ampiamente criticato dai media britannici.

Critico del coinvolgimento del Regno Unito nelle guerre in Iraq (2003–2011) e Afghanistan (2001–2016), Choudary ha elogiato i responsabili degli attacchi dell'11 settembre 2001 e del 7 luglio 2005. Promuove l'attuazione della legge della Sharia in tutto il Regno Unito, la Polonia e l'India. Ha marciato in segno di protesta per la controversia sui cartoni Jyllands-Posten , a seguito della quale è stato processato per aver organizzato una manifestazione illegale. Durante una protesta fuori dalla Cattedrale di Westminster nel 2006, Choudary disse ai manifestanti che il Papa avrebbe dovuto essere giustiziato per aver insultato l'Islam.

Il 6 settembre 2016, Choudary è stato condannato a cinque anni e sei mesi dopo la condanna per aver invitato altri a sostenere l'organizzazione proibita ISIS. È stato rilasciato automaticamente su licenza nell'ottobre 2018.

Primi anni di vita

Nato a Londra il 18 gennaio 1967, Anjem Choudary è figlio di un commerciante del mercato Welling ed è di origine punjabi-pakistana. Ha frequentato la scuola elementare Mulgrave, a Woolwich. Nel 1996, Choudary sposò Rubana Akhtar, o Akhgar, che si era recentemente unita ad al-Muhajiroun, che guidò in quel momento. In seguito è diventata il capo delle donne del gruppo. La coppia ha quattro figli.

Si iscrisse come studente di medicina alla Barts e alla London School of Medicine and Dentistry, dove era conosciuto come Andy, ma non superò gli esami del primo anno. Mentre frequentava l'università, si riteneva che si fosse lasciato andare a bere e droghe. Rispondendo alle affermazioni che era un "animale da festa" che si unì ai suoi amici per "essere lapidato", nel 2014 Choudary ha commentato "Ammetto che non mi sono sempre esercitato ... Ho commesso molti errori nella mia vita".

Passò alla legge all'Università di Southampton e trascorse l'ultimo anno da studente di giurisprudenza (1990-1991) a Guildford, prima di trasferirsi a Londra per insegnare l'inglese come seconda lingua. Ha trovato lavoro presso uno studio legale e completato le sue qualifiche legali per diventare avvocato.

Choudary è diventato il presidente della Society of Muslim Lawyers, ma è stato rimosso dalla lista dei legali (il registro ufficiale dei legali) nel 2002.

Addestramento militare jihadista in Gran Bretagna

Il 7 novembre 1999 il Sunday Telegraph riferiva che i musulmani stavano ricevendo addestramento di armi in luoghi segreti della Gran Bretagna. La maggior parte di coloro che si sono formati in questi centri avrebbero quindi combattuto per il Fronte islamico internazionale di Osama Bin Laden in Cecenia, mentre altri avrebbero combattuto in luoghi come Kosovo, Sudan, Somalia, Afghanistan, Pakistan e Kashmir. Il rapporto ha identificato Anjem Choudray come una figura chiave nel reclutamento di questi centri di formazione.

organizzazioni

Al-Muhajiroun

Choudary ha abbracciato l'islamismo e, con il leader militante islamista Omar Bakri Muhammed, ha co-fondato al-Muhajiroun, un'organizzazione salafita wahabita. I due uomini si erano incontrati in una moschea locale, dove Bakri stava dando un tafsir (un'interpretazione del Corano). Nel 2002, a seguito di un bazar organizzato da al-Muhajiroun (pubblicizzato da volantino e passaparola), Choudary ha tenuto un discorso sull'istruzione a Slough. La sua conferenza delineava le sue idee per un sistema parallelo di educazione islamica nel Regno Unito e includeva elementi dell'ideologia del gruppo. Nello stesso anno, sebbene gli fu rifiutato un permesso dall'allora sindaco di Londra Ken Livingstone, il 25 agosto il gruppo tenne una manifestazione a Londra. Choudary è stato convocato presso il tribunale dei magistrati di Bow Street nel gennaio 2003, con l'accusa che includeva "esibire un avviso, pubblicità o qualsiasi altra questione scritta o pittorica", "usare apparecchi per l'amplificazione del suono", "fare un discorso o un discorso pubblico" e "organizzare un'assemblea".

Nel 2003 o 2004 ha organizzato un viaggio in campeggio a tema islamico, durante il quale Bakri ha tenuto una conferenza, su un terreno di 54.000 acri della Jameah Islamiyah School nell'East Sussex. Pubblicizzato con il passaparola, al viaggio hanno partecipato 50 uomini musulmani, la maggior parte dei quali erano membri di al-Muhajiroun. Bakri in seguito affermò che le attività del campo includevano lezioni sull'Islam, il calcio e il paintball. Nel settembre 2006, in seguito alle accuse di utilizzo nella formazione e nel reclutamento di terroristi, la polizia ha perquisito la scuola. Secondo le testimonianze di sospetti di Al Qaeda detenuti nel campo di detenzione della baia di Guantanamo, nel 1997 e 1998 Abu Hamza e gruppi di circa 30 suoi seguaci hanno tenuto campi di addestramento presso la scuola, che includeva l'addestramento con fucili e pistole AK47 e un finto lanciarazzi. . Non furono fatti arresti e agli studenti e ai docenti fu permesso di ritornare il 23 settembre 2006, il primo giorno del Ramadan.

Il governo del Regno Unito aveva indagato sull'espulsione di Bakri anche prima degli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001 e nel luglio 2003 il quartier generale di al-Muhajiroun e le case di Bakri e Choudary erano state saccheggiate dalla polizia. L'anno seguente, in base alla nuova legislazione antiterroristica, il governo annunciò che voleva vietare al-Muhajiroun. Nel 2005 Bakri venne a sapere di essere a rischio di persecuzione per il suo sostegno agli attentatori di Londra del 7 luglio 2005 e ad agosto lasciò il Regno Unito per il Libano, dove dichiarò di essere in vacanza. Dopo aver lasciato una stazione televisiva in cui ha detto "Non tornerò in Gran Bretagna a meno che non voglia andare lì come visitatore o come turista", è stato arrestato dal dipartimento di sicurezza generale del Libano e tenuto in una prigione di Beirut. Diversi giorni dopo, Bakri fu escluso dal ritorno in Gran Bretagna dal segretario interno, Charles Clarke, per il fatto che la sua presenza in Gran Bretagna "non favoriva il bene pubblico". Choudary ha condannato la decisione e ha chiesto di sapere cosa Bakri aveva fatto per giustificare il divieto. Ha affermato che i ministri stavano inventando delle regole per garantire che Bakri non potesse tornare. A novembre Choudary e altri tre seguaci di Bakri furono deportati dal Libano e tornarono nel Regno Unito. Choudary incolpò l'Ufficio degli Affari Esteri e del Commonwealth di aver orchestrato le loro deportazioni, sostenendo che i quattro erano lì per aiutare Bakri a creare una madrasa.

Dopo la sua espulsione, Choudary partecipò al lancio a Londra di Ahlus Sunnah wal Jamaah, la prevista organizzazione successore di al-Muhajiroun. Choudary ha affermato che Bakri non faceva parte del comitato del nuovo gruppo, ma che "ci piacerebbe che lo sceicco avesse un ruolo". L'organizzazione opera principalmente attraverso un forum Internet solo su invito, a cui Choudary contribuisce con il nome visualizzato Abou Luqman. Un giornalista che visitava il sito trovò richieste di guerra santa e registrazioni di Osama Bin Laden, Ayman al-Zawahiri e Omar Bakri Mohammed.

Al-Muhajiroun ha tentato un rilancio nel giugno 2009 alla Conway Hall, a Holborn. Diversi oratori sono stati invitati a condividere una piattaforma con Choudary, ma alcuni in seguito hanno affermato di essere stati invitati con false pretese. Quando il gruppo ha rifiutato di consentire alle donne di partecipare alla riunione, il presidente della società che gestisce la sala ha annullato l'evento. Fu disturbato da molti di quelli del pubblico. Choudary prese il microfono dal presidente e condusse i canti della "Sharia per il Regno Unito", dicendo in riferimento all'esclusione delle donne: "Ebrei e cristiani non faranno mai pace con te finché non diventerai come loro o adotterai le loro vie". Fuori dalla sala, Choudary ha criticato la società britannica, prevedendo che i musulmani avrebbero raggiunto la maggioranza entro uno o due decenni. Quando gli è stato chiesto perché, se la società fosse così cattiva, vivesse qui, ha risposto: "Veniamo qui per civilizzare le persone, far loro uscire dall'oscurità e dall'ingiustizia nella bellezza dell'Islam".

Al Ghurabaa

Choudary era anche un portavoce di Al Ghurabaa, che si riteneva fosse un ramo di al-Muhajiroun. Fu vietato nel 2006 dall'allora segretario interno John Reid. Choudary era oltraggiato: "L'opzione facile quando si perde una discussione è di vietare la voce dell'opposizione. ... Non siamo un'organizzazione militare; siamo solo stati rumorosi nei nostri punti di vista - punti di vista su tutto, dalla politica estera del governo in Iraq e l'Afghanistan per l'host di leggi draconiane, che hanno introdotto contro di noi in questo paese ".

Islam4UK

Nel novembre 2008, Choudary ha organizzato un incontro dell'Islam4UK di recente formazione, che, secondo il suo sito Web, è stato "istituito da sinceri musulmani come una piattaforma per propagare la suprema ideologia islamica nel Regno Unito come un'alternativa divina alla legge artificiale. "e" convincere l'opinione pubblica britannica sulla superiorità dell'Islam ... cambiando così l'opinione pubblica a favore dell'Islam al fine di trasferire l'autorità e il potere ... ai musulmani al fine di attuare la Sharee'ah (qui in Gran Bretagna)". Secondo Ed Husain, co-fondatore del think-tank antiterrorismo della Quilliam Foundation, Islam4UK era un "gruppo frammentato di al-Muhajiroun e Hizb ut-Tahrir, i creatori dell'estremismo in Gran Bretagna". L'incontro, pubblicizzato come una conferenza per "sollevarsi per difendere l'onore dei musulmani", si è tenuto presso il Brady Arts and Community Center di Tower Hamlets. Choudary annunciò quindi che Bakri avrebbe parlato, tramite un collegamento di videoconferenza, sebbene problemi tecnici significassero che il suo indirizzo fosse invece fornito tramite una linea telefonica. Alla domanda di una donna musulmana come potrebbero essere giustificati i commenti di uno dei relatori dell'evento, considerando che l'Islam è una religione di pace, Choudary ha dichiarato: "L'Islam non è una religione di pace ... È una religione di sottomissione. Dobbiamo sottometterci alla volontà di Allah ".

Le ricche risorse dell'Afghanistan, la sua posizione sulla cuspide tra il subcontinente indiano, la Russia meridionale, l'Asia e la Cina e le sue popolazioni chiedono la Shari'ah sono le vere ragioni per cui i militari hanno cercato di stabilire un ruolo permanente lì, no importa quale sia il costo per la vita e la ricchezza degli indigeni o addirittura per il loro. Fondamentale in questo è il desiderio di impedire ai musulmani di gestire i propri affari e stabilire uno Stato islamico se lo desiderano, ma piuttosto di mantenere un burattino nell'area (Mr. Karzia) per mantenere e proteggere gli interessi occidentali.

Anjem Choudary (3 gennaio 2010), lettera aperta pubblicata sul sito web Islam4UK e ristampata in The Telegraph

Con l'annuncio di Islam4UK che prevedeva di organizzare una marcia di protesta attraverso Wootton Bassett (noto per i rimpatri del funerale militare di soldati britannici morti che tornarono dalla guerra in Afghanistan), Choudary disse "Potresti vedere una o due bare tornare nel Regno Unito. a giorni alterni, ma se si pensa alla popolazione afghana è un numero enorme in confronto ... Ho intenzione di scrivere una lettera ai genitori dei soldati britannici dicendo loro la realtà di ciò per cui sono morti ". La lettera aperta di Choudary è stata pubblicata il 3 gennaio 2010. Spiegava le sue ragioni per proporre la marcia, sosteneva le sue credenze religiose e affermava che i politici britannici avevano mentito sulla guerra. Choudary ha scritto che la marcia proposta era di "coinvolgere le menti del pubblico britannico sulle reali ragioni per cui i loro soldati stanno tornando a casa in sacchi per il corpo e il costo reale della guerra". In un'intervista a Sky News, ha affermato che la location è stata scelta per attirare un livello di attenzione mediatica che "non avrebbe guadagnato altrove". La proposta è stata condannata dal primo ministro britannico Gordon Brown, il quale ha affermato che offendere le famiglie di truppe morte o ferite sarebbe "del tutto inappropriato". Anche il centro internazionale Minhaj-ul-Quran di Forest Gate ha condannato la proposta, così come il Consiglio musulmano britannico, che ha dichiarato che "condanna l'appello del gruppo estremista marginale Islam4UK per la loro proposta di marcia a Wootton Bassett". La marcia prevista è stata annullata dal gruppo il 10 gennaio 2010.

Dal 14 gennaio 2010, Islam4UK è stato vietato ai sensi del Terrorism Act 2000, rendendo l'iscrizione illegale e punibile con la reclusione. Choudary ha condannato l'ordine. In un'intervista alla radio della BBC ha affermato che "siamo ora presi di mira come un'organizzazione estremista o terrorista e addirittura banditi per aver semplicemente espresso questo" e "Sento che questo è un fallimento del concetto di democrazia e libertà". In seguito al suo arresto e alla successiva liberazione nel settembre 2014 per sospetto di incoraggiamento al terrorismo, Choudary ha affermato di essere stato interrogato sulla sua appartenenza o sostegno a gruppi proibiti, tra cui Islam4UK e Need4Khalifah, entrambi ritenuti successori di al-Muhajiroun.

Visualizzazioni

Guarda, alla fine della giornata persone innocenti - quando diciamo "persone innocenti" intendiamo i musulmani - per quanto riguarda i non musulmani non hanno accettato l'Islam e per quanto ci riguarda è un crimine contro Dio.

Anjem Choudary, BBC HARDtalk (8 agosto 2005)

Choudary si riferiva ai terroristi dell'11 settembre 2001 come "magnifici martiri". Nel 2003 ha affermato che al-Muhajiroun avrebbe "incoraggiato le persone ad adempiere ai loro doveri e responsabilità islamici", sebbene abbia anche affermato che il gruppo era un movimento politico e non responsabile delle azioni individuali. Nel 2004 ha affermato che un attacco terroristico al suolo britannico era "una questione di tempo". Si rifiutò di condannare gli attentati di Londra del 7 luglio 2005, ma accusò il Consiglio musulmano britannico (che aveva) di "vendere le loro anime al diavolo". Ha incolpato l'omicidio del 2013 di Lee Rigby, un soldato britannico fuori servizio, sulla politica estera britannica.

Choudary ha espresso sostegno per la comunità musulmana in Somalia, che, sostiene, è stata "violata" dagli etiopi sostenuti dai cristiani e ha anche chiesto ad altri membri di combattere la jihad.

Il Wall Street Journal descrive Choudary come un sostenitore del "ceppo fondamentalista dell'insegnamento islamico noto come salafismo". Crede nel primato dell'Islam su tutte le altre fedi e nell'attuazione della Sharia Law, nella sua interezza, nel Regno Unito. Nel 2001 ha dichiarato che la sua fedeltà è all'Islam, e non a un Paese. Crede che, per un vero musulmano, "un passaporto britannico non è altro che un documento di viaggio". Nell'ottobre 2006 si è rivolto a un pubblico del Trinity College di Dublino per opporsi alla mozione che "questa casa ritiene che la violenza islamista non possa mai essere giustificata". Nel febbraio 2008 l'arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams, ha commentato che "in effetti alcune disposizioni della sharia sono già riconosciute nella nostra società e secondo la nostra legge". Choudary ha risposto dicendo che la Sharia "deve essere adottata all'ingrosso" e che "arriverà o abbracciando l'Islam perché è la religione in più rapida crescita nel paese, o da un paese islamico che conquista la Gran Bretagna o da elementi che abbracciano l'Islam e lo impongono ".

Nel 2008 ha parlato della "bandiera della Sharia" che sorvolava Downing Street entro il 2020, affermando che alcune famiglie musulmane nella zona est di Londra avevano "10 o 12 figli ciascuna" e che centinaia si convertivano all'Islam ogni giorno. Choudary ha parlato contro elementi della fede cristiana. Nel dicembre 2008 ha pubblicato un sermone su un sito web islamico, in cui affermava: "Ogni musulmano ha la responsabilità di proteggere la sua famiglia dall'errore di guida del Natale, perché la sua osservanza porterà a un incendio infernale. Proteggi il tuo paradiso dall'essere portato via - proteggi te e la tua famiglia da Natale ".

In un'intervista con l'Iran TV Press (che è stata successivamente pubblicata online l'11 aprile 2013), Choudary ha dichiarato: "Come musulmani, rifiutiamo la democrazia, rifiutiamo il secolarismo, la libertà e i diritti umani. Rifiutiamo tutto ciò che sposi come essendo ideali ... Non c'è nulla che si chiami repubblica nell'Islam. Quando parliamo della Shari'a, stiamo parlando solo della Shari'a. Stiamo parlando del rifiuto dell'ONU, del FMI e della Banca mondiale. "

Nel 2013 il gruppo di pressione britannico Hope not Hate ha presentato un rapporto che identificava Choudary come "un attore serio sulla scena islamica internazionale", affermando che sebbene non ci fossero prove che fosse direttamente responsabile dell'istigazione di trame terroristiche ", ha contribuito a plasmare il mentalità di molti di coloro che stanno dietro di loro "e" attraverso le sue reti li hanno collegati a gruppi terroristici e sostenitori in tutto il mondo ". Choudary ha respinto le affermazioni come "fantasiose", dicendo che se fossero vere, i servizi di sicurezza del Regno Unito lo avrebbero arrestato.

Nel settembre 2014, Choudary ha descritto Abu Bakr al-Baghdadi, leader dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante, come "il califfo di tutti i musulmani e il principe dei credenti".

Filmato segretamente da The Sun, Choudary ha detto che è normale prendere soldi dal kuffar (non musulmano) e usarlo per finanziare la jihad, che ha definito "indennità per cercatori di jihad". Se stesso, ha richiesto più di £ 25.000 all'anno in benefici, £ 8.000 in più rispetto alla retribuzione da portare a casa di alcuni soldati che combattono i talebani in Afghanistan, per un totale di fino a £ 500.000. In attesa di una sentenza del tribunale per incitamento al terrorismo, voleva trasferirsi allo Stato islamico, ma ha spiegato che la ragione era che si tratta di una società molto migliore in termini di prestazioni sociali e altri fattori.

Attivismo

Choudary ha partecipato regolarmente alle marce pubbliche e, a seguito di una marcia di protesta davanti all'ambasciata danese a Londra il 3 febbraio 2006, tenutasi in risposta alla controversia sui cartoni animati di Jyllands-Posten Muhammad, è stato membro di un gruppo di intervistati nel programma di notizie della BBC Newsnight . Ha difeso i musulmani in Gran Bretagna, dicendo che "viviamo in pace con la comunità ospitante, non ci è permesso prendere di mira le persone qui", e ha affermato che la polizia aveva ispezionato e permesso i controversi cartelli usati nella manifestazione. Choudary è stato criticato dai suoi colleghi membri del gruppo, tra cui Ann Cryer, poi deputato per Keighley, Humera Khan, del gruppo di donne musulmane al-Nisa (che lo ha accusato di demonizzazione dell'Islam), Sayeeda Warsi, vicepresidente del Partito conservatore, Il professor Tariq Ramadan (che ha affermato che le azioni di Choudary sono state progettate per suscitare una forte risposta da parte dei media), e Roger Knapman, leader del Partito dell'Indipendenza del Regno Unito. Il 15 marzo 2006 era tra i cinque uomini arrestati in relazione alla manifestazione, organizzata da Al Ghurabaa. È stato nuovamente arrestato il 4 maggio all'aeroporto di Stansted per una presunta violazione della cauzione e accusato di organizzare la protesta senza avvisare la polizia. È stato rilasciato su cauzione per comparire davanti al tribunale di Bow Street l'11 maggio. Il 4 luglio 2006 è stato condannato e multato di £ 500 con £ 300 di spese processuali.

Il giorno seguente, in una conferenza stampa di Al Ghurabaa presso il centro di Al Badr a Leyton, Choudary affermò che la colpa degli attentati di Londra era del governo britannico e disse che l'allora Primo Ministro, Tony Blair, aveva "sangue nelle sue mani" ". Ha anche esortato i musulmani a difendersi dagli attacchi percepiti "qualunque sia il mezzo a loro disposizione", e ha fatto riferimento al raid della Porta della Foresta del 2 giugno 2006 in cui Mohammed Abdul Kahar è stato colpito alla spalla. Ha incoraggiato i musulmani a non cooperare con la polizia in nessun caso. Il leader del consiglio locale Clyde Loakes ha criticato i commenti di Choudary, affermando "Sono sicuro che la stragrande maggioranza dei residenti della Waltham Forest non supporta queste opinioni". Diversi giorni dopo, il 9 giugno 2006, Choudary organizzò una manifestazione davanti alla stazione di polizia di Forest Gate a Londra, per protestare contro l'arresto dei due uomini di Forest Gate. Le famiglie degli uomini hanno affermato che una protesta estremista "darebbe solo un'altra opportunità alla nostra comunità di essere ritratta in una luce negativa" e ha inviato una dichiarazione a più di venti moschee (letta agli adoratori durante le preghiere) esortandole a dissociarsi dall'evento. Alla manifestazione hanno partecipato circa 35 uomini e 15 donne.

Se fossimo stati consapevoli che Al Ghurabaa stava prenotando la sala, avremmo rifiutato questa richiesta poiché i valori e l'etica di Al Ghurabaa non riflettono quelli di Al Badr, un'organizzazione basata sulla comunità impegnata a promuovere l'armonia della comunità.

Il portavoce di Al Badr (luglio 2006)

Nel settembre 2006 Papa Benedetto XVI ha tenuto un discorso sulla questione della "ragionevolezza" della fede cristiana, presso l'Università di Ratisbona in Germania. Nella conferenza di Ratisbona ha parlato della razionalità nella fede e ha citato i commenti dell'imperatore bizantino del XVI secolo Manuele II Paleologo, che, come ha affermato il Papa, ha detto "mostrami ciò che Mohamed ha portato che era nuovo, e lì troverai cose solo malvagie e disumane, come il suo comando di diffondere con la spada la fede che predicava ". La citazione ha attirato gravi critiche da parte dei musulmani di tutto il mondo, incluso il parlamento del Pakistan, che ha condannato il papa per i suoi commenti e gli ha chiesto scuse. A seguito del discorso, il 17 settembre Choudary ha condotto una protesta fuori dalla Cattedrale di Westminster, dove ha detto ai giornalisti "Chiunque insulti il ​​messaggio di Maometto sarà soggetto a pena capitale". Il Daily Mail lo riportava dicendo: "Sono qui che ho una manifestazione pacifica, ma potrebbero esserci persone in Italia e altre parti che lo farebbero". La polizia metropolitana ha indagato sui suoi commenti, ma ha concluso che "nessun reato sostanziale" è stato commesso durante la manifestazione. Il segretario della Shadow Home, David Davis, che aveva chiesto l'adozione di provvedimenti contro Choudary, ha dichiarato: "È abbastanza vergognoso. Invia un messaggio agli estremisti musulmani che noi, come paese, non abbiamo il coraggio morale di resistere a loro ".

Tentò di entrare in Francia per manifestare contro la decisione del governo francese di vietare il burka, ma fu fermato nel porto di Calais. Il suo passaporto fu sequestrato e gli furono rilasciati documenti che lo vietavano dalla Francia a tempo indeterminato.

Il 13 dicembre 2013 Choudary ha condotto una marcia a Brick Lane, organizzata dal progetto Sharia con sede a est di Londra, chiedendo il divieto di vendere alcolici negli stabilimenti musulmani. Un funzionario della Moschea di East London, parlando delle pattuglie, ha identificato il Progetto Shariah come "fortemente legato" al gruppo bandito di Anjem Choudary Al-Muhajiroun. Abu Rumaysah di The Shariah Project aveva predetto che "centinaia" si sarebbero uniti alla manifestazione, sostenendo che gruppi di musulmani sarebbero arrivati ​​da lontano come le Midlands per prendere parte. Nell'evento, solo poche decine di manifestanti hanno preso parte alla marcia. Choudary in seguito ha spiegato il suo scopo: "Ciò che abbiamo fatto è stato postare un avviso ai proprietari del negozio dicendo che sotto la Sharia e sotto il Corano la vendita di alcolici è vietata e se si dovesse anche bere alcolici, sarebbero 40 frustate. lì per insegnare loro che solo perché vivono tra non musulmani non è una scusa perché la legge della Sharia sarà attuata in Gran Bretagna, e quindi dovrebbero essere consapevoli del fatto che solo perché non è la Sharia oggi, non possono semplicemente fare quello che vogliono ". Choudary disse che il gruppo del Progetto Shariah avrebbe organizzato molti altri raduni di questo tipo.

Condanna e reclusione

Il 5 agosto 2015, Choudary è stato accusato di un reato ai sensi della sezione 12 del Terrorism Act 2000 per aver invitato il sostegno di un'organizzazione vietata, vale a dire lo Stato islamico, tra giugno 2014 e marzo 2015. Il processo è stato rinviato al 27 giugno 2016 e si prevedeva durare non più di quattro settimane. Choudary è stato condannato il 28 luglio 2016. All'Old Bailey il 6 settembre 2016, il giudice Holroyde ha condannato Choudary a cinque anni e sei mesi di prigione, dicendogli che aveva "superato il confine tra l'espressione legittima delle proprie opinioni e un atto criminale".

Choudary è stato rilasciato dalla prigione il 19 ottobre 2018. Poco dopo la sua liberazione, è stato riferito che Choudary sarebbe stato messo in un ostello di libertà vigilata nel distretto londinese di Camden per sei mesi, dove gli sarebbe stato richiesto di rispettare una serie di condizioni.

Designazione terroristica

Il 30 marzo 2017 Choudary è stato dichiarato Terrorista globale appositamente designato dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. La designazione blocca i suoi beni e gli proibisce di intraprendere transazioni commerciali o finanziarie con persone statunitensi.

Accoglienza pubblica

Islam4UK e il suo leader Anjem Choudary non rappresentano né parlano per Islam o musulmani britannici ma sono una "piattaforma" per il movimento estremista al-Muhajiroun. Non c'è spazio per questo tipo di persone o le loro organizzazioni nella nostra comunità o la religione pacifica dell'Islam.

Waqar Azmi OBE del British Muslim Forum

Choudary è stato ampiamente criticato dalla maggior parte dei giornali britannici, alcuni dei quali lo descrivono come un estremista, un chierico radicale o un predicatore. Nel gennaio 2010, il collaboratore del Guardian Mehdi Hasan ha scritto: "Choudary è uno studioso islamico le cui opinioni meritano attenzione o considerazione? No. Ha studiato con importanti studiosi islamici? No. Possiede qualifiche o credenziali islamiche? Nessuna. Qualunque cosa. lui il diritto di pontificare sull'Islam, i musulmani britannici o "il fuoco dell'inferno"? O proclamarsi un "giudice della sharia"? ", e affermava che Choudary era" non rappresentativo dell'opinione pubblica musulmana britannica, come lo è dell'opinione britannica contro la guerra. "

Il leader del Partito conservatore David Cameron ha affermato che Choudary "è una di quelle persone che devono essere esaminate seriamente in termini di legalità di ciò che sta dicendo perché si allontana, credo, estremamente vicino alla linea di incoraggiamento all'odio, all'estremismo e alla violenza ".

Salma Yaqoob, allora leader del Respect Party, ha dichiarato nel 2010 a Choudary: "È un fanatico il cui obiettivo nella vita è provocare la divisione. Si impegna in queste provocazioni perché è profondamente ostile a qualsiasi incontro di musulmani e non musulmani Per lui, il fatto che la maggioranza del popolo britannico - musulmano e non musulmano - si opponga alla guerra in Afghanistan non è qualcosa da celebrare, ma è qualcosa da temere. "Rod Liddle, scrivendo in The Spectator , ha dichiarato: "Anjem Choudray ... è uno di quei piccoli e spiccioli cambiatori che potrebbero venire dalla Gran Bretagna." Anche i conservatori negli Stati Uniti hanno criticato Choudary. Il conduttore di Fox News, Sean Hannity, ha definito Choudary "un malato, miserabile, malvagio SOB" durante un segmento del suo show che parla delle proteste egiziane del 2011.

Choudary è stato denunciato da gruppi musulmani tradizionali. Tuttavia, nel gennaio 2010 Jamie Bartlett, scrittrice di The Daily Telegraph , ha ipotizzato che potrebbe avere "un po '" sostegno tra la minoranza di musulmani nel Regno Unito che potrebbe essere considerata in possesso di opinioni conservatrici. L'anno seguente, Peter Oborne, difendendo le critiche della baronessa Warsi su come i musulmani britannici sono stati trattati, scelse Choudary come un'eccezione alla maggioranza che era "gente decente".

Le critiche ai tabloid su Islam4UK e Choudary da quando la notizia della proposta di marcia è diventata pubblica per la prima volta è stata, in generale, al vetriolo, definendolo un "predicatore di odio". Nel gennaio 2010, apparendo su The Daily Politics della BBC, gli è stato chiesto dal suo presentatore, Andrew Neil, le sue opinioni sulla messa al bando di Islam4UK, prima di essere invitato a commentare il suo stato finanziario, sostenendo che era "pertinente per i nostri spettatori ". Choudary ha detto a Neil che le sue finanze erano una questione personale e che stava "facendo qualcosa, e non voglio discuterne con te. Non sono indennità per chi cerca lavoro, ma allo stesso tempo ho un assegno familiare, Ho espresso fermamente opinioni che sto propagando allo stesso tempo ". Rispondendo alle critiche dei media nei suoi confronti, Choudary ha dichiarato: "Credo che le persone siano state spinte in una frenesia anti-islamica anti-musulmana".

pubblicazioni

Ha scritto numerosi opuscoli e articoli, tra cui Diritti umani: confronto tra la Dichiarazione dei diritti umani e dei diritti divini nell'Islam e gruppi e partiti nell'Islam: il verdetto islamico.