base di conoscenza
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Alfred Cort Haddon

Alfred Cort Haddon

Alfred Cort Haddon , Sc.D., FRS, FRGS (24 maggio 1855-20 aprile 1940, Cambridge) fu un influente antropologo ed etnologo britannico. Inizialmente un biologo, che ha realizzato il suo lavoro sul campo più notevole, con WHR Rivers, CG Seligman e Sidney Ray sulle Isole dello Stretto di Torres. Ritornò al Christ's College di Cambridge, dove era stato uno studente universitario, e fondò efficacemente la School of Anthropology. Haddon ebbe una grande influenza sul lavoro dell'etnologa americana Caroline Furness Jayne.

Nel 2011, The Recordings of the Cambridge Anthropological Expedition di Torres nel 1898 di Haddon furono aggiunti al National Film and Sound Archive del registro australiano Sounds of Australia. Le registrazioni originali sono conservate presso la British Library e molte sono state rese disponibili online.

Primi anni di vita

Alfred Cort Haddon nacque il 24 maggio 1855, vicino a Londra, il figlio maggiore di John Haddon, capo di un'azienda di macchine da scrivere e tipografi. Frequentò lezioni al King's College di Londra e insegnò zoologia e geologia in una scuola femminile a Dover, prima di entrare al Christ's College di Cambridge nel 1875.

A Cambridge studiò zoologia e divenne amico di John Holland Rose (in seguito professore di storia navale di Harmsworth), la cui sorella si sposò nel 1881. Poco dopo aver conseguito il Master in Arts, fu nominato dimostratore di zoologia a Cambridge nel 1879. Per un certo periodo ha studiato biologia marina a Napoli.

carriera

Dublino

Nel 1880 fu nominato professore di zoologia al College of Science di Dublino. Mentre lì fondò il Dublin Field Club nel 1885. Le sue prime pubblicazioni furono un'introduzione allo studio dell'embriologia nel 1887 e vari articoli sulla biologia marina, che portarono alla sua spedizione nelle isole dello Stretto di Torres per studiare le barriere coralline e la zoologia marina, e mentre era così impegnato, per la prima volta divenne attratto dall'antropologia.

Spedizione dello Stretto di Torres

Al suo ritorno a casa, ha pubblicato numerosi articoli che trattano con le popolazioni indigene, insistendo sull'importanza di proteggere tutte le informazioni possibili su questi e popoli affini prima che fossero sopraffatti dalla civiltà. Ha sostenuto che a Cambridge (incoraggiato a tal fine da Thomas Henry Huxley), dove è venuto a tenere lezioni presso la Anatomy School dal 1894 al 1898, e alla fine sono stati raccolti fondi per organizzare una spedizione nelle Isole dello Stretto di Torres per fare uno studio scientifico di il popolo e al dottor Haddon è stato chiesto di assumere la guida.

Per assisterlo, riuscì a ottenere l'aiuto del dott. WHR Rivers, e dopo anni affermava di aver considerato la sua principale pretesa di fama che aveva deviato il dott. Rivers dalla psicologia all'antropologia.

Nell'aprile del 1898, la spedizione arrivò nel suo campo di lavoro e trascorse più di un anno nelle Isole dello Stretto di Torres e nel Borneo, e portò a casa una vasta collezione di esemplari etnografici, alcuni dei quali sono ora al British Museum, ma la maggior parte di loro per una delle glorie del Museo di Archeologia e Antropologia, Università di Cambridge. L'Università di Cambridge in seguito passò le registrazioni del cilindro di cera alla British Library. I principali risultati della spedizione sono stati pubblicati su The Reports of the Cambridge Expedition to Torres Straits .

Haddon era convinto che centinaia di oggetti d'arte raccolti dovevano essere salvati da una quasi certa distruzione da parte dei missionari cristiani zelanti intenti a cancellare le tradizioni religiose e le cerimonie degli isolani nativi. Sono stati anche raccolti filmati di danze cerimoniali. Le sue scoperte furono pubblicate nel suo libro del 1901 " Cacciatori di teste, nero, bianco e marrone

Analoga opera antropologica, la registrazione di miti e leggende delle Isole dello Stretto di Torres fu coordinata da Margaret Lawrie negli anni 1960-1972. La sua collezione completa il lavoro di Haddon e può essere trovata presso la Biblioteca di Stato del Queensland

Nel 1897, Haddon aveva ottenuto il suo Sc.D. laurea in riconoscimento del lavoro che aveva già fatto, alcuni dei quali aveva incorporato nella sua arte decorativa della Nuova Guinea , una grande monografia pubblicata come una delle memorie di Cunningham nel 1894, e al suo ritorno a casa dalla sua seconda spedizione fu eletto un collega del suo college (giovane nel 1901, senior nel 1904).

Fu nominato professore di etnologia all'Università di Cambridge nel 1900 e lettore nel 1909, un incarico dal quale si ritirò nel 1926. Fu nominato curatore consultivo del Museo Horniman di Londra nel 1901. Haddon fece una terza visita in Nuova Guinea nel 1914, e tornò durante la prima guerra mondiale.

Accompagnato da sua figlia Kathleen Haddon (1888–1961), zoologa, fotografa e studiosa di archi, gli Haddon viaggiarono lungo la costa papuana da Daru ad Aroma. Mentre meno discusso del suo precedente lavoro nello Stretto di Torres, questo viaggio è stato influente nel contribuire a plasmare il lavoro successivo di Haddon sulla distribuzione della cultura materiale in Nuova Guinea.

Lo sforzo bellico aveva in gran parte distrutto lo studio dell'Antropologia all'Università, tuttavia, e Haddon andò in Francia a lavorare per l'YMCA. Dopo la guerra, ha rinnovato la sua costante lotta per istituire una solida Scuola di Antropologia a Cambridge.

La pensione

Al suo ritiro Haddon è stato nominato custode onorario delle ricche collezioni della Nuova Guinea di proprietà del Museo di Cambridge, e ha anche scritto le parti rimanenti dei Rapporti sullo Stretto di Torres, che il suo intenso lavoro di insegnamento e la sua vita amministrativa lo avevano costretto a mettere da parte. Il suo aiuto e il suo consiglio agli uomini più giovani era quindi ancora più libero al loro servizio, e come sempre ha continuamente messo da parte il proprio lavoro per aiutarli con i loro.

Haddon fu presidente della Sezione H (Antropologia) nelle riunioni della British Association del 1902 e 1905. Fu presidente del Royal Anthropological Institute di Gran Bretagna e Irlanda, della Folk Lore Society, e della Cambridge Antiquarian Society fu eletto membro di la Royal Society; ricevuto dalla RAI la medaglia di Huxley nel 1920; ed è stato il primo destinatario della medaglia dei fiumi nel 1924.

Fu il primo a riconoscere l'importanza etnologica delle figure e dei trucchi delle stringhe, conosciuti in Inghilterra come "culle di gatti", ma trovati in tutto il mondo come passatempo tra i popoli nativi. Lui e Rivers inventarono una nomenclatura e un metodo per descrivere il processo di creazione delle diverse figure e una delle sue figlie, Kathleen Rishbeth, divenne un'autorità competente in materia.

Le sue pubblicazioni principali, oltre a quelle già menzionate, furono: Evolution in Art (1895), The Study of Man (1898), Head hunters, Black, White and Brown (1901), The Races of Man (1909; secondo, interamente riscritto , ed. 1924), e The Wanderings of People (1911). Ha contribuito all'Encyclopædia Britannica , Dictionary of National Biography , e diversi articoli all'Enciclopedia di Religione ed Etica di Hastings. Una bibliografia dei suoi scritti e documenti arriva a oltre 200 voci, anche senza le sue recensioni di libri.

Sebbene successivamente messo da parte da Bronisław Malinowski e il nuovo paradigma del funzionalismo all'interno dell'antropologia, Haddon fu un mentore profondamente influente e supportò vari antropologi condotti poi sul nascente lavoro sul campo: AR Brown nelle Isole Andamane (1906-1908), Gunnar Landtman a Kiwai nell'attuale Papua Nuova Guinea (1910–12), Diamond Jenness (1911–12), studente di RR Marrett all'Università di Oxford, nonché John Layard a Malakula, Vanuatu (1914–1919), e di avere Bronisław Malinowski di stanza a Mailu e successivamente nelle Isole Trobriand durante la prima guerra mondiale. Haddon dava attivamente consigli a missionari, funzionari governativi, commercianti e antropologi; raccogliendo in cambio informazioni sulla Nuova Guinea e altrove.

L'archivio fotografico e le collezioni di manufatti di Haddon si trovano nel Museo di antropologia e archeologia dell'Università di Cambridge, mentre i suoi lavori si trovano nelle Collezioni speciali della Biblioteca dell'Università di Cambridge.

Famiglia

La moglie di Haddon, Fanny Elizabeth Haddon (nata Rose), morì nel 1937, lasciando un figlio e due figlie. Kathleen (1888–1961), figlia di Haddon, era zoologa, fotografa e studiosa di figure a corda. Ha accompagnato suo padre in un viaggio lungo la costa della Nuova Guinea durante la sua spedizione sullo Stretto di Torres. Ha sposato OHT Rishbeth.